ultime notizie

Venerdì 1 Marzo a Buccinasco la ...

Ce l’avevo quasi fatta, l’ultimo lavoro discografico degli Alti & Bassi (clicca qui per la recensione) esce ufficialmente nei negozi e sulle piattaforme digitali il 22 febbraio, dopo un ...

Cri & Sara Fou

Non siamo mai stati

A dispetto di quello che dichiarano dal titolo Non siamo mai stati, Cri e Sara Fou pare che siano stati parecchio, superando l’ambiguo della dichiarazione che può riferirsi ai luoghi ma anche alla disposizione d’animo. Non siamo mai stati lì o non siamo mai stati così, non siamo mai stati come ci avreste voluto o come avremmo desiderato. Resta sospeso, in equilibrio sulla fune che è il mestiere di quelli che prendono i ferri usati e partono a far la musica e le canzoni e gli inchini a fine serata.

Di Sara Fou (Sara Bronzoni) e Cri (Cristian Soldi) le note biografiche ci dicono che arrivano da esperienze artistiche diverse ma in questo disco sembrano totalmente omogenei e concilianti con le attitudini reciproche, costruendo un piccolo gioiello musicale. La voce di Sara Fou è uno strumento complesso che si misura con la costruzione sonora di canzoni che si incontrano felicemente sulla tecnica sapiente a filo di corde di Cri. Un duo che si propone dunque come processo complesso di sintesi dal punk e dal grunge fino al folk acustico e a una certa vena ascrivibile all’esperienza della canzone d’autore. A produrre Non siamo mai stati c’è Paolo Enrico Archetti Maestri degli Yo Yo Mundi, che regala a questo disco, tra le altre cose, la sua L’ennesima canzone sul tempo, duettando con Sara in quello che si svela come uno dei brani più intensi di questo disco.

Questo disco è un viaggio, non sarà un caso che in due canzoni, Lettera di morte apparente e La linea della lama, l’incipit reciti “Portami…” e ci si muove in bilico tra i passi e la strada percorsa e una più volatile nozione dell’andare con i pensieri, con la fantasia, con l’angoscia e la passione. Quasi che a chiedere d’essere portati sia la chitarra ad accogliere questo desiderio e ci prenda tra corda e corda e ci accompagni. Un disco intenso, giocato sulla tecnica fingerpicking e la ballad, in una sospensione emotiva fatta di immagini che se non prendono quasi mai la piega concreta delle storie sanno regalare comunque potente suggestione.

 

 

 

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Paolo Enrico Archetti Maestri
  • Anno: 2018
  • Durata: 38:15
  • Etichetta: Sciopero Records

Elenco delle tracce

01. Il vizio  
02. Nei Suoi Passi  
03. Rime di Vita  
04. Lettera di Morte Apparente
05.  Ciliegio  
06. L’Ennesima Canzone sul Tempo  
07. L’Abitudine  
08.  Novembre  
09.  Let’s Waltz  
10. Song For Pietro  
11. La Linea della Lama

Brani migliori

  1. L’ennesima canzone sul tempo
  2. Il vizio
  3. L’abitudine

Musicisti

Sara Bronzoni: voce, testi e melodie - Cristian Soldi: chitarre, handclap - Paolo Enrico Archetti Maestri: voce, chitarra, charango - Eugenio Merico: piatti - Andrea Cavalieri: basso e contrabbasso - Chiara Giacobbe: violini - Andrea Negruzzo: harmonium - Alan Brunetta: percussioni, marimba, glockenspiel - Simone Lombardo: flauti, ghironda, cornamusa - Dario Mecca Aleina: bracciolo