ultime notizie

‘Emozioni. Viaggio tra le canzoni di ...

Quest'anno sono vent'anni che non c'è più. Venti che in alcuni giorni sembrano mille ed in altri, quando i suoi dischi girano e strusciano sotto la puntina, sembrano ...

Riccardo Maccabruni

Waves

Dopo svariate collaborazioni live e in studio di registrazione, finalmente Riccardo Maccabruni si è deciso a regalarci il suo primo disco da solista. 10 brani originali scritti, arrangiati dallo stesso Riccardo e registrati al Downtown Studios di Pavia. Successivamente le tracce sono state affidate alle sapienti mani di Jono Manson, che ne ha realizzato il missaggio e il mastering nel suo The Kitchen Sink Studio a Santa Fe (NM – USA). Il disco è frutto della collaborazione tra Ultrasound Record e Martiné Record, ed è distribuito fisicamente da IRD e su piattaforme digitali da Believe.

Per quanti non conoscessero Riccardo Maccabruni diciamo subito che è un ottimo pianista specializzato in blues, country, rock, folk e musica americana in generale. Nell'ambito di questi generi si esibisce anche in veste di fisarmonicista, cantante e chitarrista. Riccardo è inoltre membro dei Mandolin' Brothers, una delle principali roots-rock band italiane, dei Folk's Wagon e degli Stickeys. Giusto per non farsi mancare nulla come session man fa anche parte della band del cantautore Massimo Priviero e della cantautrice Beatrice Campisi. Negli anni ci siamo abituati a vederlo anche collaborare con molte formazioni e musicisti della scena country/folk/blues italiana e straniera (tra cui lo svedese Richard Lindgren di cui è coproduttore del disco Malmostoso). 

Detto questo entriamo nel magico mondo di Waves. Già dal primo ascolto si percepiscono le influenze raccolte durante il procedere della sua lunga, nonostante la giovane età, e ricca carriera: “Waves parla di amore, certo, ma anche di viaggi, curiosità, amicizia, vizi assortiti, e dei ruoli in cui è così facile ritrovarci schiacciati nelle strade brulicanti di Babilonia. Parla di quegli scenari interiori che sono il motore nascosto delle azioni (o delle frustrazioni) di tutti.” Ascoltando Waves viene spontaneo il paragone con una bottiglia di ottimo vino - di quelle che si conservano gelosamente per le grandi occasioni. La copertina e il libretto così come l’etichetta del vino riportano tutte le informazioni necessarie a inquadrare cosa andremo ad assaporare. Apriamo lo sportellino del nostro lettore cd nel silenzio del salotto di casa e dopo pochi secondi, con la ballad voce e chitarra acustica Hold You Tight (nella quale è magistralmente affiancato da Marco Rovino), le papille gustative iniziano a percepire i sapori della magica west coast anni ’60. Ma non finisce certo qui. In Waves riusciamo a percepire anche quel retrogusto di alternative country, il bouquet di rock sudista sapientemente miscelato con un certo cantautorato americano. Sarebbe banale giocare con eventuali richiami…piuttosto mettetevi comodi sulla vostra poltrona, abbassate un poco le luci e continuate, traccia dopo traccia, ad assaporare con lentezza questo ottimo lavoro di chiaro e ampio respiro internazionale.

Come se tutto ciò non bastasse a dare ancora di più spessore al disco il nostro ha saputo circondarsi di musicisti (sarebbe forse meglio chiamarli amici e compagni di viaggio) competenti e con una spiccata creatività che hanno saputo ritagliarsi un ruolo fondamentale nella realizzazione dell’album. Riccardo Maccabruni è indubbiamente uno dei musicisti più interessanti e preparati in circolazione e Waves è sicuramente un disco da avere e da ascoltare (mentre si assapora un buon bicchiere di vino, mi raccomando!).


 

 

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Anno: 2018
  • Etichetta: Ultrasound Records

Elenco delle tracce

01. Hold You Tigh
02. Waves
03. Everybody’s Feeling
04. Keep On
05. Nothing Left to Die For
06. Good is Right
07. Deserve
08. Babylon
09. None of Us
10. Make Me Wonder

Brani migliori

  1. Hold You Tight
  2. Keep On
  3. Nothing left To Die For

Musicisti

Riccardo Maccabruni: voce e chitarra - Marco Rovino: chitarra, voce e mandolino - Joe Barreca: basso e contrabbasso - Jimmy Ragazzon: armonica - Paolino Canevari: slide guitar - Luigi Scuri: batteria - Francesco Montesanti: chitarre e voce - Rino Garzia: basso - Paolo Ercoli: dobro e pedal steel - Alice Marini: violino - Beatrice Campisi: voce - Christian Draghi: voce