ultime notizie

Foxy Lady Ascolta arriva a Milano

Quando si dice che qualcosa nasce dal “basso”, possiamo pensare subito a due cose. La prima è che dalle quattro corde del basso, dalla ritmica, può nascere una canzone (e gli ...

Fabio Caucino

Exit - Piano B

Exit – Piano B è il titolo del sesto album del cantautore torinese Fabio Caucino uscito con etichetta Zanetti Records Editore - sia sugli store digitali, sia in formato CD - tra lo scorso Natale e la fine del mese di dicembre 2022. Un lavoro in particolar modo diverso, in termini di suono, da Morimmo Tutti D’Abbondanza uscito un anno fa come omaggio alla canzone d’autore di Paolo Conte. È il vestito sonoro di questo album che cambia colore e la composizione spezza anche certi schemi classici autoriali, esplorando nuovi orizzonti. Il carattere della musica, da tradizionale e acustica, lascia il posto ad una certa sperimentazione con sonorità più articolate e una maggiore presenza di contaminazioni elettroniche che utilizzano strumenti analogici e digitali, tutti completamente suonati da Caucino. Un self made a cui si aggiunge il fatto, non secondario, che Caucino ha scritto, arrangiato, definito le partiture scritte per archi e fiati, oltre ad aver prodotto in completa autonomia l’album, supportato in alcune composizioni da Renato Ferrucci.

Nove le canzoni di cui è composto Exit – Piano B (sette inediti a cui si aggiungono due brani già pubblicati, La stessa storia e Non una parola), con un titolo che già da solo potrebbe far intuire la direzione del cambio di rotta artistico. Ma attenzione, un titolo che non vuole rappresentare la metafora dell’uscita di sicurezza, intesa come via di fuga solitaria, ma apre piuttosto uno sguardo più ampio e globale su temi universali e problematiche sociali attuali, sulle quali è sempre più urgente continuare a riflettere per trovare una via d’uscita, appunto, che consenta di restare a galla.

Come dicevamo c’è stato un cambio di colore musicale, rispetto al lavoro precedente e lo evinciamo anche graficamente: il bianco di “Morimmo Tutti D’Abbondanza” su cui compariva una piuma, cede il passo a uno sfondo “noir” striato di luce verde rappresentato dall’insegna che appare sulla cover del cd (di cui El Gato Diaz ha curato l’art e graphic design che, manco a dirlo, oltre ai testi, alle musiche ecc, Fabio è anche grafico ed utilizza questo pseudonimo...) ma che non denota, tuttavia, il carattere umorale delle liriche. L’intro musicale è infatti molto energico e vigoroso e ha richiami sonori di stampo vintage che si evidenziano anche nel cantato e ricordano (senza voler azzardare paragoni e confronti ma che vogliono solo dare un’idea) certe atmosfere cantautoriali alla Fossati con una punta di Fabrizio De André. Ma si può anche incontrare qualche sfumatura più rockeggiante (o almeno così par di percepirla nei brani Dipingi l’anima e Io Cambio) in stile Negrita ed echi che rimandano a quella “musica ribelle” di finardiana memoria, come in Verrà il giorno.

Un mix di stili ben assortito ed equilibrato tra passato e presente, che rende questo album particolarmente interessante da ascoltare e scoprire nella sua interezza. I testi, che come dicevamo sono tutti di Caucino, sono stati pensati e scritti con l’aiuto di due penne significative della letteratura italiana: Erri De Luca, di cui è possibile trovare qualche verso tra le parole di La stessa Storia - brano che introduce l’ascolto - e Stefano Benni, che con il testo di Anima concesso a Caucino dona un prezioso contributo, ricco di nostalgica atmosfera che ci conduce al termine dell’album. Un brano che rappresenta il ritratto di ciò che dovrebbe essere l’essenza di cui l’anima è composta e di cui fatichiamo spesso a ricordarne la natura, perché nessuno ne parla più, come ci suggerisce proprio Benni nelle primissime righe introduttive del testo.  Alla fine di questo viaggio tra parole e musica è sempre più evidente e auspicabile che l’Exit, la via d’uscita, possa essere rappresentata da un gran bisogno del ritorno alla cultura che ci arricchisce e dall’ascolto vero e puro, quello in cui esiste solo un filtro che è il cuore e che ci permette di tornare a sentire realmente, andando oltre alle tante parole digitali che vengono continuamente pronunciate senza passione.

 

L’album è disponibile sui maggiori store digitali e prenotabile in CD e in vinile (black edition) sul sito ufficiale https://www.fabiocaucino.com. Il primo singolo estratto che ha anticipato l’uscita di Exit è stato Dipingi l’Anima, veicolato da un video ricco di colore (e colori) al link: https://www.youtube.com/watch?v=IjNLcslLcZ0

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Anno: 2022
  • Durata: 35:04
  • Etichetta: Zanetti Records

Elenco delle tracce

01. La stessa storia

02. Rimango solo

03. L’amore addomestica (una volta sola)

04. Dipingi l’anima

05. Non una parola

06. Verrà il giorno

07. Io cambio

08. Tra frastuono e silenzio

09. Anima

Brani migliori

  1. La stessa Storia
  2. Dipingi l'Anima
  3. io cambio

Musicisti

Voce, strumenti analogici, digitali e campionamenti: Fabio Caucino