ultime notizie

Venerdì 1 Marzo a Buccinasco la ...

Ce l’avevo quasi fatta, l’ultimo lavoro discografico degli Alti & Bassi (clicca qui per la recensione) esce ufficialmente nei negozi e sulle piattaforme digitali il 22 febbraio, dopo un ...

Andrea Parodi

Soldati

Secondo cd per il cantautore canturino Andrea Parodi, omonimo del compianto leader dei Tazenda, a ben cinque anni dall’esordio avvenuto con l’acerbo “Le Piscine di Fecchio”.
Andrea si sta muovendo a trecentosessanta gradi nell’ambiente musicale italiano. In questi anni è stato infatti direttore artistico per alcuni festival, ha condotto trasmissioni radiofoniche ed ha collaborato con alcuni periodici musicali come redattore. La sua musica si ispira alla tradizione cantautorale italiana, in particolare ad artisti come Fabrizio De Andrè e Massimo Bubola, al roots rock americano e al Tex/Mex.
Soldati
è una sorta di concept album, sedici tracce che hanno come filo conduttore storie di guerra, di vita e di morte. Rispetto al primo lavoro Parodi è maturato nella stesura dei testi, nel saperli rendere dei “racconti” da ascoltare, fluidi e interessanti. Per quanto riguarda le parti musicali, emergono in modo preponderante le contaminazioni d’oltre oceano, complice la produzione di Bochephus King e John Sheep. Parodi dovrà lavorare invece ancora sulla voce, che, benché migliorata, non è equiparabile alla qualità dei testi e delle musiche. A “Soldati” hanno partecipato una parata di ospiti talmente numerosa da risultare difficili da elencare: Claudio Lolli, Luigi Grechi, The Gang, Laura Fedele, Luca Mirti dei Del Sangre, Luca Ghielmetti, Massimiliano Larocca, Claudia Pastorino e Jono Manson. Troppi ospiti tendono inevitabilmente a distogliere l’attenzione dal vero “titolare” del disco e andrebbero forse utilizzati in maniera più parca e ponderata.
Molto bella è la copertina, raffigurante Tamara Bunke, conosciuta con il nome di battaglia di Tania la guerrigliera, titolo anche di una delle canzoni migliori della tracklist. Tania morì a soli ventinove anni mentre guadava il Rio Grande, in Bolivia, in compagnia del comandante Ernesto “Che” Guevara. Parodi è comunque un artista sincero, appassionato, che ha capito che per completarsi, è necessario soprattutto suonare molto dal vivo, in tutte le occasioni possibili.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Bochephus King, John Sheep & Andrea Parodi
  • Anno: 2007
  • Durata: 63:20
  • Etichetta: Lifegate/Venus

Elenco delle tracce

01. Pane Arance e fortuna
02. Fiume Solitario
03. Per non sentirsi soli
04. Sussurri e grida
05. Quando Maria non c’era
06. Rosa
07. Ragazzo Padre
08. Tania la guerrigliera
09. Lolita di New Orleans
10. Anna
11. Formia ha Gaeta ma Gaeta Formia non ha
12. Hotel est
13. Scavando la mia fossa
14. Pressappoco trentanni
15. Tresenda 43
16. Nonno

Brani migliori

  1. Pane,
  2. Arance & Fortuna
  3. Tania la guerrigliera

Musicisti

Andrea Parodi: voce, chitarra
John Sheep
: batteria,basso, chitarra
Michael Perry
: basso
Mary Ancheta
: organo Hammond B3, piano Rhodes

Bob Mitchell: sax
Aldo Guarisco
: chitarra
Flaviano Braga
: fisarmonica