ultime notizie

Fabrizio Moro live al Forum di ...

  Due ore e mezza di musica ed energia, questa l’estrema sintesi di un sabato d’ottobre, sul palco del Forum di Assago. A due anni da ‘Pace live Tour ...

Vixa

Tutto a posto

Che in musica sia sempre più arduo inventarsi qualcosa d’innovativo è forse vero. Tuttavia crediamo ci sia ancora un po’ di margine per fondere più derivazioni sonore. Per esempio, chiamiamo in causa i ferraresi Vixa, i quali volturano la “ics” del nome per essere letti come Vipera. Il carnet del debut-album Tutto a posto pulsa di plasma rovente, pronto a riversare placche di crossover inossidabile, rock granitico e tagliente electro-rap viscerale.

L’intro misteriosa di Sbaglio da me apre l’ingresso esecutivo su falde aspre e declamatorie, fino a toccare apici narrativi. Il singolo Borderline graffia a tutto spiano con rime urticanti e chitarre prepotenti, mentre Immobile prima attinge dalla fonte di un’acustica grunge e poi si specchia nel fiume di un crossover fitto ed incalzante. In Veleno (parte 1) serpeggia un rettilario strumentale che inocula varianti ritmiche e stramberie in coda. Subito dopo, la voce del singer Alen Accorsi in Riserva di calma ti mette con le spalle al muro, come se col pugno ti arricciasse la camicia vomitando abrasione sulla faccia. Veleno (parte 2) è un estraniante intermezzo che anticipa Illuso, il quale emana quella cattiveria snobistica che fu dei Mistonocivo, riuscendo a dilatare le acque assemblative su giri di synth e propagazioni arroganti, come è giusto che sia se si vuole mettere i puntini sulle “i”; mentre Lavoro di stomaco schiuma rabbia su regolare equilibrio d’insieme con un’appendice elettronica in chiusura.

In finale, la titletrack sprizza nevrosi a fior di pelle, in cui le angherie vocali di Alen sono stilettate assestate a fin di bene  poiché, ad ogni sfogo che derivi dalla bocca dello stomaco, deve essere attribuita piena fiducia, a prescindere. Ebbene, resta inteso che, per conservarla, i Vixa dovranno insistere con questa credibilità, affinché ogni dettaglio di lavori futuri risulti sempre…“Tutto a posto”.

 

 

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Anno: 2019
  • Durata: 34:56
  • Etichetta: Resisto Distribuzione

Elenco delle tracce

01. Sbaglio da me
02. Borderline
03. Immobile
04. Veleno (parte 1)
05.  Riserva di calma
06. Veleno (parte 2)
07. Illuso
08. Lavoro di stomaco
09. Tutto a posto

 

 

Brani migliori

  1. Sbaglio da me
  2. Tutto a posto
  3. Borderline

Musicisti

Alen Accorsi: voce - Andrea Puglia: chitarra, effetti - Davide Zena: tastiere - Luca Mazzanti: basso - Massimo Agodi: batteria