ultime notizie

Nuovo singolo de La Scelta, un ...

  Dopo due anni d’attesa dal loro ultimo lavoro, lo splendido Colore Alieno, ritorna il gruppo La Scelta, una delle formazioni più interessanti del nostro panorama musicale. Le aspettative erano ...

Carlo Ozzella

Fogli Sparsi

Fogli Sparsi è il quarto disco per il musicista milanese Carlo Ozzella, noto per le sue capacità di songwriter unite a sonorità rock per nulla scontate. Un disco in un qualche modo non atteso, nato quasi per caso. Carlo entra in studio con l’idea di mettere “su nastro” qualche nuova idea e di rivedere qualche vecchia registrazione. Pian piano si accorge che, proprio come dei fogli sparsi su un tavolo, l’EP prende forma, si riempie di idee, parole e accordi. Un inatteso e vitale fluire di musica.

Sei sono i brani che alla fine Carlo decide di mettere in quest’ultimo lavoro. Si inizia con il rock di Dopo il tramonto, voce come sempre coinvolgente e interessanti riff di chitarra a cui segue Nessuna è come te, brano scritto a quattro mani con Paolo Quaglino (che con Carlo ha curato la produzione del disco). La title-track Fogli sparsi ad un primo ascolto pare essere il brano più debole ma non fatevi fuorviare, dategli tempo e saprà acquistare sapore ascolto dopo ascolto. Sotto il temporale è invece, a parer di chi scrive, il pezzo meglio riuscito dell’EP, una ballad carica di emozione. Se cercate un disco rock ben suonato e ben cantato in italiano allora “Fogli Sparsi” è quello che fa per voi.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Carlo Ozzella e Paolo Quaglino
  • Anno: 2019
  • Durata: 20:57
  • Etichetta: Reclabstudios

Elenco delle tracce

01. Dopo il tramonto
02. Nessuna è come te
03. Fogli sparsi
04. Soltanto la musica resta
05. Sotto il temporale
06. Per non dimenticare

Brani migliori

  1. Sotto il temporale

Musicisti

Carlo Ozzella: voce, chitarra acustica, cori - Andrea Bonzini: batteria - Larsen Premoli: tastiere - Paolo Quaglino: chitarra elettrica - Roberto Cito: basso