ultime notizie

Patrizia Cirulli interpreta Achille Lauro

Patrizia Cirulli, cantautrice milanese, rilegge e reinterpreta C'est la vie di Achille Lauro.   di Paola Piacitelli                                                               VEDI IL VIDEO Il singolo, accompagnato dal videoclip ufficiale, è distribuito dall’etichetta La ...

Dadamatto

Il derubato che sorride

Sono pazzi, e io li adoro. Come si può non amare tre tipi del genere, che, dal ritratto scanzonato sulla copertina del cd, esordiscono dicendoti «oggi ho cagato come mai / era da tanto che tentavo ma / non ho mai trovato il luogo giusto»?
E poi: mescolano atmosfere hard rock a stornelli napoletani come fosse la cosa più naturale del mondo, invitano nei loro pezzi anche la nonna (Nonna nanna), scomodano il famoso Marco di Laura Pausini svelandoci finalmente il motivo della sua fuga (Marco se ne è andato) e omaggiano a modo loro Domenico Modugno e Pierpaolo Pasolini con una cantata da ubriachi registrata in presa diretta senza strumenti come da classico cliché realista (Il derubato che sorride).
Un po’ musicisti un po’ cabarettisti, con quella voglia di fare musica che si sprigiona da ogni pezzo, e quelle risate registrate che rendono tutto così “leggero”, ma in senso buono.  
I Dadamatto hanno dato alle stampe il loro secondo lavoro dopo un solo anno da “Ti tolgo la vita”, e si sono lanciati a capofitto in un’avventura fatta di tragicomico realismo, di piccole storie quotidiane, alla Pasolini forse, ma anche prendendo spunto da altre istanze musicali contemporanee come, per esempio, ricordi di quell’“Assenzio” di bluvertighiana memoria ne Il mio amico Daniele Grossi o un tributo alla marlenian “Festa mesa” in X Mary. Pezzi godibili e giocherecci insomma, che si servono di suoni sporchi come la vecchia cara testina del giradischi, il rumore del vento, un’elica in movimento e altre scelte stilistiche del genere.
Certo, non trattandosi di un’opera prima e considerando che su dieci pezzi uno è strumentale e due non sono propriamente definibili canzoni, magari far passare un po’ di tempo in più e lavorare su innovazioni sonore e testuali di maggior rilievo non sarebbe stata una cattiva idea.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Dadamatto
  • Anno: 2008
  • Durata: 33:00
  • Etichetta: Records! S’il vous plait/About a boy

Elenco delle tracce

01. Manca un chilometro
02. Al cinema
03. Marco se ne è andato
04. X Mary
05. Mi sono innamorato di te  
06. Il mio amico Michele Grossi
07. Nonna Nanna
08. Walter
09. A maggio spuntano le rose
10. Il derubato che sorride  

Brani migliori

  1. Manca un chilometro
  2. Il derubato che sorride
  3. X Mary

Musicisti

Marco Imparato: voce, basso
Andrea Vescovi
: chitarra
Michele Grossi
: batteria

Matteo Verdini: piano
Roberto Mazzoli
: fisarmonica
Samuele Garofali
: tromba
Sandrone e il Pazzo “Edible Woman”
: cori
Mattia Coletti
: accorgimenti tecnici