ultime notizie

ChitArsNova 2019 torna con tre appuntamenti

Il progetto ‘ChitArs’ nasce in seguito ad una mostra di liuteria con prova pubblica degli strumenti nel settembre 2012 a Nova Milanese, nell’ambito del ‘Festival Novart’. A dare il ...

Dolcenera

Evoluzione della Specie

Questo disco va rigorosamente ascoltato ad alto volume.

Dimenticate la Dolcenera malinconica di Mai più noi due, le canzoni pianoforte e voce, la dolcezza del suo paese delle meraviglie.

A due anni di distanza da Dolcenera nel paese delle meraviglie la cantautrice pugliese vola a tutto ritmo con L’evoluzione della specie, un disco da un sound vincente frutto di una ricerca mirata da parte della stessa artista.

Come ci aveva spiegato durante un’intervista, le canzoni di questo disco sono state concepite in maniera del tutto diversa rispetto a quelle passate. Se prima Dolcenera partiva dal pianoforte, questa volta ha iniziato dalla batteria, che ha prima studiato per permetterle di acquisirne quella conoscenza necessaria per comporre in maniera diversa.

Il risultato è un disco con una ritmica che dà la carica per affrontare la giornata nel modo giusto, una ritmica in cui si può ascoltare un taglio decisamente differente rispetto alle composizioni precedenti. Esempio lampante è Evoluzione della specie “uomo”, in cui si sente un’altra novità importante delle sonorità di questo disco: l’uso di effetti elettronici. Il tutto senza far sembrare Dolcenera un pesce fuor d’acqua, anzi con questo vestito addosso la cantautrice risulta decisamente a suo agio.

Altra canzone da un ritmo molto deciso è Nel regime delle belle apparenze, dove si coglie una citazione ad uno dei grandi cantautori italiani: Roberto Vecchioni con il suo “sogna ragazzo sogna”. Interessante anche Viva, il suo basso iniziale e l’apertura melodica del ritornello.

"Evoluzione della specie" è anche un disco positivo dal punto di vista dei testi e decisamente ironico, come il dubbio amletico dei giorni nostri nel rapporto tra uomo e donna “me la dà me la dà” di Evoluzione della specie “uomo”.

Non pensate però di trovare una Dolcenera snaturata. Lei è sempre lei, solo con più ritmo, cosa che le calza decisamente a pennello.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Dolcenera
  • Anno: 2011
  • Durata: 44:00
  • Etichetta: EMI

Elenco delle tracce

01. Il sole di domenica

02. Evoluzione della specie “uomo”

03. Viva

04. L’amore è un gioco

05. Nel regime delle belle apparenze

06. A un passo dalla felicità

07. Nel cuore e nella mente

08. Il tempo di pretendere

09. La preghiera di Virginia

10. I colori dell’arcobaleno

11. Dagli occhi di una donna

12. Come un’aquila (bonus track)

Brani migliori

  1. Evoluzione della specie “uomo”
  2. Nel regime delle belle apparenze

Musicisti

Dolcenera: voce, pianoforte, sintetizzatori, minimoog e theremin Roberto Gualdi: batteria e percussioni Antonio Petruzzelli: basso Francesco Sighieri: chitarra elettrica Stefano Brandoni: chitarra elettrice e classica, mandolino, banjo, ukulele Finaz: chitarra elettrica in #01