ultime notizie

Nuovo singolo de La Scelta, un ...

  Dopo due anni d’attesa dal loro ultimo lavoro, lo splendido Colore Alieno, ritorna il gruppo La Scelta, una delle formazioni più interessanti del nostro panorama musicale. Le aspettative erano ...

Il Cielo di Bagdad

Export for malinconique

In un periodo in cui impazza il pop commercial-televisivo, in cui ascoltare canzonette a presa rapida è quasi la regola, in cui più che mai è il “personaggio” che crea l’interesse, al di là del valore o meno del brano presentato, ascoltare un album come Export for malinconique è come essere catapultati davvero su un altro pianeta.
Non ci sono facce da proporre né “strane storie” o vicende particolari che scatenino curiosità: le storie, le sensazioni, le immagini, le impressioni, semmai, si possono cogliere dalle nove tracce in cui Il Cielo di Bagdad ed i loro collaboratori hanno riversato capacità e sensibilità. Non è un disco facile, per nulla. Nasce come una sorta di collage di brevi colonne sonore, attraversa in modo consistente ma con personalità il post-rock più canonico, si avvicina all’ambient music ma poi la sfugge quasi all’ultimo momento, riporta, a tratti, alla musica elettronica tedesca degli anni settanta, ma ne sconfessa la reiterazione delle sequenze addolcendola con melodie quasi post-wave.
E’ un album che viaggia su frequenze medio-basse, in punta di piedi, in alcuni passaggi quasi cupo ed introverso, se non addirittura claustrofobico e proprio per questo induce ad un ascolto attento, meditativo, per cogliere immagini, riferimenti, citazioni: Mr. Butterfly ispirata a Gigi Meroni e Sunday afternoon, che narra del “Pibe de oro”, contengono in sé tutta la malinconia e l’inquietudine dei personaggi cui sono dedicate, descrivendoli senza bisogno di parole.
Un disco d’esordio minimalista, sicuramente essenziale, che lascia aperti spazi ed offre possibilità venture interessanti; ovviamente sulla capacità di coglierle e di svilupparle si giocherà il futuro, non solo prossimo, di questo giovane gruppo.

 

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Il Cielo di Bagdad
  • Anno: 2008
  • Durata: 33:08
  • Etichetta: Recbedroom

Elenco delle tracce

01. Stanno tutti bene
02. A day of wool
03. First light of morning
04. Export for malinconique
05. Save your forest
06. Mr. Butterfly
07. L’ultimo gesto
08. Magic Bus
09. Sunday afternoon

Brani migliori

  1. Export for malinconique
  2. Save your forest
  3. Mr. Butterfly

Musicisti

Luca Buscema: drums, glockenspiel, vocals, diamonica, loop, synth, electronic noise, additional beat, field recordings
Giovanni Costanzo:
piano, additional beat, electric piano, guitar, violin, arrangements, programming, piano loop, organ, trumpet, vocals, synth
Nicola Mottola:
guitar, synth, Efx, piano, violin, arrangements, Wurlitzer, vocals, glockenspiel, programming

Giulio Cestrone:
guitar
Luciano Corvino:
bass
Nicola Apicella:
bass
Enzo Sglavo:
bass