ultime notizie

Si intitola “Tra poco” il singolo ...

Nuovo singolo per il cantautore classe ‘87 Avincola, in collaborazione con Leave Music. Questa nuova canzone dell’artista italo-catalano, con un percorso artistico che ha già segnato diverse tappe importanti ...

Marco Sforza ed il Trio Separè

“Laiv” al Materia Off

E’ un disco live, con i pregi e i difetti tipici dei “Laiv”. La cosa interessante è che è anche un disco d’esordio, e questo ci indica il coraggio e la fantasia, forse anche un poco l’irriverenza, che animano Marco Sforza, cantautore di Reggio Emilia che ha all’attivo la vittoria al XV° Premio Augusto Daolio nel 2009. Il “Laiv” è stato registrato in presa diretta al Materia Off, Circolo Culturale di Parma, il 20 dicembre 2008. Si sente di tutto in questo disco: cani che abbaiano, gente che ride, gole che tossiscono, discorso strampalati, ma soprattutto canzoni. Canzoni, suoni e parole, che, in una sorta di simbiosi il cantautore emiliano ed il Trio Separè interpretano e teatralizzano con simpatia e un filo di nostalgia. Sentimenti questi che impregnano l’animus di Marco Sforza, cantautore piccolino capace di ballate intriganti e di scatti pungenti. Trattandosi di un concerto prenatalizio ci troviamo dentro una versione alterata di “Jingle beels”, ma anche i tratti decisi de “Il capostazione”, “La generalista” e “L’indifferenza”, le risate che scatena “Il verme”, e la dolce tristezza di “46 di scarpe”. Marco si muove tra Capossela, Jannacci e Giorgio Conte, alternandosi alla chitarra e al pianoforte, mentre rimbalza prezioso il violino di Mattia “il conte” De Medici e il resto dei Separè dimostra con l’artista un affiatamento fatto – immagino – di tante ore passate insieme a suonare e a …bere!  Gli elementi forti dell’album  - è un disco d’esordio, è laiv e lui è emiliano -, trasmettono quel clima da sagra paesana, di suonate tra amici, tra risate e nostalgia, che se da un lato comunicano schiettezza, calore e  immediatezza d’altro canto inducono a pensare che una produzione più accurata e “seria” avrebbe messo maggiormente in luce le belle doti del nostro cantautore e avrebbe nascosto qualche difetto. Se è un peccato si tratta comunque di un peccato veniale, che non penalizza l’ascolto di questo disco intrigante e poetico e che lascia intuire per Marco Sforza buone prospettive per il futuro.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Marco Sforza e Materia Off
  • Anno: 2009
  • Durata: 77:21
  • Etichetta: Materia Off

Elenco delle tracce

01. Piccola Martina

02. La generalista

03. L’indifferenza

04. Il capostazione

05. I conti correnti

06. Fermare il tempo

07. Mi dai un la…

08. Questa povera neve

09. Jingle beels

10. Il musicista

11. Il verme

12. Un discorso serio…

13. 46 di scarpe

Brani migliori

  1. Il capostazione
  2. La generalista
  3. L’indifferenza

Musicisti

Marco Sforza: voce, chitarra, pianoforte Fabio Volpini: Percussioni/cajon e spazzole da water in 10 Mattia “il conte” De Medici: violino Matteo Pacifico: Clarinetto/flauto dolce   Testi e musica di Marco Sforza, tranne 09 Arrangiamenti: Trio Separè e Marco Sforza