ultime notizie

Un’altra Italia, nuovo singolo di ...

L’artista è colui che riesce a esprimere attraverso la sua opera pensieri, emozioni, sentimenti che appartengono a tutti e in cui ognuno può riconoscersi. Una volta c’erano gli intellettuali ...

Paologatto

Psicopatologie di una coppia moderna

Scorre meravigliosamente all’ascolto il disco d’esordio del cantautore pugliese Paolo Iacovelli, in arte Paologatto. Le canzoni di Psicopatologie di una coppia moderna sono paragrafi di un audioromanzo (come è specificato all’interno del booklet) che conducono l’ascoltatore in una viaggio, la storia d’amore di una coppia moderna, fatto di molteplici sentimenti, emozioni e momenti che si intrecciano, si ribaltano, si riflettono. Un’opera, o meglio un concept, in cui ogni brano ha una precisa fisionomia sotto il punto di vista del sound e/o delle influenze musicali, ma che nonostante tutto appare unitario e ben concepito.

 

“La nave salpò, con a bordo due anime...”, è l’inizio del prologo scritto. Da qui, poi, si parte con la musica unita alle parole di Smettere, uno degli episodi migliori dell’album che delinea benissimo chi è Paologatto artisticamente parlando. Emerge, infatti, uno stile già messo a fuoco sia a livello musicale, sia testuale, sia interpretativo. Tutti i brani che seguono sono molto buoni, alcuni arrivano maggiormente all’orecchio (ad esempio Un po’ più bella e Canzone di sola andata, due singoli fortissimi), altri alla testa (Roma o Da lontano).

 

Un esordio che svela una interessante personalità “on the road”, sempre alla ricerca di dare un senso preciso alla sua arte, ora con la musica, ora con il teatro e il cinema, ora con gli studi di filosofia. Insomma, uno che ha le antenne ben sintonizzate sul mondo e che si sforza di interpretarlo come meglio può. Molto bello il videoclip di Smettere, girato a Gravina in Puglia (sua città natale) e scritto e diretto dal giovane regista barese Ermes Di Salvia (vincitore del secondo premio sez. Cortolibero al “Murgia Film Festival” con Il cielo della domenica). Le carte in regola ci sono tutte, ora è solo questione di...

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Savio Cannito e Paolo Iacovelli
  • Anno: 2010
  • Durata: 45:18
  • Etichetta: Just Play Music/Goodfellas

Elenco delle tracce

01.  Smettere

02.  Le cose che ho da fare

03.  Inter-Rail

04.  Un po’ più bella

05.  Perle e briciole

06.  Canzone di sola andata

07.  Acquacheta

08.  Trasparente

09.  Roma

10.  Senza perderti di vista

11.  Da lontano

12.  Lontano

Brani migliori

  1. Smettere
  2. Un po’ più bella
  3. Canzone di sola andata

Musicisti

Paologatto: voce, chitarre, piano, arrangiamenti Lorenzo Castigliego: chitarre Michele Montepeloso: chitarre Stefano Valenzano: basso Egidio Rondinone: batteria Graziana Aceto: violini e armonizzazioni Gino Palmisano: pianoforte in Inter-Rail e Da lontano Achille Granieri: pianoforte in Canzone di sola andata e Trasparente Vito “La conga” Cascella: percusiioni in Un po’ più bella Virginia Dimita: voce in Roma