ultime notizie

Mille anni ancora - 3 settembre a ...

Continua, in direzione ostinata e (giustamente) contraria la voglia di ricordare uno dei padri della nostra storia musicale, Fabrizio De André. Come sempre molti gli artisti e le band che ...

Guido Guglielminetti

Essere... basso

Non è naturalmente una questione di altezza, ma di carattere. Bassisti si nasce, potremmo dire, anche se nel caso di Guglielminetti non si può parlare esattamente di amore a prima vista fra lui e il basso. 
Essere bassista non è semplicemente essere un musicista, ma avere la personalità da bassista e non poter suonare nient’altro (o quasi) che il basso.

“Il basso non ti accorgi quando c’è, ma, se manca, crolla tutto” scrive Guido Guglielminetti, torinese classe 1952, naturalmente bassista, nonché autore, produttore artistico e “Capobanda” di Francesco De Gregori da molti anni. Da pochi giorni ha infatti dato alle stampe il suo primo libro, Essere…basso (L’Argo Libro, 2017), una spassosa quanto interessante e ricca raccolta di aneddoti e riflessioni sulla sua vita (perché non solo di professione si tratta sicuramente nel suo caso) e sui suoi incontri da musicista.

Soltanto qualche mese fa l’avevamo intervistato per L’Isola e, nel corso di una piacevolissima chiacchierata-fiume (contrariamente alle aspettative, dato il suo carattere schivo e timido, come da lui stesso dichiarato), ci raccontava tra le altre molte cose come questo libro stesse prendendo vita e quanto di sé ci avesse messo dentro.

“Fra le pagine chiare” (ebbene sì, la citazione è banalissima, lo riconosciamo) di questo libro, molto ben scritto (anche il font scelto è piacevolmente insolito e di agile lettura, del resto “pagine chiare” si diceva, quindi a proposito) incontriamo alcuni protagonisti della musica italiana svelati nel “dietro le quinte”, giù dal palco, anche se sempre in ambito lavorativo (niente pettegolezzi o accenni alla vita privata di alcuno, Guglielminetti del resto è un gentiluomo) fra i quali: Umberto Tozzi, Ivano Fossati, Loredana Bertè, Nilla Pizzi, Mia Martini e Mina, e ancora Lucio Dalla, lo stesso Francesco De Gregori e il fratello Luigi Grechi, senza naturalmente dimenticare il Lumaco.
Ma a proposito, chi è il Lumaco? Si tratta di un personaggio che, leggendo, scopriremo essere piuttosto importante per l’autore (non esattamente un “alter ego” ma qualcosa che vi si avvicina molto), al quale è dedicato l’ultimo capitolo del libro, e che regna indisturbato in copertina in una simpatica interpretazione “warholiana” delle sue fattezze.

Scorrendo via via i vari capitoli, interessante è scoprire, ad esempio, come la famosissima Un’emozione da poco (portata al successo da Anna Oxa e ora ripresa anche in tour con notevole intensità da Paola Turci), i cui autori sono Fossati e appunto Guglielminetti, sia nata un po’ per caso unendo due frammenti distinti che nulla avevano a che fare l’uno con l’altro, oppure andando ancora più indietro nel tempo come da chitarrista nel gruppo di Umberto Tozzi (che allora si faceva chiamare Umberto “Roddy”) Guido sia passato al basso, e tante altre simpatiche storie che immortalano come polaroid l’ambiente musicale nonché la moda di quegli anni e raccontano in modo semplice e immediato, alla portata di tutti e non solo degli “addetti ai lavori”, l’evoluzione del modo di fare musica leggera in Italia, sia dal vivo che in studio.

Nel libro, pagine davvero belle e interessanti sono dedicate al lungo - e fortunatamente ancora in corso - rapporto di lavoro e d’amicizia con Francesco De Gregori e alla “strana coppia” formata da Francesco e Lucio Dalla. Il racconto è scorrevole, piacevole e arricchito qua e là da un tocco di ironia che rende vivace il tutto; il libro si legge d’un fiato e lo si rilegge volentieri.
“È un riassunto della mia vita” spiega l’autore “che coincide spesso con la mia musica. A volte può far ridere, ma giuro, che è tutto vero.”

E noi, lettori curiosi, ci guardiamo bene dal metterlo in dubbio!

Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Artista: Guido Guglielminetti
  • Editore: L'ArgoLibri
  • Pagine: 146
  • Anno: 2017
  • Prezzo: 12.00 €

Altri articoli di Valeria Bissacco