ultime notizie

Daniele Gozzetti: il blues ha un ...

                  Nuovo progetto per Daniele Gozzetti, cantautore bresciano dall’anima rock ‘n’ roll. Si tratta di un video nel quale Gozzetti reinterpreta Blues run the game, un classico dell’americano Jackson ...

Fausto Leali

Non solo Leali

Premessa: Fausto Leali, per chi scrive, è una delle voci più interessanti che il nostro panorama musicale italiano abbia mai avuto, una delle personalità artistiche più incomprese considerando il fatto che ha alle spalle oltre cinquant’anni di carriera (iniziata nel 1961 a soli diciassette anni) passata attraverso il jazz, il rock, il rhythm & blues, il pop, fatta di momenti di incredibile successo ma anche di periodi bui, di (tredici) Festival di Sanremo, di Canzonissime, di Festivalbar, di tantissime altre manifestazioni canore, di accoppiate passate alla storia (con la Oxa in Ti lascerò, ad esempio), di musicarelli, di televisione, di un libro scritto. Insomma, nonostante tutto, una carriera davvero eccezionale. Detto ciò, seguendo l’idea del suo produttore Mario Limongelli, il bravo Fausto ha realizzato un album, Non solo Leali, composto da “duetti semplicemente unici”, come recita il sottotitolo.

Dando un’occhiata ai nomi degli ospiti intervenuti, non c’è nulla da eccepire. Ascoltando il disco, qualcosa risulta meglio riuscita, qualcosa un po’ meno, ma nel complesso il risultato è molto buono grazie a un Leali ancora formidabile e in formissima sotto il punto di vista sia vocale che interpretativo. Unica voce femminile presente è lei, Mina, che pare abbia proposto a Fausto di duettare in A chi mi dice, brano dei Blue adattato in italiano da Tiziano Ferro, in cui la Tigre di Cremona e il Leone di Nuvolento ruggiscono focosamente, regalando una zampata d’emozione incredibile pari a quella di una trentina di anni fa in Via di qua. Tra i momenti più intensi ci sono Sempre e per sempre, cantato con l’amico e titolare del brano Francesco De Gregori; così come il brano
Solo lei, gioiello del 1974 composto dalla coppia Franca Evangelisti/Fabio Massimo Cantini, qui proposto insieme a Claudio Baglioni; When A Man Loves A Woman, che nella versione italiana scritta da Maurizio Piccoli si è trasformata in Quando ami una donna, brano soul proposto originariamente da Percy Sledge, ora interpretato con Tony Hadley (qui sopra nella foto di Marco Piraccini). C’è da aggiungere che il duetto con lo storico frontman degli Spandau Ballet ha quel qualcosa in più che fa vibrare le corde vocali ed emotive sia di Leali che di Hadley, sicuramente per il territorio musicale caro e consono a entrambi, oltre che per quel tocco internazionale che dà respiro all’intero progetto.

Interessante la rilettura del classico napoletano Vierno con il rapper Clementino; molto standard Io che non vivo (senza te) con Massimo Ranieri; apprezzabili Vita con Umberto Tozzi, Lo zingaro felice con Alex Britti, Crazy con Renzo Arbore; Gianna con Enrico Ruggeri poteva essere sostituita con un’altra canzone più nascosta, e dunque da valorizzare, di Rino Gaetano. Il viaggio di Fausto Leali prosegue con passione, entusiasmo e umiltà, caratteristiche fondamentali di chi non si sente mai arrivato ma è sempre alla ricerca di un senso nuovo da infondere alla sua musica.

 

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Nicolò Fragile (brani da 1 a 8) – Lucio Fabbri (brani 9 e 10)
  • Anno: 2016
  • Durata: 38:26
  • Etichetta: Nar International/Universal

Elenco delle tracce

01. A chi mi dice – feat. Mina
02. Sempre e per sempre – feat. Francesco De Gregori
03. Lo zingaro felice – feat. Alex Britti
04. Vita – feat. Umberto Tozzi
05. Crazy – feat. Renzo Arbore
06. Gianna – feat. Enrico Ruggeri
07. Quando ami una donna – feat. Tony Hadley
08. Vierno – feat. Clementino)
09. Io che non vivo (senza te) – feat. Massimo Ranieri
10. Solo lei – feat. Claudio Baglioni

Brani migliori

  1. Sempre e per sempre
  2. Solo lei
  3. Quando ami una donna