ultime notizie

Never give up, nuovo singolo e ...

             Da lunedì 15 gennaio, è online, sulle principali piattaforme streaming e digital store, Never Give Up, il nuovo singolo di Numa. Il brano, prodotto e arrangiato da Max Minoia, è caratterizzato dalle ...

Simona Colonna

Masca vola via

Vincitrice dell’edizione 2011 di Biella Festival, Simona Colonna ha di recente presentato al pubblico il suo nuovo album Masca vola via, progetto che ha realizzato proprio grazie al contributo destinato al vincitore del Festival, che tra gli altri meriti ha anche quello di dare continuità all’evento fine a se stesso della finale. Masca vola via è stato infatti prodotto dall'Associazione Artistica AnniVerdi che promuove il Biella Festival ed è uscito con il marchio Musica Made in Biella affiliato alla rassegna.

Un disco quindi che già di per sé porta in grembo una ventata di aria fresca e confortante: fa davvero bene al cuore, infatti, poter ancora toccare con mano progetti concreti nati grazie al credo ed al sostegno di realtà che, ai margini dei media e del potere delle major, si dimostrano attente alla crescita ed allo sviluppo della creatività musicale e si impegnano in prima linea per la diffusione “sana” della musica emergente.

Un’atmosfera rassicurante che si rafforza poi quando ci si immerge nell’ascolto delle tracce del progetto, che si presentano tutte rigorosamente in dialetto piemontese: l’attenzione per le proprie origini ed il desiderio di farsi portavoce, attraverso le proprie composizioni, del patrimonio culturale della propria terra è un’ulteriore riprova dell’esistenza nel sottobosco di artisti che fanno musica ancora in modo indipendente, intendendo con questo termine non tanto il tipo di ‘produzione’ scelta ma quanto invece l’atteggiamento che li avvicina alla composizione, ovvero l’atteggiamento proprio di chi fa musica indipendentemente e a prescindere dalle regole di mercato (quali poi….) e da quelle che evidentemente appaiono come furbe mosse commerciali che mirano innanzitutto a soddisfare le vendite (quali poi….)

A rendere peculiari le tracce di Masca vola via non è però soltanto l’idioma linguistico utilizzato ma anche la veste scelta per presentarle, ovvero una veste completamente in chiave voce e violoncello (suonato dalla stessa Simona Colonna): un’ulteriore (coraggiosa) scelta artistica che contribuisce a far emergere (ed apprezzare) la “genuinità” di questo lavoro. 
Quello che la Colonna ci presenta è un disco che, seppur composto da soli cinque brani, si presenta già come un lavoro completo in quanto in esso trovano spazio non solo diverse tematiche ma anche diversi aspetti di una personalità artistica forte che sa alternare i ritmi più marcati di brani come Masca vola via (il brano vincitore del Biella Festival) o Brigante Stella a quelli più pacati della dolcissima ninna nanna di Ninnaoh, dando voce ad un mondo fatto di leggende e memorie (streghe, briganti, sensali di matrimonio, emigranti) ma anche di momenti caratterizzati da estrema tenerezza (come appunto nella già citata ninna nanna) o da struggente speranza e malinconia (come in Portme via da si, a nostro avviso uno dei brani migliori del disco), il tutto interpretato con grande vigore ed efficacia comunicativa.

Un lavoro dunque di sicuro interesse consigliato sia agli amanti della musica folk sia a chi è invece alla ricerca di atmosfere dal sapore più jazzistico.

 

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Simona Colonna    
  • Anno: 2012
  • Durata: 18:14
  • Etichetta: Associazione Artistica Anni Verdi / Musica Made in Biella

Elenco delle tracce

01. Bacialè

02. Masca vola via

03. Ninnaoh

04. Portme via da si

05. Brigante Stella

 

Brani migliori

  1. Portme via da si
  2. Masca vola via

Musicisti

Simona Colonna: voce e violoncello