ultime notizie

Patrizia Cirulli interpreta Achille Lauro

Patrizia Cirulli, cantautrice milanese, rilegge e reinterpreta C'est la vie di Achille Lauro.   di Paola Piacitelli                                                               VEDI IL VIDEO Il singolo, accompagnato dal videoclip ufficiale, è distribuito dall’etichetta La ...

La Crus

Io non credevo che...

I La Crus salutano il pubblico con uno dei dischi più belli della loro storia. Io non credevo che questa sera contiene dodici tracce dal vivo registrare nell’estate del 2005 al Teatro Novelli di Rimini insieme all’Orchestra da Camera delle Marche diretta da Daniele Di Gregorio e tre inediti, che chiudono egregiamente il percorso di un gruppo capace di far coincidente canzone d’autore e musica elettronica in un’unica, convincente proposta.

Gli arrangiamenti orchestrali della parte dal vivo calcano i contorni di una manciata di canzoni per lo più scure (Nera Signora), a volte dall’andamento sensuale (Soltanto amore) a volte dolcemente malinconico (Natale a Milano), in cui i beat elettronici colorano di atmosfere urbane (Natura morta) la splendida voce di Mauro Ermanno Giovanardi, che si arrangia benissimo anche quando è alle prese con brani altrui (qui Via con me di Conte e Ricordare di Morricone). I tre brani nuovi (Mentimi, Entra piano, L’Autobiografia di uno spettatore) riportano invece i La Crus ai fasti dei primi periodi, e a sentire una canzone come Mentimi – uno dei pezzi migliori di tutto il loro repertorio – il rimpianto per la chiusura del gruppo è forte, se non altro perché di tracce così intense c’è sempre bisogno.

Peccato dunque, e anche se ritroveremo Giovanardi con il suo progetto solista e Cesare Malfatti alle prese sia con l’elettropop di Amor Fou e nOOrda sia con l’elettronica downtempo dei The Dining Rooms ci mancherà il gruppo che a metà anni novanta contribuì a levare la polvere dalle canzoni di Piero Ciampi e a dare una vita in parte diversa a quelle di Luigi Tenco, incastonandole tra altre piccole perle autografe quali Dentro me, Come ogni volta e Come una nube. Nel loro essere stati sempre in bilico tra passato e presente i La Crus hanno gettato per primi un ponte in grado di collegare tradizione e modernità che ha permesso a generazioni profondamente diverse di incrociare gli sguardi sulla stessa identica musica. Anche solo per questo li dobbiamo ringraziare. E per il resto, buona fortuna.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Mauro Ermanno Giovanardi & Cesare Malfatti
  • Anno: 2008
  • Durata: 69:52
  • Etichetta: Warner

Elenco delle tracce

01. Mentimi
02. Entra piano
03. Nera Signora RMX
04. Soltanto amore
05. L' Uomo che non hai
06. Natale a Milano
07. Come ogni volta
08. Dentro me
09. Via con me
10. Come una nube
11. Stringimi ancora
12. Diritto a te
13. Infinite possibilità
14. Natura morta (in paradiso)
15. Ricordare
16. L'autobiografia di uno spettatore

Brani migliori

  1. Mentimi
  2. Come ogni volta
  3. Come una nube

Musicisti

Mauro Ermanno Giovanardi: voce
Cesare Malfatti
: chitarre, programmazioni
Leziero Rescigno
: arrangiamenti, batterie, tastiere, chitarre
Luca Saporiti
: basso

Tracce live
Mauro Ermanno Giovanardi
: voce
Cesare Malfatti
: chitarra e rhodes
Paolo Milanesi
: tromba e rhodes
Leziero Rescigno
e Max Donna: batteria
Luca Saporiti
: basso

Sarah De Magistri: voce in 1 e 6
Forum La Crus
e famiglie La Crus: cori in 16