ultime notizie

10-11-12 settembre: Musica da Bere 2020

  L’undicesimo appuntamento con “Musica da Bere” - che anch’essa ha dovuto fare i conti con il Covid19 - sarà una tre giorni, con un’anteprima e due serate finali con ...

Luca Bassanese

La Società dello spettacolo

La poesia, la letteratura, il cinema, la vita di ogni giorno, sono i fili conduttori di questo nuovo album di Luca Bassanese. La società dello spettacolo, omonimo titolo del libro di Guy Debord a cui il cantautore vicentino si è ispirato, è un album diviso in capitoli, proprio come fosse un film.
Debord scriveva che “Lo spettacolo non è un insieme di immagini, ma un rapporto sociale fra individui mediato dalle immagini”. Luca ha voluto raccontare una storia di un personaggio che potrebbe essere ognuno di noi, attraverso dodici tracce che mischiano frammenti recitati e canzoni vere e proprio, il più delle quali influenzate dalla musica balcanica. E’ un percorso, quello compiuto dal protagonista, prima introspettivo e poi collettivo, ma che riflette comunque la voglia di mettersi in gioco. Cerca di allontanare la depressione, questo grande male del novecento (Via la Morte), poi si trova di fronte ai grandi dubbi dell’amore (Maria) e si rende conto che la nostra libertà viene intaccata dagli obblighi della società (Santo Subito!). Il personaggio continua il suo cammino nei vari capitoli dell’album, cogliendo l’ipocrisia della gente quando dice che va tutto bene, in particolar modo nel giorno del matrimonio, momento unico per ogni persona (Va tutto bene). Ma quello che più gli preme è cantare la vita (Canto), aprendo gli occhi sul tema dell’immigrazione (L’amore disperato sempre vincerà), vedendo come anche la guerra è divenuta oggetto di spettacolarizzazione che esclude il contatto diretto tra uomini (Guernica).
La fine di questo racconto si ritrova nei pensieri di questo uomo che ritornando a casa si ritrova un bagaglio vuoto di abiti, ma pieno di culture e esperienze che lo hanno fatto crescere e prendere coscienza di sé stesso (Ritorno a casa). Un album da leggere e ascoltare “La società dello spettacolo”, proprio come i dischi di De Andrè. Un lavoro costruito come un mosaico, dove ogni tassello ha una sua ragione di essere in quel determinato posto e non in un altro.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Stefano Florio
  • Anno: 2008
  • Durata: 31:35
  • Etichetta: BuenaOnda/Venus

Elenco delle tracce

01. Cap.I
02. Via la Morte
03. Maria
04. Cap.II
05. Santo Subito
06. Va tutto bene
07. Cap.III
08. Canto
09. L’amore disperato (sempre vincerà)
10. Cap IV
11. Guernica
12. Ritorno a casa

Brani migliori

  1. Via la Morte
  2. Santo Subito
  3. Guernica

Musicisti

Luca Bassanese: voce, cori (baritono, tenore, contralto)
Vittorino Curci
: voce recitante
Luca Nardon
: rullante, timpani, triangolo, caxixi, cabala, flexatone, shaker, cembalo, wood blocks, cymbals, darbouka, barchimes,
Roberto Jonata
: pianoforte
Riccardo Marogna
: clarinetto, clarinetto basso
Nereo Fiori
: fisarmonica
Thomas Riato
: basso tuba, trombone
Ana Stoianova
: violoncello
Francesca Miruna
: viola, violino
Stefano Florio
: basso acustico, chitarra classica, mandolini, programmazione