ultime notizie

Venerdì 1 Marzo a Buccinasco la ...

Ce l’avevo quasi fatta, l’ultimo lavoro discografico degli Alti & Bassi (clicca qui per la recensione) esce ufficialmente nei negozi e sulle piattaforme digitali il 22 febbraio, dopo un ...

Cettina Donato quin tett

Pristine

L’impatto iniziale che caratterizza Pristine, album appena pubblicato della pianista Cettina Donato, è quello di una “big band”, anche se in realtà si tratta di una formazione a cinque, per il fatto che la grinta e la potenza sonora sono decisamente importanti. Sei brani originali, due cover di quelle che potremmo definire ingombranti, ovvero Summertime, dall’intro quasi psichedelico e dallo svolgimento successivo in cui si susseguono ritmi spezzati e tempi dispari, e A Night in Tunisia, tesa e nervosa fin dalle prime note, ricca di fughe e stop improvvisi, vale a dire Gershwin e Gillespie, che sono la storia del jazz.

Ebbene i brani firmati dalla giovane pianista reggono in modo convincente il confronto: Camera con vista (una notte insonne), ad esempio, è ricco di fraseggi complessi, cambi di ritmo, ha una dinamica accattivante, così come Stromboli, viceversa, è brano più meditativo, quasi da jazz club fumoso, (quando nei locali pubblici fumare era ancora permesso e contribuiva a “creare l’atmosfera”…). Waltz time invece è un brano romantico, quasi una sorta di colonna sonora adatta a commentare una commedia musicale, Cum passì dda invece ha le caratteristiche di un mix di atmosfere mediterranee che percorre a volo radente le coste dell’Italia del sud catturandone odori e sapori; Mel Lewis riporta l’ascoltatore fra i grattacieli della Manhattan degli anni ’40 oppure, volendo, su un immaginario set ispirato a Casablanca, tra nebbie ed immagini in bianco e nero, complici atmosfere sognanti e decadenti. Insomma, a conti fatti, un gran bel viaggio tra differenti stati d’animo, ricco di immagini e di situazioni.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Cettina Donato & Domenico di Gregorio
  • Anno: 2008
  • Durata: 51:06
  • Etichetta: Wide Sound Jazz Production

Elenco delle tracce

01. Conchita blues
02. Stromboli
03. Camera con vista (una notte insonne)
04. Summertime
05. Waltz time
06. Cum passì dda
07. Mel Lewis
08. A Night in Tunisia

Brani migliori

  1. Stromboli
  2. Camera con vista (una notte insonne)
  3. Cum passì dda

Musicisti

Daniele Zappalà: trumpet, flugelhorn
Dario Miano
: tenor saxophone
Cettina Donato
: piano
Paride Furzi
: double bass
David Lo Cascio
: drums
Jerry Popolo
: tenor and soprano saxophone
Gabriele Pesaresi
: double bass
Roberto Desiderio
: drums