ultime notizie

“Whisky Facile”: il disco di Carotone ...

Il 23 novembre ricorrevano i 100 anni dalla nascita di Ferdinando ‘Fred’ Buscaglione, un grande della storia della canzone d’autore italiana, uno tra i primi a schernire e giocare ...

Michele Gazich

Verso Damasco

Questo nuovo lavoro di Michele Gazich non è un semplice album ma un atto di coraggio, una follia, una sfida consumata con il vento contrario. Oltre un'ora di voce sussurrata, di viole, di violino, di pianoforte, di violoncello, di chitarra classica possono diventare un sabba di un'infernale noia mortale oppure...oppure un viaggio nelle profondità dell'essere. Quell'essere spesso dimenticato, abbandonato, affranto, spaventato, senza futuro. Un essere che ha bisogno di guida e di testimoni, veri, credibili, forti ed incrollabili.

Verso Damasco (che riprende il concerto che si è tenuto la sera del 18 maggio dello scorso anno al Duomo Vecchio di Brescia) è un lavoro terribile perché scolpisce le parole nelle pieghe dell'anima. Più che un album di canzoni siamo di fronte ad un album di intenzioni. Quelle di andare alle fonti della nostra cultura, di addentrarci e cercarne le profondità dell'animo umano, guardare al passato per cercare le radici del domani. Non è un lavoro di semplice ascolto perché le parole e le musiche sono dotate di una potenza evocativa che lascia senza fiato, che abbattono le difese dell'io, che entrano dentro il cuore (qui a fianco Gazich in una foto di repertorio con Francesca Rossi e Marco Lamberti, compagni di viaggio anche di questo lavoro). La viola, in particolare, ha la capacità di scardinare ogni riparo, ogni difesa, ogni ricerca di camuffare le proprie intenzioni di difesa.

Che Michele Gazich fosse musicista, paroliere, artista fuori dagli schemi certamente era noto a molti e, forse, questo album non prenderà di sorpresa coloro che conoscono la sua discografia , però i brani così come messi in sequenza rappresentano (anche per loro) un unicum di straordinario spessore artistico. Le canzoni sono colme di cultura, di rimandi ad autori importanti della letteratura ma, insieme, sono intrise di un senso religioso profondo ed intenso.

Una religiosità che non chiede certezza ma si mette in cammino ed accetta la delusione del dubbio nell'attesa, nella speranza, nella certezza di un incontro, verso Damasco, come accadde a Paolo che, da persecutore di cristiani si ritrovò a “pascolare quel gregge” fino al martirio finale. Non è mai bene mescolare mondi quando è l'arte a parlare ma con questo album è davvero impossibile perché Gazich si costringe e ci costringe ad un ascolto che necessita partecipazione e cuore, impegno ed ingegno, intelletto e cuore. L'ascolto del supporto audio è consigliato in cuffia per cogliere al meglio tutte le sfumature dei suoni e le pregnanze delle liriche.

La visione del DVD del concerto del 18 maggio è consigliato in ore notturne, possibilmente nel silenzio, per poter potersi introdurre nel modo migliore nello spirito e nella tensione di quanto avvenuto dal vivo. Verso Damasco, nonostante la sua esigenza nell'ascolto, ha ricevuto recensioni e critiche positive e questo è un piccolo miracolo per la dimensione davvero particolare della quale questo lavoro è rivestito ed investito.

Una menzione particolare al libretto illustrativo compreso nella confezione del CD/DVD. Un libretto nel quale sono riportati i testi in italiano ed inglese (ed una guida agli stessi), insieme ad una guida all'ascolto della musica di Michele Gazich assolutamente necessario per comprendere al meglio le ragioni di alcune canzoni e scelte artistiche. Verso Damasco è il tentativo di dare segnali di vita in un mondo – artistico e non - sempre più appiattivo, è la volontà di andare controcorrente, è il desiderio di non lasciarsi omologare, è la capacità di parlare di Spirito senza abbandonare la propria – terrena - umanità.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Michele Gazich -  Documentario a cura di Luca Barachetti
  • Anno: 2013
  • Durata: 104:45
  • Etichetta: Fono Bisanzio Editrice

Elenco delle tracce

01. Guerra civile

02. Leggenda degli amanti che camminano sul filo

03. Shekina

04. L'angelo ubriaco

05. Leggenda del santo bevitore

06. L'angelo di Saorge

07. Verso Damasco

08. Salmo magico

09. Come Giona

10. L'angelo ucciso

11. Fuoco nero su fuoco bianco

12. Poeta in gabbia

13. L'imperdonabile

14. Il latte nero dell'alba

 

-------------------------------------------------   

 

Tracce DVD

Le medesime del CD (77' e 55") con l'aggiunta di:

01. Lacrimosa

02. Ultima canzone d'amore

03. "Hai mai sentito il mio cuore?"

Totale Cd + DVD (104' e 45")


 

Brani migliori

  1. Poeta in gabbia
  2. Leggenda del santo bevitore
  3. Verso Damasco

Musicisti

Michele Gazich: voce, violino, viola, pianoforte  -  Marco Lamberti: chitarra classica, bouzouki, pianoforte, seconda voce  -  Francesca Rossi: violoncello, seconda voce