ultime notizie

Manuel Castro: il 20 ottobre esce ...

  “Il tempo che viviamo è lunghissimo, il tempo che comprendiamo è brevissimo, il tempo è una grande illusione che vorremmo allungare all’infinito ma che per la maggior parte delle volte non sappiamo ...

Le Canzoni Giuste

Felici e contenti

Cosa può spingere cinque ragazzi abruzzesi alla realizzazione di un album dopo una evoluzione che ha portato alla formazione di una band con un nome come Le canzoni giuste e che li ha portati alla finale del prestigioso Botteghe d'autore nel 2021?

La risposta è tutto nelle loro performance dal vivo e Iacopo Ligorio, Bruno Contin, Flavio Piermatteo, Luca Degl’Innocenti e Gianmarco Spaccasassi sono nati per stare su di un palco, divertendosi e facendo divertire con le loro storie che si rincorrono tra paradossi, narrazione e riflessioni sull’essere umano e sulla sua evoluzione, nei ma anche in studio, come hanno fatto in “Felici e contenti”.Le canzoni giuste nascono a Pescara nel 2017 e si sono immediatamente fatti notare per il loro stile ironico e scanzonato strizzando l’occhio alla canzone demenziale, proteggendosi da qualsiasi etichettatura del loro stile musicale sfuggente e leggero ma non banale. Dopo alcuni singoli, il 10 settembre 2021 hanno pubblicato il loro album d’esordio, un concept-album suddiviso in tre atti in cui raccontano dell'uomo e dei suoi luoghi, dalla creazione dell'universo fino all'evoluzione della specie umana che si conclude con la sua involuzione e porta a vari futuri, distanti e paradossali, che terminano il loro percorso ad un unico e nuovo punto di partenza.

 

Con stile favoleggiante e ironico e con un pizzico di influenze artistiche importanti, Le canzoni giuste amano raccontare distogliendoci per qualche minuto dalla vita reale e catapultandoci nel loro mondo fatto di possibilità assurde e dai contraddittori più svariati, in un mondo dove il paradosso è diventata la normalità. Il lavoro che svolgono sui testi utilizza sempre una chiave di lettura che porta a ironizzare sulla contemporaneità, sulla vita di ognuno che diventa sempre più digitale e isolante, portandoci così all'opposto di un mondo caratterizzato dalla contaminazione, dalla socialità, dalla creatività, impulsi primordiali che si stanno perdendo.

Nei loro brani, Le canzoni giuste amano sperimentare e in alcuni casi riprendono in mano storie cantate o raccontate da altri artisti, come in Piacere sapiens e Padrone, in cui lo stile vocale e ritmico ricorda narrazioni caparezziane. La musica è anche questo: ascoltare, apprezzare e restare coinvolti in mood che a loro volta creano nuove strade sonore e nuove canzoni, che si lasciano ascoltare contagiando e alimentando la fantasia dell'ascoltatore.
Buona la prima.


 

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Anno: 2021
  • Durata: 29:05
  • Etichetta: Autoprodotto

Elenco delle tracce

01. Attrazione Gravitazionale

02. Una questione di chimica

03. Rivoluzione Jurassica

04. Sonata in DO migliore

05. Bushido

06. Sushi all you can hit

07. Piacere sapiens

08. Resti digitali

09. Candy crash

10. Padrone

11. Felici e contenti

Brani migliori

  1. Una questione di chimica
  2. Piacere sapiens
  3. Felici e contenti

Musicisti

Iacopo Ligorio - chitarre, voci, cori; Bruno Contin - pianoforte, tastiere e synth; Flavio Piermatteo - Sax soprano, ewi; Gianmarco Spaccasassi – Batterie;
Ospiti:

Daniele Mammarella – chitarre; Claudio Esposito - chitarre (in Padrone); Piero Delle Monache - Sax tenore; Antonio Gizzi – Trombone; Angelo Spagnoli – Tromba; Alessio Rinaldi – Contrabbasso; Paolo Chiavaroli – Violoncello; Erika Vagnoni – Viola; Giulia di Fabio - Primo violino; Maurizio Di Bacco - Secondo violino;
Cori:
Marco Imperatore, Virginia Bisconti, Martina Jozwiak e Giorgia Pulcini