ultime notizie

Giulio Casale: “Inexorable”, nuovo disco in ...

Conferenza stampa di presentazione "Inexorable", 4 dicembre, Circolo Culturale La Corte dei Miracoli – Milano. di Giuseppe Verrini Inesorabile Casale. Ancora, più forte di prima, torna la voglia di raccontare di ...

Cani Sciorri

Parte I

Con  oltre tre lustri di militanza alle spalle ed esperienza live extra-large, tornano a ringhiare i Cani Sciorri con Parte I, complice anche l'amicizia con la noise-cult-band dei Cherubs, stimolatori involontari dei tre cuneesi, durante uno scambio d'opinioni, davanti a un bicchiere di birra. L'approccio con Parte I non dispensa dubbi sulla qualità del lavoro perché esprime con veemenza salubre tutto ciò che non gira in orbita esistenziale e prova a destare le nostre coscienze con scossoni deflagratori. Aprono l'incendio con la ferocia di Kevin's birthday e le chitarre che ruggiscono nei tessuti dei Super Elastic Bubble Plastic, con la voce di Alessandro Cerrato interrata dietro muri noise. Bella l'apertura di Festa famosa ispirata, nella scrittura, dall'anima dei Stone Temple Pilots ma con personalismi di tutto rispetto che nulla invidiano a quelli dei grandi nomi e, col tappeto grunge alt-rock, la "Festa" resta in testa.  Andazzo incendiario anche per Sbudellare l'anima che sa sferrare un bel malrovescio sul diaframma con strali grintosi e schizzi deliranti. 

Se cercate un episodio ballad,  beh, scordatevelo in fretta: incalza Fuja fuja a scacciare aspettative di quiete, poiché l'ossessività è un dogma irrinunciabile per la band, che ha costruito su essa la propria cifra stilistica ed il pezzo in questione non tradisce il trademark esecutivo. L'alta tensione che scarica l'elettrica di Cerrato in Grunge 2 (Dimmi Dimmi) è un gran bel sentire, con caratura  tecnica che lambisce quella di Jonathan Gasparini dei reggiani Mamamicarburo. C'è sudore,  c'è abrasione, c'è acredine ma, soprattutto, c'è Astio nelle trame assemblative e ciò si avverte con netta precisione, con  quelle infiltrazioni demenziali capaci di mettere il carico da novanta per godere di una rispettabile opulenza uditiva.

It's only rock'n'roll? Si ! Ma di grande effetto ed i Cani Sciorri hanno mestiere internazionale per non banalizzarsi con quattro accordi messi lì, alla spera-in-Dio, come fanno in tanti e ti sparano Elisabetta con saette di acida ironia. Chiude il percorso bellico l'ipnotismo demoniaco di Satan's boys , assumendo l'aspetto di un power-mantra claustrofobico che non lascia scampo. Parte I è un inferno di cristallo Swarovsky, prezioso e ambizioso, ove brilla una lucentezza che scatenerà lodevole invidia: una mezzora di rabbioso delirio a tinte scure, vietato ai deboli di cuore ma pura benzina per chi si nutre di escursioni sonore dalle forti emozioni.

 

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Erik Wofford e Cani  Sciorri
  • Anno: 2018
  • Durata: 31:33
  • Etichetta: Santavalvola Records

Elenco delle tracce

01. Kevin's birthday
02. Festa famosa
03. Sbudellare l'Anima
04. Fuja fuja
05. Grunge 2 (Dimmi dai)
06. Astio
07. Elisabetta
08. Satan's boys

Brani migliori

  1. Festa famosa
  2. Astio
  3. Kevin's birthday

Musicisti

Alessandro "Cerr" Cerrato: voce, chitarra  -  Daniel Daquino: batteria  -  Francesco Lamberto: basso