ultime notizie

10-11-12 settembre: Musica da Bere 2020

  L’undicesimo appuntamento con “Musica da Bere” - che anch’essa ha dovuto fare i conti con il Covid19 - sarà una tre giorni, con un’anteprima e due serate finali con ...

Remo Anzovino

Tabù

Un jazzista affascinato dalla musica popolare che, tempo addietro, ha fatto indigestione di colonne sonore di pellicole degli anni ’50 e ’60: la prima impressione, ascoltando Tabù, il secondo album di Remo Anzovino, è proprio quella di trovarsi di fronte ad un jazzista sui generis, con uno spiccatissimo senso della melodia e con la forte tendenza a concepire i propri brani con un approccio molto “cinematografico”, quasi descrittivo.
A partire della title track che apre l’album, a mezza via tra il Sudamerica ed il Salento, tutto il lavoro si snoda attraverso immagini, paesaggi, istantanee dalla grande forza narrativa, che non abbozzano ma raccontano in maniera dettagliata l’ambiente, la situazione cui fanno riferimento.
Ne nasce un’immediatezza tale da coinvolgere immediatamente l’ascoltatore, sostenuta dalla ritmica che, a volta quasi sotto traccia, altre in modo più palese, caratterizza le esecuzioni, facendo si che il coinvolgimento emotivo dell’ascoltatore diventi anche coinvolgimento fisico: l’invito a danzare, a muoversi, il “piedino” che batte, sono indici del fatto che non sono i singoli strumenti a proporsi, ma l’insieme, stravolgendo in parte un approccio jazzistico di tipo più tradizionale.
Un particolare segno lasciano i brani più soft, Amante, Sambanero, Deriva, Due Dita, Dentro le mura, Dove sei, che davvero paiono ispirati all’accompagnamento sonoro di una pellicola “vintage”, grazie anche alle venature malinconiche che solo l’accordion può regalare.
Un animo romantico dunque, che, oltre a raccontare attraverso la musica, regala all’ascoltatore  immagini suggestive e cariche di sentimento.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Remo Anzovino & Jonathan Giustini
  • Anno: 2008
  • Durata: 44:36
  • Etichetta: Odd Times Record/Egea

Elenco delle tracce

01. Tabù
02. Son
03. Amante
04. Metropolitan
05. Sambanero
06. Deriva
07. Due Dita
08. Dentro le mura
09. Dove sei
10. I Misteri di un’anima
11. A mani nude
12. Cammino nella notte

Brani migliori

  1. Amante
  2. Sambanero
  3. Dentro le mura

Musicisti

Marco Anzovino: guitars
Gianni Fassetta: accordion
Danilo Gallo: double bass, acoustic bass guitar
U.T. Gandhi:
drums, percussion
Remo Anzovino:
piano

Mauro Ottolini: trombone in #7 e #12
Flavio Davanzo:
flugelhorn in Amante
Nevio Zaninotto:
soprano saxophone in #9