ultime notizie

Nuovo singolo de La Scelta, un ...

  Dopo due anni d’attesa dal loro ultimo lavoro, lo splendido Colore Alieno, ritorna il gruppo La Scelta, una delle formazioni più interessanti del nostro panorama musicale. Le aspettative erano ...

  • Finale di stagione

    di: Alberto Bazzurro

    Puntata di chiusura di un anno piuttosto ricco sul fronte del jazz italiano, come quest’ultima carrellata conferma prontamente   Per quest’ultima puntata del 2019, partiamo da due lavori un po’ particolari: due cd di chitarra sola, alquanto anomali. Il primo si deve al sardo Paolo Angeli, da un buon ...

    Leggi tutto »

  • Un linguaggio ampiamente storicizzato ma che può offrire ancora soluzioni ardite (e magari spiazzare più di un jazzfan), fra libera improvvisazione e solide strutture Jannacci sorrideva divertito allorché, qualche mese fa, avevamo intitolato ‘Quelli che il free…’ una puntata della nostra periodica perlustrazione attorno all’universo jazzistico nostrano, nel caso ... Leggi tutto »

  • Dal monologare di un contrabbassista al vociferare della big band, di taglio più o meno ampio: questo il nostro percorso odierno, veramente a 360° Una serie di più o meno stuzzicanti uscite di questi ultimi mesi ci consente (meglio: ci induce) una tonificante sgroppata attraverso le varie forme che il ... Leggi tutto »

  • La chitarra gode nel jazz (e non solo) di ottima salute: ne fissiamo un'istantanea attraverso una serie di recenti uscite discografiche La nostra odierna circumnavigazione si svolge attorno al pianeta-chitarra (con lieve digressione finale, come vedremo). Come sempre partiamo dai numeri più piccoli, e quindi, nello specifico, da due ... Leggi tutto »

  • Una fotografia del jazz italiano allo stato attuale, fra senatori e artisti che attendono ancora il pieno riconoscimento Il numero di gennaio di Musica Jazz (nel frattempo è uscito anche quello di febbraio) ha reso noti come ogni anno i risultati del Top Jazz, il referendum tra critici e addetti ai ... Leggi tutto »

  • Praticano l’improvvisazione totale, o la conduction, ma a volte compongono i loro brani, o li prendono a prestito dai maestri dell’avanguardia. Talora tornano, anche, ciclicamente. Il nostro titolo odierno si rifà ovviamente alla celebre canzone-tormentone di Jannacci da cui ha già tratto il nome, anni fa, ‘Quelli che ... Leggi tutto »

  • È il vento che spira su diversi dischi che incontriamo oggi, tra formazioni anomale (duetti e trii abbondano come sempre) e non, omaggi e qualche episodio un po’ più usuale Oggi partiamo con una bella sorpresa: i fratelli Adalberto e Andrea Ferrari, entrambi specialisti del clarinetto basso (ma il primo suona ... Leggi tutto »

  • Si moltiplicano gli omaggi ad autori estranei allo specifico jazzistico, ma anche no, in un universo in costante fermento, pur con un rispetto del grande ceppo che non viene meno Anche nel jazz – non da oggi, del resto – si vanno moltiplicando gli album monografici dedicati ad artisti estranei al suo ... Leggi tutto »

  • Fra omaggi a Rimbaud e Baudelaire, soli, duetti, trii e oltre, la consueta panoramica attraverso la più recente produzione del Bel Paese. Ovviamente in jazz. ---------------------------------------------------------------- A parte i pianisti, la solo performance, nel jazz, è un’acquisizione abbastanza tardiva, almeno come pratica diffusa. Ci sono stati dei pionieri, per carità (Coleman ... Leggi tutto »

  • Come nel sacro testo di Huysmans, e all’opposto di quanto teorizzato dall’Art Ensemble of Chicago, una puntata stilisticamente a ritroso. Con alti e bassi. -------------------------------------------------------------------------------------- ‘From the ancient to the future’, recitava un ormai attempato adagio dell’Art Ensemble of Chicago. Oggi noi, di fatto, compiamo il percorso inverso ... Leggi tutto »