ultime notizie

Lucchetti è il nuovo singolo di ...

Leo Pari è un vero e proprio artigiano della musica pop, dove con questo termine vogliamo evidenziare la sua capacità di attingere dalla scuola cantautorale più consolidata e integrarla con arrangiamenti ...

Davide Tosches

Sulla Terra

Venerdì 9 ottobre è stato pubblicato il nuovo album di Davide Tosches dal titolo Sulla terra, a sei anni di distanza da “Luci della città distante”. Questo nuovo lavoro è stato scritto, prodotto, arrangiato e registrato dal cantautore piemontese nello studio ‘Confine del bosco’ di Cavagnolo, in provincia di Torino (un nome che ci fa capire come Davide ami gli ambienti agresti), in collaborazione con Andrea Ruggiero per gli arrangiamenti degli archi.

“Un pianoforte degli anni venti, un quaderno per scrivere i testi e la voglia di cantare come mai prima.” Dopo anni di riflessione Tosches torna al lavoro sul suo quarto album in studio, curandone tutti gli aspetti musicali e testuali. Il risultato è una raccolta di ballate senza tempo, colme d’amore ma che racchiudono in sè, quasi in antitesi, elementi tenebrosi e misteriosi come la luna, la notte, le ombre, il falò, la pioggia. In questi nuovi brani si percepisce anche il modo di vivere rurale del cantautore piemontese, a contatto con la natura e distante dalle fauci della città. Si tratta quindi di un album certamente introspettivo, con una lunga e collegata riflessione sull’amore come sentimento tanto banale quanto complesso. Anzi, è proprio l’amore con le sue mille sfumature il fil rouge di questi undici brani dal sound pop/rock.

Dopo anni disillusi, Davide Tosches rimette mano al pianoforte - che definisce lo strumento che più gli appartiene - traducendo memorie e sentimenti in musica. E a questo proposito lui stesso dice “Questo disco è per me un nuovo inizio per tanti motivi, sono canzoni molto diverse dal passato ma sono sempre io e come al solito non scrivo in rima, cercando ostinatamente di far quadrare tutto ugualmente, cercando sempre di dare un'opportunità al suono delle parole”. Musicalmente, molti brani richiamano melodie del passato, forse per l’approccio nostalgico di raccontare istanti di vita ed immagini vissute, come si evince per esempio dal brano Vent’anni  “Amico delle mie notti di nebbia ricordi i discorsi sull’arte? Inutili ma buoni per fumare, per sentirsi artisti senza dare. E non senti che parlano per noi le foto dell’eterna giovinezza? E avevamo ancora vent’anni senza paura di sbagliare ma nessuno sbaglia a vent’anni, nessuno cade a vent’anni”.

“Sulla Terra” si percepisce quindi come un disco particolarmente desiderato dal suo artista, frutto di riflessioni e giorni spesi ad osservare il decorso del tempo, della natura e delle sue fasi. Si tratta di un lavoro intenso, con il quale Davide Tosches è riuscito a portare a compimento un suo percorso personale di cambiamento interiore accompagnato evidentemente a quello di carattere e scelta musicale. 

 

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Davide Tosches
  • Anno: 2020
  • Durata: 47:05
  • Etichetta: Private Stanze

Elenco delle tracce

01. Nel nero di notte
02. Sulla terra
03. La luna tra i rami
04. Diana
05. Pioggia
06. Stelle nascoste
07. Le notti scure
08. La ragazza che piange
09. Vent'anni
10. La terra emersa
11. Pioggia (Abbazia)

Brani migliori

  1. Diana
  2. Vent'anni