ultime notizie

Giulio Casale: “Inexorable”, nuovo disco in ...

Conferenza stampa di presentazione "Inexorable", 4 dicembre, Circolo Culturale La Corte dei Miracoli – Milano. di Giuseppe Verrini Inesorabile Casale. Ancora, più forte di prima, torna la voglia di raccontare di ...

Raffaele Palumbo

I love Rock ‘n‘ roll

Firenze 1979. Patti Smith tiene un memorabile concerto e apre la stagione degli anni ’80 che per Firenze vorranno dire sperimentazione, innovazione, libertà e passione. Il Rock Contest nasce nel 1984 per iniziativa della radio libera Controradio. All’inizio è una gara tra gruppi rock emergenti, via via diventa il più grande concorso e vetrina nazionale per tutta la scena italiana, soprattutto quella indipendente che vede fino ad ottocento partecipanti per edizione. Da qui passano nomi che poi sarebbero diventati importanti come Litfiba, Irene Grandi, Dirotta su Cuba, Roy Paci, Ginevra Di Marco. “I love Rock ‘n’ roll” di Raffaele Palumbo con la prefazione di Ernesto de Pascale, edito da Giunti, ripercorre passo passo la storia del Rock Contest, dalla nascita alla rinascita, se così si può dire, passando per la parabola discendente degli anni ‘90.

Ma non c’è solo questo. Attraverso il puntuale racconto di Palumbo si vede in filigrana la maniera con cui in quegli anni veniva concepita, trattata, creata e fruita la musica non solo dalle giovani generazioni, ma anche dalle istituzioni, dagli addetti ai lavori, dagli stessi musicisti. Tutto il fermento, le idee, la passione profusa negli anni ’80 vengono irrimediabilmente schiacciati e distrutti nella seconda metà degli anni ’90, con l’avvento di Mtv Italia che surclassa la più sperimentale Videomusic, il definitivo passaggio dal vinile al cd, l’infausto avvento del Music Control per le radio, la fine dello scouting da parte delle case discografiche e l’appiattimento dei gestori di locali sulle sterili cover band.

Nel ’94 il Rock Contest non ha più ragione di esistere, sembra tutto perduto, si chiudono i battenti. Il Social Forum del 2002 che si tiene a Firenze però riaccende gli entusiasmi, e da lì si riparte in maniera sempre più professionale perché « il Rock Contest lavora per il futuro della musica italiana». “I love rock’n roll” racconta in profondità un viaggio durato trent’anni che speriamo non finisca mai.

Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Artista: Raffaele Palumbo
  • Editore: Giunti Editore
  • Pagine: 120
  • Anno: 2009
  • Prezzo: 12.00 €