ultime notizie

‘Emozioni. Viaggio tra le canzoni di ...

Quest'anno sono vent'anni che non c'è più. Venti che in alcuni giorni sembrano mille ed in altri, quando i suoi dischi girano e strusciano sotto la puntina, sembrano ...

Shanghai Noodle Factory

Second Nature

In Italia non mancano ottimi artisti blues di caratura internazionale o band roots rock di indubbio valore, nell’ ambito southern rock che sconfina nelle jam band, al contrario non siamo mai stati, ad un certo livello, troppo prolifici. Negli ultimi anni hanno ottenuto ottimi meritati consensi i friulani W.I.N.D, una realtà ormai consolidata anche all’estero.

Second Nature è l’album di esordio dei Shanghai Noodle Factory. Non tragga in inganno il nome del gruppo, identico ad una canzone dei Traffic di Steve Winwood.

Subito dalla prima traccia è tutto chiaro, ci troviamo di fronte ad un CD di rock/blues di forte ispirazione southern e jam band, dai chiari riferimenti stilistici (Gov’t Mule, Dereck Trucks Band, Allman Brothers Band). IL CD è composto da dieci tracce, ben otto delle quali inedite e a loro firma, e due sole cover. Il leader della band è l’esperto chitarrista piemontese Max Arrigo che nella sua carriera vanta collaborazioni di prestigio (Johnny Neel & W.I.N.D., Mauro Pagani, Pat Savage, Marc Ford...) ottimamente coadiuvato dalla tosta sezione ritmica composta da Alessandro Picciuolo (basso) e Roberto Tassone (batteria) e dall’ottima e caratteristica voce di Diego Tuscano, in passato componente degli interessanti valdostani Sannidei ed Elettrocirco, fortemente ispirata da Paul Rodgers dei Free. Impossibile non citare gli ospiti, l’armonicista Dave Morelli, presente in tre tracce e soprattutto Jono Manson, voce solista nella canzone che da il titolo al CD e Joe Pitts alla chitarra in Son of the witch. Nulla di nuovo forse, ma agli amanti di questo genere probabilmente non servono voli pindarici, ma collaudati punti fermi. Un’ottima chitarra Gibson suonata anche in slide, distorsione quanto basta, wha wha nei punti giusti, voci adatte al genere ed una sezione ritmica efficace e pulsante.

Raramente un CD di esordio risulta essere così convincente e maturo e questo fa ben sperare per il proseguo della loro attività. Gli appassionati non potranno non apprezzare Second Nature, progetto che se adeguatamente promosso anche in nazioni dove il southern rock ha molti fans, potrebbe ottenere meritati consensi. Il difficile viene ora, confermarsi con un secondo progetto discografico e soprattutto nei concerti dal vivo.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Shanghai Noodle Factory
  • Anno: 2009
  • Durata: 48:07
  • Etichetta: Autoprodotto

Elenco delle tracce

01 Mama’s pride

02 Hard times are coming

03 Come on in my kitchen

04 Away from you

05 Long way from home

06 Good morning little school girl

07 Never know

08 Second Nature

09 Son of the witch

10 The moon is knocking

Brani migliori

  1. Hard times are coming
  2. Long way from home
  3. Never know

Musicisti

Max Arrigo (chitarra, voce) Diego Tuscano (voce) Alessandro Picciuolo (basso) Roberto Tassone (batteria)
Jono Manson (voce ) Joe Pitts (chitarra) Dave Morelli (armonica)