ultime notizie

Giulio Casale: “Inexorable”, nuovo disco in ...

Conferenza stampa di presentazione "Inexorable", 4 dicembre, Circolo Culturale La Corte dei Miracoli – Milano. di Giuseppe Verrini Inesorabile Casale. Ancora, più forte di prima, torna la voglia di raccontare di ...

Arturo Stalteri

Half Angels

Come afferma lo stesso Arturo Stàlteri, il suo nuovo lavoro, Half Angels, ha una matrice duplice, in parte letteraria, in parte cinematografica; due sono infatti gli ambiti artistici dai quali il pianista e tastierista romano trae ispirazione per il suo album.

Potrebbe essere definita musica “romantica”, se non fosse per il fatto che il gruppo creato da Stàlteri ama stupire e spiazzare l’ascoltatore; l’incipit, Damatria, riporta alle pagine più riflessive dell’artista, quelle di Andrè sulla Luna, per intenderci, così come, più avanti, Fiordiluna, improvvisazione per pianoforte, ma il brano successivo, Selika Suite, contiene un caleidoscopio sonoro sorprendente: sette movimenti, un meccanismo fluido e dinamico, una mescolanza di suoni acustici ed elettronici realizzata con una naturalezza ed una scioltezza straordinarie.

C’è la musica romantica del “piano solo” che rimanda a Liszt, la musica “barocca”, quella elettronica che invece ricorda alcune pagine di Michael Nyman; ciò che unisce queste differenti  ispirazioni è una visione sonora quasi cinematografica, un approccio visuale, quasi “impressionistico” dei brani, che presi singolarmente ma anche ascoltati nella loro continuità danno la sensazione di descrivere immagini viste, sognate, pensate.

Ed all’interno di questa immaginaria colonna sonora le tastiere, il violino, le chitarre acustiche, il cello, creano atmosfere a tratti rarefatte, in altri momenti cariche di energia, di sensazioni, di emotività; ecco, forse l’elemento più importante, comune ai brani dell’album, è la capacità di suscitare davvero emozioni forti, di solleticare la sensibilità, di stimolare l’immaginazione.

Non a caso, infatti, brani quali Aeon Flux, Raederle, Trinity, Tinker Bell e Galadriel nascono e traggono stimoli da racconti che sono ormai capisaldi della fantasy moderna, e dai quali sono state tratte anche pellicole di notevole spessore.

Un lavoro affascinante, ispirato e dolcemente malinconico...

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Arturo Stàlteri
  • Anno: 2009
  • Durata: 59:39
  • Etichetta: Felmay/Egea

Elenco delle tracce

01. )(

02. Damatria

03. Selika Suite

   Intro

   I Movimento

   II Movimento

   III Movimento

   IV Movimento

   V Movimento

   VI Movimento

04. Fiordiluna

05. Aeon Flux

06. Raederle

07. Trinity

08. Angèlique

09. Tinker Bell

10. Galadriel

Brani migliori

  1. Selika Suite
  2. Fiordiluna
  3. Galadriel

Musicisti

Yasue Ito: violin Laura Pierazzuoli: cello Arturo Stàlteri: Fazioli F228 piano, sampled pianos, harpsichord, electronic keyboards, classical guitar, bouzouki, voice Pino Zingarelli: drums, percussion, bass, electronics, tender keyboard, Fujiko Strings