ultime notizie

Nuovo singolo de La Scelta, un ...

  Dopo due anni d’attesa dal loro ultimo lavoro, lo splendido Colore Alieno, ritorna il gruppo La Scelta, una delle formazioni più interessanti del nostro panorama musicale. Le aspettative erano ...

Massimo Lajolo & Onde Medie

Nirvana Market

Il torinese Massimo Lajolo con questo nuovo disco fa il punto sulla sua lunga esperienza musicale. Autore, cantante polistrumentista capace, ma anche musicologo e appassionato recuperatore di tracce sonore con la proposta di spettacoli che si muovono sul filo sottile della memoria musicale condivisa, tra canzoni e storie. Artefice a partire dal 2004 del progetto Onde Medie, condiviso con Gianni Marotta alle percussioni, Umberto Cariota al basso e Elisa Bertero alla seconda chitarra, Lajolo propone il suo recente Nirvana Market a quasi cinque anni da Distanze, prova d’esordio di questo gruppo.

«L’idea era quella di scrivere qualcosa che riflettesse la realtà contemporanea o, meglio ancora, alcune realtà contemporanee, private e pubbliche, che spesso s’incrociano e si condizionano più di quanto siamo portati a pensare. Alcuni pezzi in particolare sono nati proprio perché avvertivo l’urgenza di scriverli in questo preciso momento». Sono questi i presupposti che reggono il lavoro concentrato in Nirvana Market e l’abbiamo ascoltato ancora una volta sollecitati dall’urgenza dell’espressione, uno dei motori propulsori di molti lavori recenti che ci è capitato di frequentare. Urgenza sottolineata sempre dall’impossibilità di realizzare prodotti musicali in assenza di una rete efficace di gestione di concerti e della promozione, in assenza di mercato e in latitanza di passioni.

E devo confessare che quest’urgenza disperata, se da un lato segna drammaticamente il mondo della canzone e della musica, è anche uno stimolo formidabile che ci sta regalando chicche di espressione irrinunciabile. L'album, giocato spesso su atmosfere dalla struttura sintetica, necessaria come l’urgenza impone, ne è uno degli esempi efficaci. Ancora alle parole di Massimo Lajolo la possibilità di sintetizzare i temi narrativi del disco: «Queste dieci canzoni parlano di TV e bugie, di bellezza e di inganno, di solitudine e di dipendenza dalle passioni, di spiagge e autostrade, di anima e mercato.»

Buona urgenza a tutti.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Anno: 2010
  • Durata: 42:45
  • Etichetta: Autoprodotto

Elenco delle tracce

01. Non posso crederti

02. Spiagge libere

03. Non so resistere

04. Io e la mia scimmia

05. Il sole a gennaio

06. Vita liquida

07. Ipersong

08. Sto giù

09. Single

10. Tempo e carezze

Brani migliori

  1. Non posso crederti

Musicisti

Massimo Lajolo: voce, chitarra acustica, classica ed elettrica, piano, tastiere, armonica Giovanni "Don Pablo" Marotta : percussioni acustiche ed elettroniche Umberto Cariota : basso, voce Elisa "Chiodino" Bertero : chitarra, voce Donata Guerci : voce Cesare Petrelli : batteria Massimo Lisa : basso Marco Amistadi : oboe