ultime notizie

10-11-12 settembre: Musica da Bere 2020

  L’undicesimo appuntamento con “Musica da Bere” - che anch’essa ha dovuto fare i conti con il Covid19 - sarà una tre giorni, con un’anteprima e due serate finali con ...

Mama Grande

Settembre e il sole

Mama Grande è il nome del nuovo progetto firmato Andrea De Luca, già protagonista in passato dei Radio City. Firma tutti i testi e gran parte delle musiche di questo disco che musicalmente affonda le sue radici principalmente nel folk-blues, in cui non è però difficile trovare anche influenze country, soul e persino reggae. Così come Mama Grande, la sovrana assoluta del regno di Macondo e protagonista del racconto I funerali della Mama Grande di Gabriel Garcia Màrquez riuniva in sé, attraverso i propri ricordi tutti i vizi, le passioni, le esperienze dell’immaginario mondo di Macondo questo disco riunisce in sé tutte le esperienze e le passioni musicali legate al passato del suo autore.

Il tutto è ben miscelato e ne esce un blend esplosivo, che a tratti sembra uscire dai mitici anni ’70 per la presenza di strumenti come l’hammond e bei cori in background a caratterizzare i passaggi più R&B; persino il minutaggio del disco sembra portare alla mente ricordi legati al vecchio e caro vinile. Ecco però poi iniezioni più folk e soul legate alla presenza di fiati e percussioni, il tutto a creare un sound comunque sempre energico e affascinante.

A ciò si devono aggiungere la bella voce, un po’ ruvida, di Andrea De Luca che si adatta perfettamente al genere intrapreso e testi che ripercorrono temi spesso dei classici del blues come la morte in Conosco chi mi ha ucciso, la natura in Rivolo d’acqua azzurra il sesso in Donna, la presenza del diavolo in Diavolo che va a cavallo. I temi sono classici ma affrontati con uno stile moderno, molto asciutto, è sufficiente prendere ad esempio il ritornello della title-track «ma per oggi il campo è oro, ci sono farfalle in coro / sono in volo per noi / questo settembre e il sole c’è» per rendersene conto.  

Non c’è forse una canzone trainante, c’è piuttosto un bell’insieme di buone canzoni. Il disco è comunque molto godibile e si lascia apprezzare sin dal primo approccio, non stancando neppure dopo ripetuti ascolti.  

 

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Anno: 2011
  • Durata: 39:26
  • Etichetta: EtnoAcustica / Self

Elenco delle tracce

01. Conosco chi mi ha ucciso

02. Quello che un uomo ha

03. Settembre e il sole

04. Prima e dopo

05. Uomo

06. Rivolo d’acqua azzurra

07. Io so chi sono

08. Altro non vedo …

09. Donna

10. Diavolo che va a cavallo

Brani migliori

  1. Settembre e il sole
  2. Quello che un uomo ha
  3. Io so chi sono

Musicisti

Andrea De Luca: voce, chitarre acustiche, dobro Simona Bonavita: voce, cori Enrico De Luca: basso, dobro, chitarre acustiche Saverio Pasotti: chitarre elettriche, chitarre acustiche, banjo, dobro Vincenzo Pastano: chitarre elettriche Federico “Joe” Benetti: chitarre elettriche, chitarre acustiche Francesco Angelini: piano, hammond, wurlitzer Valentino “Wally” Bianchi: sax alto, sax tenore, sax baritono Andrea Camosci: sax tenore Massimo Bertusi: batteria Fabrizio Luca: percussioni Marco Gualandra: batteria (1) Tommy Ruggieri: batteria (3) Tony Farina: armoniche (4) Massimo Lanzi: cori (6)