ultime notizie

Nuovo singolo de La Scelta, un ...

  Dopo due anni d’attesa dal loro ultimo lavoro, lo splendido Colore Alieno, ritorna il gruppo La Scelta, una delle formazioni più interessanti del nostro panorama musicale. Le aspettative erano ...

Matia Bazar

One1Two2three3Four4 volume 2

One1Two2three3Four4 volume due esce a pochi mesi di distanza dal primo omonimo volume. Anche in questo caso si tratta di una raccolta di brani portati al successo da altri gruppi arrangiati e interpretati ex novo dai Matia Bazar. Progetti dedicati alle cover possono avere anche una loro logica e dignità. Non ultimi possono essere citati “BeatREgeneration” dei Pooh, desiderosi di confrontarsi con le canzoni che hanno contraddistinto la loro giovinezza, e “Rock e Poems” di Massimo Priviero, un omaggio alla musica d'autore nel mondo del rock anglofono. Diventa però difficile capire come possano essere mischiati, senza nessun filo conduttore, brani di artisti, generi, epoche così differenti. Anche perché se l'unica prerogativa è quella di aver "fatto successo" allora il filtro di scelta pare essere davvero minimo. Gli arrangiamenti stessi poi non contribuiscono a rendere efficace il cd e il confronto con le versioni originali è alcune volte imbarazzante. Il progetto risulta quindi poco convincente e destinato ai fans, o ad ascoltatori superficiali, dal palato poco fino – per intenderci quelli che acquistano i cd negli autogrill e nei cestoni dei centri commerciali. Degni di rispetto anche loro, ci mancherebbe, ma da artisti di fama e capacità del livello dei Matia Bazar sarebbe giusto e doveroso attendersi molto di più.
Non è certo la qualità dei musicisti ad essere messa in discussione, e nemmeno le capacità vocali di Roberta Faccani dotata di un’estensione vocale non comune, ma accostare le Orme ai Ricchi e Poveri i Subsonica ai Righeira, gli Stadio agli Alunni del Sole i Litfiba ai Gens sembra quantomeno una forzatura, peraltro piuttosto inutile.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Piero Cassano & Giancarlo Golzi
  • Anno: 2008
  • Durata: 51:20
  • Etichetta: Bazar Music/Universal

Elenco delle tracce

01. Amico di ieri
02. C’è una strana espressione nei tuoi occhi
03. Per chi
04. Tutti i miei sbagli
05. L’estate sta finendo
06. Sorprendimi
07. Quella carezza della sera
08. Dedicato a te
09. Pugni chiusi
10. Il mio corpo che cambia
11. L’ora dell’amore
12. Che sarà/Le ragazze/La terra dei cachi
13. ‘A canzuncella
14. Grido d’amore

Brani migliori

  1. Grido d’amore

Musicisti

Giancalro Golzi: batteria,voce
Piero Cassano
: chitarra acustica, keyboards, voce
Fabio Perversi
: piano, keyboards, voce
Roberta Faccani
: voce

Giorgio Cocilovo: chitarre
Luca Scansani
: basso
Max Longhi
: tastiere, hammond, programmazioni