ultime notizie

Giulio Casale: “Inexorable”, nuovo disco in ...

Conferenza stampa di presentazione "Inexorable", 4 dicembre, Circolo Culturale La Corte dei Miracoli – Milano. di Giuseppe Verrini Inesorabile Casale. Ancora, più forte di prima, torna la voglia di raccontare di ...

Foma Fomic

Tra il gatto e il topo scelgo il topo

“Noi scegliamo il topo perché siamo il topo. Siamo colui che scappa e sa di non avere altra scelta. E' un concetto che ha molto a che fare con il non riuscire a crescere. Con il non volere crescere. La visione è quella leggera di un cartone animato, in cui Jerry scappa da Tom per non essere mangiato”, ci spiega Mr. Foma Fomic.
Dietro alla leggera visione di un cartone animato si cela la realtà complessa della vita e le responsabilità legate ad essa.

La band, che porta il nome di un personaggio grottesco e manipolatore di Dostoevskij, non è ancora uscita dalla Guerra Fredda e la si può trovare in un bar di Stepancikovo (URSS): “viviamo in un passato ormai remoto, agli inizi degli anni ‘70, dove la musica non ha niente a che fare con le competizioni, quando le canzoni venivano suonate nelle osterie. Alcune fonti ci dicono, invece, che il gruppo sia nato a Milano cinque anni fa, ma non c’è nulla di certo.  La cosa certa è che i Foma Fomic sono più una grande famiglia che una band contemporanea, come ci spiega Mr. Foma Fomic: “ad oggi, tra registrazioni in studio, concerti, racconti fomici, monologhi e artworks posso contare circa quaranta persone che hanno contribuito, ognuno a modo proprio, a rendere questa band-non-band qualcosa di molto simile a una comunità di matti che possono sentirsi liberi di esprimere la loro arte. Musicisti soprattutto, sì. Ma anche attori, poeti, scrittori, presentatori, disegnatori, consiglieri, persino maghi prestigiatori e un’interprete LIS [...] tutte le persone coinvolte si divertono da pazzi perché sanno che non verranno mai prese veramente sul serio. Né da Foma Fomic, né dal pubblico. E questo è un bel vantaggio. Perché vale tutto.”

 Tra il gatto e il topo scelgo il topo  è il titolo del loro ultimo album, un lavoro che attraversa ironicamente il quotidiano in ogni sua dimensione, non senza uno spunto di riflessione, talvolta amara, talvolta ilare. E’ così che la telecronaca di una partita di calcio diventa un divertente elogio alla mediocrità (Inno del Ciarlantini) o il tentativo di essere gentili e confrontarsi con qualcuno in un bar viene interpretato come un’avance sessuale in Maniaco a Milano, cantata con un discutibile accento brasiliano. Un momento di dolore vissuto viene preso con filosofia in Ma io, una canzone spensierata ma sofferente, “...facevo finta di sapere dove andare...” e invece “sento ancora quel dolore..” che viene stemperato dalla leggerezza compositiva del brano.

Irriverente e interessante la ballata comica La donna col seno di dietro, una storia – come enuncia l’incipit – di Maurizio De André, cugino o fratello (su questo quesito archeologi e storiografi sono divisi) del più celebre Fabrizio, nella quale vengono narrate le peripezie di una sfortunata donna che “sulla schiena porta una quinta e nessuno si azzarda a darle una spinta”. Il viaggio nella terra dei Foma Fomic spazia tra la quotidianità dei musicisti, sballottati tra una trasferta e l’altra, incontri casuali con complimenti casuali “...c’è qualcosa che mi piace di te, ti ho sentito suonare ma preferisco Gazzè...” (Foma Fomic verde fritto), lanciatrici di martelli russe (Olga), cantate in lingua friulana (Domenie) e pensieri sull’arte del procrastinare, quando si rimanda tutto “a un dopo che non arriva mai”, solamente per esorcizzare la paura di un tempo che scorre, la consapevolezza di avere responsabilità e l’incapacità di assumersele.

 

PROSSIME DATE:

-  Dal 7 gennaio in poi, una domenica sì e una no, Foma Fomic presenta gli artisti del Cicco Open Mic, l’appuntamento quindicinale con il palco aperto del Cicco. Via Cicco Simonetta, Milano.
- 12 gennaio @Peacock Lounge, via Lambro 11 Milano (TUTTO FOMA E NIENTE ARROSTO – Il nuovo live vegetariano dei Foma Fomic)
-  23 gennaio @Ghe Pensi Mipiazza Morbergno 2 Milano
-  9 febbraio @Mister Jangì (FOMA FOMIC IN DUO)
-  10 febbraio @Cooperativa Portalupi, Strada Dei Ronchi 7, Vigevano, PV (Foma Fomic in solo o forse in duo).
-  24 febbraio @Ghe Pensi Mipiazza Morbergno 2 Milano
-  16 marzo @48   via XX settembre 48, Sesto S.G, MI

La band è a vostra disposizione per locali, feste private, compleanni, intrattenimento bambini, adulti, adulti che si credono bambini, matrimoni veri e finti, sono fortissimi sui funeral parties.

 

 

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Anno: 2016
  • Etichetta: Autoprodotto

Elenco delle tracce

01. Ma io
02. La donna col seno di dietro
03. Pro Loco
04. Inno di Ciarlantini
05. Maniaco a Milano
06. Nagatomo
07. Foma Fomic Verde Fritto
08. Olga
09. Domenie
10. L’altro uguale

Brani migliori

  1. Ma io
  2. La donna col seno di dietro
  3. Pro Loco

Musicisti

Foma Fomic: voce e chitarra  -  Stefano Mora: basso  -  Stefano Tedesco: batteria