ultime notizie

TENER-A-MENTE, Festival del Vittoriale 2022: dal ...

  Martedì 7 Giugno, nella deliziosa cornice di Palazzo Broletto a Brescia, si è svolta la conferenza stampa di presentazione di ‘TENER-A-MENTE, il Festival del Vittoriale’ che si terrà dal 25 giugno ...

Comandante Spirito & Que Viva Gang Orchestra

Que Viva Gang!

Il canzoniere dei Gang, come lo ha definito lo stesso Marino Severini, è una grande casa con tante stanze, una per ogni canzone. Que Viva Gang, l’album-tributo alla band marchigiana realizzato da Gianluca Spirito - chitarrista dei Modena City Ramblers - e dalla sua Que Viva Gang Orchestra, racchiude dieci canzoni come altrettante stanze, calde e accoglienti, dove ritrovare parole, note e personaggi familiari. Ma le stanze (la metafora è sempre di Marino, come si legge nelle note di copertina del disco) sono state ridipinte, ristrutturate, ampliate, arricchite di nuove energie e di nuove idee. Vecchi brani sono stati rispolverati e si sono ammantati di una nuova veste, altri hanno acquisito una rinnovata dimensione, investiti da una ventata di gioia e di allegria. Perché i musicisti dell’Orchestra del “Comandante” Spirito si sono davvero divertiti, hanno fatto festa mentre suonavano e cantavano questi pezzi, e questa sensazione si trasmette all’ascoltatore. Così, il panorama che si può ammirare da “casa Gang”, quello delle colline di Filottrano, si è rivestito delle tonalità dell’Isola di Smeraldo, il verde dei rilievi delle Marche sfuma in quello del mitico colle di Tara, i riflessi delle acque dell’Adriatico si tingono del blu del mare Celtico. Le sonorità degli strumenti irlandesi, come bodhran, cornamusa, tin whistle, ma anche di quelli appartenenti a varie tradizioni (tres cubano, tiple colombiano, cunchas galiziane, bozouki greco e molti altri) da una parte rimandano a quelle dei MCR, dall’altra impreziosiscono e danno nuovo respiro a canzoni senza tempo come Socialdemocrazia, Le radici e le ali, Oltre, Quando gli angeli cantano.

L’incontro tra Spirito e i fratelli Severini risale a vent’anni fa ed ebbe luogo alla “Cantina Mediterraneo” di Frosinone, in occasione del Frosinone Folk Festival: qui, per la prima volta, i musicisti condivisero il palco. Il progetto musicale che sta alla base del disco nasce in realtà nel 2015: il chitarrista aveva organizzato a Roma due concerti dei Gang, per promuovere il loro album Sangue e Cenere, e l’evento venne chiamato proprio Que Viva Gang. Dopo quell’episodio Spirito ha proposto molto spesso i brani della band marchigiana, tanto quelli più celebri che quelli raramente eseguiti dal vivo, insieme al suo storico gruppo di combat folk romano Ned Ludd e ai fratelli Severini, in oltre una ventina di concerti. Per ricordare quella bellissima avventura, alcuni di quei pezzi, scelti da una scaletta che ne includeva più di 50, sono stati registrati per questo album.

Da segnalare la presenza di brani come Dante Di Nanni degli Stormy Six, poi In fabbrica dedicata a Damiano “Gnappo” Zorzo, giovane musicista milanese scomparso recentemente (il 31 dicembre 2021) a soli 36 anni – ricordiamo che sia i Severini che i MCR hanno preso parte, lo scorso 27 marzo, ad un concerto in memoria di Zorzo, tenutosi a Magenta nell’ambito del “Revolution Rock Festival” – e Fino alla fine, che contiene nel finale la voce di Salvador Allende nel Palazzo della Moneda di Santiago del Cile, registrata durante il suo ultimo discorso dell' 11 settembre 1973. E la delicatezza di Vorrei, ispirata canzone d’amore, e di A Maria, che ricorda la figura di Maria Santiloni Cavatassi, donna che spese la sua vita per la conquista della dignità da parte del mondo contadino, allargano il cuore ed infondono speranza.

Que Viva Gang è un disco militante, che racchiude in sé l’impegno politico e sociale, la memoria della Resistenza, ma anche la bellezza e la poesia. L’Orchestra è un nutrito e variegato ensemble di musicisti che comprende Francesco Moneti degli stessi MCR, Andrea Verde, Giovanni di Folco, Roberto Billi, Gabriele Frisci e tantissimi altri, più, naturalmente, gli stessi Marino e Sandro Severini. Il disco, autoprodotto, esiste solo in supporto fisico ed è acquistabile contattando Gianluca Spirito a nedludd@alice.it.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Gianluca Spirito
  • Anno: 2022
  • Etichetta: Autoprodotto

Elenco delle tracce

01. Socialdemocrazia
02. Dante Di Nanni
03. Iside
04. Le radici e le ali
05. A Maria
06. Vorrei
07. Oltre
08. In fabbrica
09. Quando gli angeli cantano
10. Fino alla fine

Brani migliori