ultime notizie

I Perturbazione raccontano l’uscita di ...

La data di pubblicazione dell’ottavo disco in studio dei Perturbazione, fissata in origine per il 20 marzo, a causa del Covid-19 e dei conseguenti problemi di distribuzione, è slittata di ...

Trio Para Guai

Trio Para Guai

Vedi la copertina, vedi il titolo e pensi subito ad un disco ironico, goliardico… musica esotica (sarà per quel richiamo al Paraguay) e leggera. Ascolti la prima traccia (Coppia comitiva) e già cominci a dubitare, perché qui si suona davvero, qui si canta davvero, il testo funziona davvero. Altro che goliardia.

 

Alla seconda traccia (Tutti i treni) ogni dubbio è fugato. E sì, perché i tre del Trio Para Guai (vincitore del Premio Gaber nel 2005) sono tutto fuorché degli sprovveduti: Filippo Bessone ha una voce calda e impastata, che è uno strano ibrido tra Ligabue e Gaetano Curreri; Claudio Dadone ha alle spalle collaborazioni con Paolo Conte e Gianmaria Testa; Leo Martina oltre che con Paolo Conte ha suonato con i Blindosbarra.

 

 

Certo non mancano davvero momenti esilaranti (Amo,da intendersi non come voce del verbo “amare”, ma come il romanesco “dobbiamo”) ed esotici (Pesce palla), ma Trio Para Guai è un disco molto più complesso. Sentirlo tutto di un fiato è come salire su un ottovolante: non si fa in tempo a gustare le venature jazz (alla Conte ma anche con rimandi a Capossela) delle prime tracce che tutto di colpo vira: tango, mambo, canzone d’autore, pop melodico.

 

Un ottovolante, ma anche un viaggio che si dipana tra osterie (piemontesi?), Roma (la straordinaria e sconclusionata Amo), le Hawaii, Malta. Anche se alla fine ci si ritrova in un appartamento cittadino, costretti a vedere la propria Lucilla di turno cercare di lucidare un pavimento che non sarà mai di marmo di Carrara (Vivo da me), né probabilmente veramente pulito e lucido.

 

Il viaggio, allora, è soprattutto mentale (o cinematografico, come evoca La croce di Malta) alla ricerca di una sorta di centro di gravità permanente. E non è certo un caso, quindi, che a predominare nei testi siano proprio i termini che in qualche modo si rifanno al viaggio e alla fuga (d’altro canto Bessone – autore dei testi - nella vita di tutti i giorni fa il capotreno): «Tutti i treni viaggian su rotaia» (Tutti i treni), «Lungo il binario un ritmico andante/ passo straniero» (Habanera), «Navigo senza te/ un veliero che va alla deriva» (Il mambo), «Confuso fra ricordi e mongolfiere/ la libellula ha il volo del bisonte/ ed io il passo che ricorda uno stalliere» (L’inquietudine).

 

Belli, infine, i testi di Bessone che dimostrano un attento lavoro di lima. Elementi prosaici, narrativi e a volte descrittivi («Ma l’oste ha voglia di servire/ la cameriera avrebbe voglia di morire/ una testa di toro enorme/ mi guarda dal muro e le foto») si alternano a lampi lirici di bella suggestione poetica («L’inquietudine/ non dà spazio al pomeriggio/ confuso fra ricordi e mongolfiere/ la libellula ha il volo del bisonte», «Quante volte ho sognato le sue carezze/ e non ho mai/ saputo osare più di un imbarazzo»).

 

I versi raramente si adagiano sulle parole tronche, anzi da questo punto di vista a volte si assiste a precise scelte ironiche: «malinconico per scelta o per amor/ …/ patteggiando la mia pena a malincuor» (L’inquietudine) con l’utilizzo del frusto tronco “amor”; oppure nello pseudo romano Amo: «Amo da parlà/ amo da sentì amo da capì/ amo da lavorà amo da cercà/ amo da scavà amo da operà/ dove se po fà tanto pe sapè». Contenute anche le rime, anche in questo caso con alcuni evidenti intenti parodistici: «Ma se fossi alle Hawaii/ fra le sedie a sdrai/ mango mango mango e papaj» (Pesce palla).  

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Trio Para Guai/ Bruno Fieno
  • Anno: 2010
  • Durata: 46:40
  • Etichetta: Egea

Elenco delle tracce

01. Coppia comitiva

02. Tutti i treni

03. Pesce palla

04. Sarima

05. Habanera

06. Amo

07. Mambo

08. Vivo da me

09. L’inquietudine

10. In un attimo

11. La croce di Malta

Brani migliori

  1. Coppia comitiva
  2. In un attimo

Musicisti

Filippo Bessone: voce Claudio Dadone: chitarre Leo Martina: pianoforte, campionatori