ultime notizie

Nuovo singolo de La Scelta, un ...

  Dopo due anni d’attesa dal loro ultimo lavoro, lo splendido Colore Alieno, ritorna il gruppo La Scelta, una delle formazioni più interessanti del nostro panorama musicale. Le aspettative erano ...

Stefano Tessadri

Passione e veleno

Arriva al terzo album Stefano Tessadri. Dopo “Dietro ogni attesa” e “Malocuore” l’attesa per Passione e veleno era giustificata dal bisogno di verificare le capacità di questo giovane autore milanese, con un piede nel rock e l’altro nella canzone d’autore. Non è facile scrollarsi di dosso l’etichetta di “clone” di Tom Waits come in molti hanno detto e scritto (anche se piacerebbe a molti artisti sentirsi “accusare” d’essere clone di un monumento della musica cantautorale U.S.A.) e Stefano aggiunge benzina sul fuoco con una bella versione di “Tango till they’re sore” che diventa un sincopato Tango di Capodanno, gradevole e suadente come tutta la musica waitsiana quando impostata nella forma di ballata, con il pianoforte e la fisarmonica a dare tempo ed atmosfere.

Ma non c’è solo il nume Waits a tenere la mano di Tessadri compositore (sia i testi che le musiche sono di sua mano), perché la lezione del rock di qualità è entrata ben sottopelle sia nel suono prettamente roots come avviene nella bella e misteriosa Il confine oppure nella swingante Putto ribelle. Interessante, nel suo svolgimento, anche La nave, con l’inizio umoristico ripreso subito da una musica di maniera che ha nel suono dell’arpa uno dei punti di forza, così come la voce di Tessadri che si trasforma in una sorta di voce narrante ricordando le modalità espressive di Capossela. Il finale, con Fantasma d’amore, è (insieme a Il confine) il segno distintivo di questo lavoro che richiama le ragioni di una creatività artistica che ha ancora molte frecce nel proprio arco ma che ha anche bisogno di calcare quanti più palchi possibile per un necessario scambio artista/pubblico.

La voce c’è, con un timbro interessante e ruvido quanto basta, i musicisti danno il loro adeguato apporto, le idee anche ed è sufficiente orientarle nella direzione giusta. Non dovrebbe essere difficile con queste premesse riuscire a costruirsi un repertorio importante e, soprattutto, sempre più personale.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Stefano Tessadri & Gianluca “Fast” Fasteni
  • Anno: 2008
  • Durata: 47:02
  • Etichetta: Novunque

Elenco delle tracce

01. Il confine
02. Verrà da me
03. Dove andrai
04. Gli stessi tuoi occhi
05. Tango di capodanno
06. Putto ribelle
07. Non è più tempo di Bohème
08. Il twist dei gemelli siamesi
09. Amor di sangue
10. La nave
11. Fantasma d’amore

Brani migliori

  1. Tango di capodanno
  2. Il confine
  3. La nave

Musicisti

Stefano Tessadri: voce, tastiere, chitarra elettrica, pianoforte, fisarmonica, campanaccio, lame sonore
Mauro “Rey Fagiano” Florem
: batteria, percussioni
Sergio Armaroli
: frusta, wistel train, timpani, marimba, rumori, bottigliofono, kalimba, ocean drum, veliero
Gianluca “Fast” Fasteni
: chitarra elettrica, chitarra acustica, slide, banjo, cassa da banda, basso acustico
Agostino Marino
: contrabbasso, piatti, bassotuba, basso acustico
Paolo Di Lello
: armonica
Socrate Verona
: viola
Sergio “Cosmic” Panigada
: steel guitar, chitarra elettrica
Valentino Finolli
: clarinetto basso
Giuliano Mattioli
: arpa
Nadia Galimberti
: voce