ultime notizie

Insegnare ai giovani e cantare la ...

Giovedì 18 Ottobre alle 19,30, nel Food store ‘Questione di Gusto’ in Via Pusterla 45 a Brescia (tel. 030/337788) verrà presentato il nuovo disco di Roberto Guarneri, “Storie ...

Rita Sannia

Legatura di valore

Lo scopo, forse, di questo lavoro è quello di sintetizzare lo svolgimento della propria vita in dodici brevi racconti, di ritornare indietro con la memoria per cercare di cogliere, ancora una volta, quelle sensazioni, quelle emozioni che hanno caratterizzato determinati momenti, quegli attimi che, solo dopo molto tempo, vengono pienamente percepiti come “importanti”. Come vere e proprie legature che determinano il valore intimo del vissuto.

Ed il titolo di questo album, in cui dieci brani musicali si accompagnano ai testi delle narrazioni, è, appunto, Legatura di valore, quasi a voler ribadire che spesso solo il tempo è capace di conferire un significato profondo a situazioni attraverso le quali si è solamente “transitati”, in una sorta di viaggio inconscio.

Ed allora ecco, sul versante musicale, l’alternarsi di brani assai noti, ma legati in modo sottile, quasi  invisibile da una forte e vissuta intimità, a brani propri, espressione personale che va a contrassegnare la condivisione di questa stessa intimità.

Vengono citati Cat Stevens, Graham Nash, Carole King, Toquinho, Baden Powell e Carlos Gardel, riproposti qui in chiave acustica ed affiancati ai brani di cui Rita Sannia ha curato i testi, affidando ai suoi validi collaboratori, Peo Alfonsi e Salvatore Maiore, la realizzazione delle musiche e degli arrangiamenti.

Una sequenza casuale di luoghi, profumi, persone, situazioni, incontri, ricordi, certo molto personali, ma che non difficilmente potranno essere percepiti, compresi, e fatti propri anche  dall’ascoltatore. Semplicemente perché, al di là della loro specificità, offrono a chiunque gli strumenti per ritornare con maggiore attenzione verso il proprio passato, o meglio verso il proprio vissuto, ridefinendone il valore, l’importanza ed il peso che può avere sul proprio presente.

In fondo, almeno in buona parte, ciò che siamo oggi lo dobbiamo a ciò che siamo stati ieri… e, perché no, l’altroieri…

2 commenti

Rita { 23/11/2010 )

Grazie! Ho trovato sul web, casualmente, il vostro bellissimo articolo. Complimenti per la rivista, ordinata e ..immediata. Una bellissima vetrina. Un grazie di cuore ad Andrea Romeo. Rita Sannia

Rita { 23/11/2010 )

Aggiungo. La descrizione è..perfetta! Ho iniziato l'opera dopo la scomparsa di un mio caro amico batterista: Billy (Roberto Sechi) al quale è dedicato l'intero lavoro, ("un passo in là" è per lui). Si è entrati, pur non conoscendomi personalmente, dritti dritti nelle profondità dell'anima che ha guidato il mio lavoro. Per questo ci vuole...."orecchio". Grazie ancora!


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Gabriele Rampino
  • Anno: 2010
  • Durata: 43:14
  • Etichetta: Koinè/Dodicilune Records

Elenco delle tracce

01. Morning has broken

02. Un passo in là

03. Right between the eyes

04. My favourite things

05. Anninnia de Giagìa

06. Escravo de alegrìa

07. Alem do amor

08. You’ve got a friend

09. Malena

10. Gioga rosa

Brani migliori

  1. Un passo in là
  2. Anninnia de giagia
  3. Malena

Musicisti

Rita Sannia: voce Peo Alfonsi:chitarra Salvatore Maiore:contrabbasso, violoncello Fausto Beccalossi: fisarmonica Luca Cacciatori:viola Carlo Cantini: violino, percussioni Carlo Mariani: launeddas Serena Chien: violino Paolo Cimino: violino Viktor Csany: violino Piotr Cwojdzinski: violoncello Roberto Dani: batteria, percussioni Kyle Gregory: tromba, flicorno Alfred Kramer: batteria Valentina Migliozzi: violoncello Mauro Ottolini: susaphone Camillo Papitto: violino Alberto Pinton: clarinetto, flauti Lavinia Tassinari: violino Maria Vicentini: viola