ultime notizie

Tyrant Live@"La Beata Quartina Dell ...

Tornano finalmente "on stage" i milanesi Tyrant, qualche tempo dopo la pubblicazione del loro album "Blues, Booze And Nothing to Loose" che ha infine coronato la loro pluridecennale attività musicale ...

Gabriele Scaratti

Get Out Of Home

Gabriele Scaratti, figlio bergamasco degli anni ’80 venuto sù a suon di Eric Clapton, Mark Knopfler e B.B.King. A sedici anni varca la soglia di un negozio di strumenti musicali scocca la scintilla e…acquista la sua prima chitarra: una Fender Stratocaster. Ecco, ora il “guaio” è fatto. Da quel momento in poi la sua passione per la chitarra diventa un crescendo e nei primi mesi del 2014 inizia a prendere parte a diverse jam session (ad esempio quelle organizzate dall’associazione no profit Italian Blues River). Quello stesso anno vince lo Young Bloom in Blues Challenge (nella giuria è presente il mito del blues italiano Fabio Treves) ottenendo così la possibilità di suonare all’IBR Festival. A questo punto serve una band. Ed ecco formarsi la Gabriele Scaratti Band composta da Cristano Arcioni, tastierista (avrete modo eccome di sentire il suo Hammond all’interno del disco) con diversi credit sia in Italia sia negli States; Luigi Sozzani al basso nonché fidato braccio destro e infine ultimo ma non meno importante il batterista Gianluca Tilesi, allievo modello di Tullio De Piscopo.

Alea iacta est. L’esperienza sulle spalle è sufficiente e a questo punto il nostro si sente ben pronto per la nuova avventura: Get Out Of Home. Non male per un ragazzo autodidatta vero ? L’album si compone di undici tracce autografe i cui arrangiamenti sono stati invece elaborati con la collaborazione dell’intera band. Un album pregno di funky, rock, blues, soul e…con qualche punta di pop che a dire il vero non guasta proprio. Un progetto decisamente intimo che con le tematiche trattate ci racconta un po’ del “mondo” di Gabriele Scaratti, come racconta lui stesso:  “[…] Volevo che si sentisse tutto quello che sono, tutto quello che amo, […], […] E questo si percepisce dalla tematica che affronto nell’album che, a conti fatti, è solo una, ma con diverse sfaccettature: il mio stato d’animo […]”. Un disco che, come ha raccontato in un’intervista al nostro Nicola Olivieri, ci parla quindi di speranza, di buon umore, ma anche di angoscia e paura di perdere una persona, di ritrovarla, di come il lavoro possa essere soddisfacente e al tempo stesso logorante, insomma degli stati d’animo di tutte noi persone comuni e dotate di sensibilità.

Veniamo ora all’ascolto dei brani. L’album si apre con Without Your Love ed è subito ben chiara la cifra stilistica cui ci troviamo davanti: ottima sezione ritmica a segnare il passo all’alternarsi di riff di chitarra e tastiera per un bell’esempio di rock blues di stampo americano. Nelle due tracce successive Waiting For You e My Mother Loves Me la Fender di Scaratti ci regala ancora due ottimi esempi di blues che ci accompagnano dritti dritti alla title track del disco Get Out Of Home, un brano di chiara matrice rock (i richiami qui come nella ballad It’s Raining On Me sono a Clapton) in cui ancora una volta troviamo in bella mostra l’Hammond di Arcioni a “giocarsela” con la chitarra elettrica. Nel blues Anvil Blues troviamo, ad affiancare Scaratti, il chitarrista Alex Usai qui in veste di special guest. Da segnalare, in particolar modo, il brano Revel Theater in cui la Scaratti Band ci regala un vero e proprio cammeo di musica Americana.

Un lavoro decisamente piacevole all’ascolto, ben suonato e ben arrangiato; un disco che mette in bella mostra sia le doti del leader che dell’intera band. Per estimatori del blues, ma non solo.

 

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Gabriele Scaratti - Cristiano Arcioni
  • Anno: 2017
  • Durata: 47:55
  • Etichetta: Autoprodotto

Elenco delle tracce

01. Without Your Love
02. Waiting For You
03. My Mother Loves Me
04. Get Out Of Home
05. Truth
06. Turnaround Shuffle
07. It’s Raining On Me
08. Nothing To Do But Love
09. Revel Theater
10. Anvil Blues
11. Since You’ve Been Gone

Brani migliori

  1. Anvil Blues
  2. Revel Theater
  3. Without your love

Musicisti

Gabriele Scaratti: voce, chitarra – Cristano Arcioni: tastiere – Luigi Sozzani: basso – Gianluca Tilesi: batteria – Antonella Marescalco: cori – Gaetano Cappitta: percussioni – Claudio Bodini: piano – Alessandro Usai: chitarra