ultime notizie

Nuovo singolo de La Scelta, un ...

  Dopo due anni d’attesa dal loro ultimo lavoro, lo splendido Colore Alieno, ritorna il gruppo La Scelta, una delle formazioni più interessanti del nostro panorama musicale. Le aspettative erano ...

Massimiliano Maiucchi - Alessandro D'Orazi

La musicastrocca

Quando un musicista come Alessandro D’Orazi – fondatore e leader dell’ormai decennale e affermata cover band di Rino Gaetano, CiaoRino – e un attore e poeta come Massimiliano Maiucchi – fantasista da palco capace di tenere alta l’attenzione del più piccolo degli astanti e autore di ottima letteratura infantile – si mettono assieme, ecco che nasce una cosa bella come “lamusicastrocca”. Ben più che un semplice prodotto per bambini, se ne può fruire nella sua forma di libro, peraltro ottimamente illustrato con la fantasia e la grazia di Lorenzo Terranera, affrontandone in lettura i brevi versi in rima; oppure ascoltarne le parole attraverso il disco: parole cantate o a volte semplicemente accompagnate dalla musica. È assai difficile penetrare il mondo dei bimbi, misterioso nella sua complessità emotiva e inaccessibile ai più; ma questi due artisti sembrano farlo con disinvoltura, sintetizzando un universo in poche pagine di parole e suoni con una naturalezza che rivela una sensibilità rara. I testi si nutrono di teatralità, di cui l’esempio più immediato è Filastrocca da mimare (“con la mano faccio il mare/con i denti un coniglietto/con le braccia l’angioletto...”); attingono alla curiosità dei piccoli, come in Filastrocca tutta storta (“non sai mai dove ti porta…”), alla loro vita quotidiana, come la raccolta delle figurine (L’album degli animali), o il calcio (Il gioco del barattolo), e poi l’immaginario delle fiabe più classiche ne Il bosco stellato, dove gli gnomi si raccontano storie e poi “finite le storie ogni folletto/si prende una foglia e va subito a letto”, come il Cucciolo di Biancaneve. E poi ancora tanti i giochi di parole (“la musicastrocca canta-re mi fa [...] bal-la-re mi fa...”), e le frasi liberatorie (“battono i denti sotto la giacca/oh che paura, mi scappa la cacca”), e l’esorcismo delle paure, come in La fifastroccca, dove vivono streghe, vampiri e uomini neri, ma poi “passa la fifa e resta la strocca”. È una poesia tenera che fa tornare la mente persino a un grande Guido Gozzano quando canta il mondo dell’infanzia, con la bellissima Filastrocca bocca a bocca (“Se ne va di bocca in bocca/parte seria e arriva sciocca...”). Musicalmente il livello è lo stesso: cantabile, ballabile, persino suonabile dai bimbi: il tutto su di una superficie che cela un’attenta ricerca timbrica per imprimere potere evocativo alle musiche, e l’uso della ritmica popolare, dal valzer alla tarantella, con i suoi strumenti semplici – dal tamburello al kazoo – ma anche arrangiamenti quasi orchestrali nelle storie più immaginifiche.
Tutto è immediatamente, inspiegabilmente comprensibile. Come per magia, in un connubio perfetto di parole e di musica: “la storia continua, ma io non la so/so solo che inizia e finisce col ‘do’”.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica:
  • Anno: 2008
  • Durata: 48 pagine
  • Etichetta: Sinnos editrice

Elenco delle tracce

01. La musicastrocca

02. Filastrocca da mimare

03. Filastrocca tutta storta

04. Il bosco stellato

05. La fifastrocca

06. L’album degli animali

07. Il bimbo cornacchia

08. Il gioco del barattolo

09. La storia di nonna rana

10. Filastrocca bocca a bocca

Brani migliori

  1. Filastrocca bocca a bocca
  2. La fifastrocca
  3. La musicastrocca

Musicisti

Massimiliano Maiucchi: testi Alessandro D’Orazi, Massimiliano Maiucchi: musiche e arrangiamenti Lorenzo Terranera: illustrazioni Fabio Parisella: missaggio e masterizzazione Tommaso, Martina e Valerio Maiucchi: cori