ultime notizie

Lusenstock. Ripartire dall’Arte

Alpe Lusentino, Domodossola - 21 agosto 2021 /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-qformat:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5 ...

Fabio Caucino

Morimmo Tutti D’Abbondanza

Morimmo Tutti D’Abbondanza è il quinto album del cantautore torinese Fabio Caucino, uscito nel giorno dell’equinozio di primavera con l’etichetta Zanetti Records. Sono dieci i brani, di cui due strumentali. Un lavoro in omaggio a Paolo Conte e che già nel titolo racconta di fine e al tempo stesso vuole essere di buon auspicio per il futuro, proteso verso un nuovo inizio, una rinascita. La piuma che compare sulla copertina a fondo bianco, porta anche a pensare ad un preludio di leggerezza e all’essenzialità.

Eccomi
è la traccia che apre l’ascolto, con la voce di Fabio Caucino, dalla timbrica possente e accattivante,  accompagnata da solo due strumenti. I suoni della fisarmonica di Luca Zanetti e del violoncello di Paola Torsi sono registrati in presa diretta e compongono un tappeto sonoro che evoca suggestive atmosfere retrò. Ricordano certi paesaggi e arie caratteristiche di un mondo musicale visionario, cinematografico e onirico, ben descritto, ad esempio, dal compositore e polistrumentista di Brest, Yann Tiersen nella colonna sonora di un celebre film di Jean-Pierre Jeunet del 2001 (‘Le Fabuleux Destin d'Amélie Poulain’).

Sono diverse e interessanti le sfumature che si possono cogliere in questo lavoro. La sognante e delicata Occhi negli occhi – che evoca vagamente anche lo stile di liriche come Cara, canzone di Lucio Dalla – nei versi finali reca una dichiarazione, una importante promessa: “Io ci sarò”. L’attesa invece è la prima di due tracce strumentali presenti nell’album, ed è caratterizzata da contaminazioni elettroniche. Par di vedere una grande nave che salpa per l’aperto mare durante una tempesta, segnalando la sua presenza e il suo passaggio con il suono di una sirena. Proseguendo nella navigazione, questa grande imbarcazione conduce verso Il naufragio (traccia numero 4), tra le più interessanti dell’album. Il secondo episodio strumentale degno di nota è La pioggia di luglio. Piove davvero e copiosamente in questo brano che si “respira”. Pioggia che pulisce l’aria e libera nuove energie arrivando a mostrarci un cielo senza più nuvole.

Per finire in bellezza l’ascolto, accogliamo l’invito di una romantica fuga musicale d’autore con Via con me di Paolo Conte, canzone proposta in una vivace e originale reinterpretazione, condita da una punta di fischiettato Azzurro – celebre brano scritto sempre dalla penna di Conte e portato al successo da Adriano Celentano – che si veste di unicità.

Morimmo Tutti D’Abbondanza
è un viaggio musicale, un album di istantanee, un libro di racconti che veicolano un messaggio. Togliere tutto ciò che oscura, impedisce e appesantisce il cielo della vita, per tornare a sentirla scorrere e fluire anche con la sua pienezza e terapeutica leggerezza. Occorre attraversare una tempesta e sopravvivere a un naufragio, per rivedere la luce. “Morimmo Tutti D’Abbondanza” è – per dirla con le parole del suo autore - “un disco per far respirare l’anima”, necessità quantomai puntuale, in tempi come quelli che stiamo attraversando. E l’arte delle parole con la musica, sono una terapia efficace e una vincente forma di comunicazione universale, quando tutto il resto spesso fallisce.
Buon ascolto e buona rinascita.

L’album è disponibile sui maggiori store digitali, in CD e in vinile (anche in limited white edition) e sul sito ufficiale https://www.fabiocaucino.com



0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Anno: 2021
  • Durata: 38:08
  • Etichetta: Zanetti Records

Elenco delle tracce

01. Eccomi
02. Occhi negli occhi
03. L’attesa
04. Il naufragio
05. Torino
06. Non una parola
07. La stessa storia
08. L’amore necessario
09. Pioggia di luglio
10. Via con me – cover Paolo Conte

 

Brani migliori

  1. Il naufragio
  2. Non una parola
  3. L'amore necessario

Musicisti

Fabio Caucino: voce - Luca Zanetti: fisarmonica - Paola Torsi: violoncello