ultime notizie

10-11-12 settembre: Musica da Bere 2020

  L’undicesimo appuntamento con “Musica da Bere” - che anch’essa ha dovuto fare i conti con il Covid19 - sarà una tre giorni, con un’anteprima e due serate finali con ...

Vannini

Non siamo mica le star

Francesco Vannini costruisce i suoi album in una meditazione solitaria che gli permette di creare un impianto strutturale in cui tutti i componenti sono ben calibrati. Il sound compatto di Non siamo mica le star non permette sbavature a una prosa asciutta, inserita perfettamente nel suo tempo e fortemente critica verso il modo di vivere consueto che affastella la nostra quotidianità. Basterebbe esplorare il campionario di Resta comodo per rendersene conto: tutti spuntiamo il consenso dati in questa vita, accettiamo il compromesso per riuscire ad essere dentro la società. In una scanzonata atmosfera verghiana postatomica qualsiasi ribellione viene stigmatizzata per non cadere, per non far cadere Atlante dal suo posto scomodo.

In questo universo d’indifferenza parlare del proprio io diventa ridicolo quanto uno che si innamora di una prostituta. A un certo punto nell’album si cerca di lasciare il mondo crudele fuori dalla porta per vivere un abbraccio, un bacio, un amore (Preghiera); si fa un bilancio malinconico o una disquisizione semiotica sul concetto di valore (Se sono bravi tutti). In questo sistema la canzone più criptica Lascia in pace il tempo sembra custodire un segreto indicibile, un piccolo mondo antichino, anni ’80 più precisamente, anche nell’energia alla Toto che vorrebbe trasmettere la musica ritmata, o alla Springsteen nel suo tentativo di raccontare le storture personali senza deprimere la musica. È un po’ questo il pregio e allo stesso tempo il limite dell’album, che seppure apprezzabile perché non si assesta su una linea lagnosa che richiederebbero gli argomenti, risulta improntato tutto su uno stesso stile troppo uguale a se stesso. Come dicevo all’inizio, la coerenza che permette a Vannini di lavorare in completa indipendenza, produce d’altro canto una mancanza di variazioni sostanziali, di sconvolgimenti tra un brano e l’altro. In uno dei migliori, la title-track Non siamo mica le star, la scelta della voce effettata è una mossa azzardata, opinabile, una di quelle variazioni che invece avrebbero potuto investire altro.

Ma nel complesso l’album si mostra di gradevole ascolto, una mezz’ora di musica che ci porta a un sorriso beffardo, senza avvelenarci troppo nei confronti dell’altro, ma senza rimanere troppo comodi sui nostri divani a vedere il mondo che brucia.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Francesco Vannini
  • Anno: 2020
  • Durata: 34:24
  • Etichetta: DNV Production

Elenco delle tracce

01. Iene
02. Non siamo mica le star
03. Resta comodo
04. Canzoni dentro di me
05. Cobalto
06. Preghiera
07. Lascia in pace il tempo
08. Qui ora
09. Se sono bravi tutti

Brani migliori

  1. Non siamo mica le star
  2. Resta comodo
  3. Lascia in pace il tempo