ultime notizie

Venerdì 1 Marzo a Buccinasco la ...

Ce l’avevo quasi fatta, l’ultimo lavoro discografico degli Alti & Bassi (clicca qui per la recensione) esce ufficialmente nei negozi e sulle piattaforme digitali il 22 febbraio, dopo un ...

Nek

Un’altra direzione

Filippo Neviani, in arte Nek, è giunto con Un’altra direzione, al suo decimo lavoro (raccolte escluse), a partire dal 1992, anno dell’esordio come solista. Fan sfegatato di Sting, valido bassista, cantante dalla voce personale e dotata, Nek ha saputo costruirsi una buona carriera, non solo in Italia, ma anche in Spagna e nei paesi Latino-Americani. Particolare per questo nuovo disco l’idea di uscire con una doppia proposta, l’edizione full composta da tredici brani, e una versione meno esaustiva, di soli sei pezzi, che comunque possono rendere bene l’idea dell’intero progetto; un modo per agevolare le differenti esigenze del pubblico. In questi casi però, i penalizzati sono i fans, che volendo possedere tutto quello che esce di un determinato artista, devono accollarsi un doppio acquisto. Probabilmente l’idea di base è quella far fronte all’andamento del mercato discografico e combattere il dilagare della pirateria.
I musicisti che affiancano Nek sono una garanzia. Se la sezione ritmica è composta da Alfredo Golino (batteria) e Paolo Costa (basso), le chitarre sono imbracciate da Massimo Varini, coadiuvati da altri validi musicisti, non ci possono essere dubbi sulla qualità e la professionalità delle esecuzioni.  Il titolo dell’album dovrebbe essere il manifesto degli intenti dell’artista. Ma, anche se gli arrangiamenti sono in alcuni brani leggermente differenti, le chitarre elettriche più presenti, e in alcuni testi le tematiche più profonde (Perdere il controllo, Tira su il volume), in realtà quello che prevale è il riconoscibile pop rock melodico che caratterizzava le precedenti produzioni. Inoltre l’ultima traccia, Walking away, è un duetto con Craig David, interessante e insolito connubio tra una voce marcatamente r&b ed una voce dalla timbrica tipicamente pop.
L’impressione di fondo è che il lavoro sia rimasto un tentativo che non si è evoluto come l’artista avrebbe desiderato, forse Nek avrebbe voluto osare di più, imprimendo una scossa stilistica alla sua carriera, ma in certi casi prevalgono le scelte dall’alto e le logiche di mercato. Peccato.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Nek, Alfredo Cerruti & Dado Parisini
  • Anno: 2009
  • Durata: 46:34
  • Etichetta: Warner

Elenco delle tracce

01. Tira su il volume
02. Se non ami
03. La voglia che non vorrei
04. Semplici emozioni
05. Quante cose sei
06. Un’altra direzione
07. Un’ora in più
08. Le mie mani
09. Nel giorno che verrà
10. Per non morire mai
11. Perdere il controllo
12. La musica che c’è
13. Walking away

Brani migliori

  1. Tira su il volume
  2. Walking away

Musicisti

Nek: voce, chitarra acustica
Massimo Varini
: chitarra elettrica
Alfredo Golino
: batteria
Paolo Costa
: basso
Dado Parisini
: tastiere, piano

Craig David: voce
Max Costa
: programmazioni, tastiere
Emiliano Fantuzzi
: chitarra, tastiere
Luciano Galloni
: batteria