ultime notizie

Undicesima edizione del Premio Valentina Giovagnini

Pozzo della Chiana, Arezzo 14-15 Settembre 2019 Premio Valentina Giovagnini 2019  Per quanto ci si impegni a scrivere qualcosa a proposito del Premio Valentina Giovagnini, va subito detto che è un ...

Luca Gemma

Supernaturale

Quarta uscita per Luca Gemma, con un disco che più ispirato non poteva essere. Questo artista sembra avere il dono di mettere insieme un cantautorato italiano di buon livello, con un impianto musicale e strumentale capace di fare invidia a molti gruppi rock di livello internazionale. E proprio qui si riesce a intravedere il futuro di una musica italiana che sempre più sembra faticare nel tentativo di affermare la propria identità.
"L'Italia non mi piace" è una delle prime frasi che si sentono all'inizio del disco, e subito si capisce che si tratta per molti versi di un lavoro arrabbiato e disilluso, in cui Gemma, che cerca sempre l'introspezione, rifiuta la canzone di denuncia per raccontare la propria voglia di evasione: "no fantasia o madre mia, bye bye da qui". Ancora, andando avanti il disco si srotola il filo conduttore di un disco dai suoni eterei ed estremamente affascinanti: Natura è ad esempio un brano toccante proprio perché la voce riesce a trovare esattamente il proprio spazio all'interno di una fitta rete di sintetizzatori e chitarre elettriche, che supera l'insipida moda minimalista di molti cantautori degli ultimi tempi. Sembra più che altro un disco indie di oltremanica, ma con i testi scritti secondo i canoni della migliore scuola italiana. Certo, gli amanti del rock non si esalteranno troppo davanti ad arrangiamenti come quello della title track, Supernaturale, che sembra non decollare mai; e del resto, tutto il disco mostra di cedere qua e là a scivoloni melodici un po'inflazionati, ma si tratta di una scelta dichiarata e portata avanti con una certa consapevolezza e maturità: basta ascoltare Canzone al buio, il brano migliore, per convincersi del grande valore di questo disco, che ha nei testi la propria punta di diamante, e trova nella parte musicale un elemento di grande originalità, che lascia trasparire i segni di un rinnovamento di cui si sentiva davvero la mancanza.

 

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Anno: 2012
  • Durata: 42:42
  • Etichetta: Novunque/Self

Elenco delle tracce

01. Una mela rossa
02. Bye bye
03. Blu elettrico
04. Il cielo sopra di te
05. Natura
06. Soprannaturale
07. Canzone al buio
08. L’alba
09. Credo
10. Io voglio
11. Venne l’estate

Brani migliori

  1. Canzone al buio