ultime notizie

Un’altra Italia, nuovo singolo di ...

L’artista è colui che riesce a esprimere attraverso la sua opera pensieri, emozioni, sentimenti che appartengono a tutti e in cui ognuno può riconoscersi. Una volta c’erano gli intellettuali ...

Alberto De Gara

Still in time

La musica scalda il cuore, anche in tempi di cambiamenti climatici e Natali a 20 gradi. E’ questo il caso di Still in Time, secondo album di Alberto Cusa, in arte Alberto De Gara, che segue il fortunato esordio Deeper, aggiungendo alla sua tavolozza nuovi colori, sfumature avvolgenti e, come dicevamo prima, tanto calore: quello di un fuoco che protegge e scioglie persino dai cuori più induriti il ghiaccio interiore che spesso ci portiamo appresso. Non a caso uno dei brani che spicca maggiormente tira in ballo la fine dell'estate e quel naturale bisogno di calore e di vicinanza umana.

Un percorso artistico, quello di Alberto, da seguire con attenzione, che nasce da esperienze rock e acustiche, che hanno entrambe lasciato il segno nel suo stile attuale, dove, parafrasando un brano di questo album, si mischiano insieme i sogni e la vita. Un percorso che lo vede oggi artista maturo e consapevole dei propri mezzi, che porta avanti con orgoglio la strada dell'auto-produzione, ma che offre agli ascoltatori un lavoro preciso, con una attenzione meticolosa ai suoni e alle melodie.

Il disco ha un andamento che si snoda dolcemente, insinuandosi nell'animo di chi ascolta e regalando una piacevole sensazione di tranquillità quasi rurale, come se Alberto ci portasse in una cascina circondata dal verde, per farci assaporare meglio il silenzio e i dettagli delle sue canzoni. Anche nei momenti in cui schiaccia sul pedale dell'acceleratore, De Gara lo fa senza eccessi, dando spazio a tutte le sfumature che il suo funky-folk contiene.

Quello che risalta maggiormente in Still in time è proprio la compattezza delle composizioni, grazie anche alla qualità dei musicisti coinvolti, che si calano perfettamente nel mood del disco, che offre diversi richiami a James Taylor e al folk inglese. 

Una distribuzione capillare e la possibilità di sviluppare ancora meglio le sue idee con una produzione di alto livello potrebbero far emergere il talento di Alberto, che di sicuro merita la possibilità di giocare nelle serie superiori e che come dice lui stesso è “ancora in tempo”.

 

 

 

 

 

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Alberto Cusa
  • Anno: 2019
  • Durata: 34:00
  • Etichetta: Autoprodotto/I.R.D

Elenco delle tracce

01. Behind your deep eyes, blue
02. Great news
03. Talkin' about you
04. Mixin' up dreamd and life
05. Annie J.
06. Hear my prayer
07. Every time I taste your love
08. When the summer will be gone
09. Please, stay!
10. Like never before

Brani migliori

  1. When the summer will be gone
  2. Annie J
  3. Every time I taste your love