ultime notizie

Venerdì 1 Marzo a Buccinasco la ...

Ce l’avevo quasi fatta, l’ultimo lavoro discografico degli Alti & Bassi (clicca qui per la recensione) esce ufficialmente nei negozi e sulle piattaforme digitali il 22 febbraio, dopo un ...

Marco Taggiasco

This moment

C’è un crocevia, da qualche parte, dove si incontrano tutte le strade conosciute del pop d’autore e dove può accadere di tutto. Può succedere che artisti più disparati, geograficamente lontani, si riuniscono come richiamati dalla stessa musa ispiratrice e riescano a  volare con passione e leggerezza prendendo sul serio la musica pop e tutte le sue più nobili parentele. Marco Taggiasco ne è un lucido esempio. Già il suo esordio “Thousand things”, pubblicato nel 2004, fu un piccolo bignami del pop adulto più raffinato. Sette brani di eleganza e creatività melodica che fecero conoscere questo raffinato produttore, arrangiatore e compositore in mezza Europa e in Giappone, dove l’album fu accolto con ottime recensioni. Quattro anni dopo il musicista torna con un nuovo lavoro intitolato This Moment pubblicato anche per il mercato giapponese con due bonus tracks (Alfie di Bacharach in  una versione piano e voce e Never too late, brano di punta del precedente lavoro qui catturata dal vivo).  Nelle sua musica ci sono Michael McDonald e David Foster, i Toto  e Bobby Caldwell, ovvero il pop AOR westcoast al suo massimo livello di trascendenza, il punto di non ritorno dove  ritmo e melodia  si fondono e confondono. Tutti questi principi estetici ad esempio li possiamo rintracciare dentro una canzone come la title-track, una ballad straordinaria cantata dal leggendario David Pack, ma anche nell’up tempo di Another Waste of  Time, brano inedito di Eric Tagg che qui canta in duetto con Andrea Sanchini, oppure nella conclusiva Before the end of time che sembra uscita dai solchi di “The Seventh One” dei Toto.

E ad accompagnare Taggiasco un gruppo di musicisti d’eccezione: i già citati David Pack (che ha lavorato con il gotha del pop: da Quincy Jones a Michael McDonald, da Kenny Loggins a Patti Austin e Alan Parson), Eric Tagg (leggendario vocalist della Lee Ritenour Band), la cantante danese Anne Marie Bush (prestigiose collaborazioni tra cui Narada Michael Walden, Bill Champlin, Robbie Buchanan), il chitarrista Luca Casagrande (considerato uno dei talenti più lucidi e versatili dell’attuale panorama italiano), un cameo di Phil Sheeran alla chitarra acustica su Radio silence, (l’altro notevole brano inedito di Tagg), il batterista Riziero Bixio ed infine il raffinato cantante e autore Andrea Sanchini. Tutti ospiti che impreziosiscono un disco già prezioso di suo, da avere assolutamente e facilmente: basta un clic sul sito web di Marco Taggiasco.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Marco Taggiasco
  • Anno: 2008
  • Durata: 42:46
  • Etichetta: Mr.T Records/Vivid Sound Japan

Elenco delle tracce

01. Another waste of time
02. This moment
03. Radio silence
04. Let my love grow
05. Can't bring back yesterday
06. April in my heart
07. You've been runnin'
08. From a distance
09. Before the end of time
10. Alfie  (bonus track solo per edizione giapponese)
11. Never too late (for love) (versione dal vivo, bonus track solo per edizione giapponese )solo per edizione giapponese)

Brani migliori

  1. Another waste of time
  2. This moment
  3. Let my love grow

Musicisti

Marco Taggiasco: tastiere
Riziero RB Bixio
: batteria
Fabio Penna: basso
Carlo Testa
: basso
Phil Sheeran
: chitarra
Luca Casagrande
: chitarra
Giancarlo Capo
: chitarra
Andrea Luciani
: chitarra
Gabriele Pistilli
: sax
Mario Garrani
: tromba
Claudio Garrani
: trombone
Andrea Sanchini
: voce e cori
David Pack
: voce e cori in #2
Eric Tagg
: voce e cori in #1, cori in #3
Anne Marie Bush
: voce e cori in #6