ultime notizie

Giulio Casale: “Inexorable”, nuovo disco in ...

Conferenza stampa di presentazione "Inexorable", 4 dicembre, Circolo Culturale La Corte dei Miracoli – Milano. di Giuseppe Verrini Inesorabile Casale. Ancora, più forte di prima, torna la voglia di raccontare di ...

Oloferne

Segno d’acqua

Disco di mare e disco di terra – anzi, meglio dire “di terre” – il nuovo lavoro degli Oloferne si muove intorno a questi due territori e di conseguenza le melodie viaggiano, tra il Sudamerica ed il Vicino Oriente, in una sorta di continuum spazio-temporale.
Il viaggiatore, L’argonauta, misterioso e leggendario come si conviene a questa figura mitologica, che si muove tra l’America Meridionale, Volver, La Piedra del Paranà e le coste mediterranee, Byzantium, attraversando quel mare che, a seconda delle occasioni, può essere amico e compagno di viaggio, oppure mortale nemico (La preghiera del marinaio, A largo di Punta Stilo, Il segno d’acqua).
Ma il viaggio può anche essere figurato, immaginato, oppure, perché no, interiore, L’amore della salamandra, ad esempio, peregrinazione contorta, aspra, come tanti pensieri, o ancora malinconica, evocativa, come in Controcanto.
Nella musica degli Oloferne, marchigiani, c’è tanto della loro regione, il mare, le colline che si rincorrono appena dietro, le vallate da percorrere con calma, gustando il paesaggio che scorre… non è difficile, allora, trasportare tutto verso orizzonti più ampi e viaggiare anche con la fantasia.
Non più musica folk, allora, perché l’ambiente è mutato e non si limita alle proprie origini, ma suoni che si potrebbero definire “zingareschi”, suoni che cercano e trovano nelle strade del mondo il loro terreno ideale; e se si viaggia con la fantasia, allora mille altri scenari sono possibili.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Oloferne
  • Anno: 2008
  • Durata: 48:34
  • Etichetta: Oloferne

Elenco delle tracce

01. L’argonauta
02. Volver
03. L’amore della salamandra
04. La Piedra del Paranà
05. La preghiera del marinaio
06. A largo di Punta Stilo
07. Controcanto
08. Byzantium
09. Oggi i pensieri sono alberi
10. Fa diesis come Fard (nuova versione)
11. Il segno d’acqua

Brani migliori

  1. Volver
  2. A largo di Punta Stilo
  3. Oggi i pensieri sono alberi

Musicisti

Giacomo Medici: voce chitarra acustica, cabala, spring drum
Alessandro Piccioni:
basso, voce, flauto, pennywhistle
Gianluca Agostinelli:
chitarra elettrica
Giuseppe Cardamone:
violino
Marco Medici:
batteria, djambè, clave, tinaka

Leonardo Sbaffi: sassofono