ultime notizie

Un’altra Italia, nuovo singolo di ...

L’artista è colui che riesce a esprimere attraverso la sua opera pensieri, emozioni, sentimenti che appartengono a tutti e in cui ognuno può riconoscersi. Una volta c’erano gli intellettuali ...

Breve e onorata storia del Rock Contest

La storia del Rock Contest si suddivide in due periodi. Il primo è quello considerato glorioso, dato che portò alla ribalta personaggi come Marco Parente, Irene Grandi ed Erriquez della Bandabardò, oggi solide realtà della musica italiana. Il secondo ha tutte le carte in regola per esserlo, dato che sono già usciti da queste edizioni gli Offlaga Disco Pax, Samuel Katarro, Underfloor, Riccardo Ceres, Denise. Solo che la contemporaneità spesso non viene percepita nella sua importanza, quindi è bene ritornare su questa seconda fase che ha inizio nel 2002.

In quell'anno l'assessorato alle politiche giovanili del comune di Firenze, retto da Daniela Lastri, decide di supportare in modo concreto l'opera dell'emittente Controradio (del circuito di Popolare Network). Nasce così un rapporto solido, che resiste ai cambi di giunta, e che resta un esempio virtuoso (raro quanto lodevole) di un sostegno da parte di un ente pubblico, affiancato per alcuni anni da altri comuni limitrofi, a una manifestazione che comunque resta un esempio di indipendenza e di tutoraggio “post contest” per i gruppi più meritevoli. Dal 2002 resta inossidabile anche la squadra che soprintende al Contest: Marco Imponente e Giuseppe Barone di Controradio, Ernesto de Pascale de Il Popolo del Blues. Rispettivamente coordinatore, “braccio operativo” e presidente di giuria. A Barone e de Pascale inoltre spetta l'onere di scremare le centinaia di domande di partecipazione che arrivano a Controradio per arrivare ai 36 gruppi che danno poi vita a eliminatorie, semifinali e finale.

Torniamo al 2002 per ricordare la vittoria degli Zenerswoon e una giuria che vedeva tra i componenti anche Franco Godi e Mauro Pagani. Premio speciale de La Nazione, testata media partner di quell'edizione, ai Mutzhi Mambo. Una formula che dal 2003 (edizione vinta dai Gestalt) si sarebbe tramutata in un riconoscimento da parte dei giornalisti (A-Spine i prescelti), in un primo tempo solo fiorentini, poi da tutta Italia in coincidenza con l'allargamento dei gruppi partecipanti all'intera penisola. Non a caso nel 2004 vincono gli Offlaga Disco Pax da Reggio Emilia, e si portano a casa entrambi i premi. Fu un'edizione storica, un arrivo al fotofinish tra tre gruppi che avrebbero meritato l'oro: dietro gli Offlaga gli Underfloor futuri Premio Ciampi nel 2008 e i Martinicca Boison, esponenti di un rock patchanka molto apprezzato.

Il 2005 la vittoria (unico premio senza un parallelo riconoscimento della stampa) va nuovamente a un gruppo di Firenze, gli Hacienda, che con il loro hard/indie rock faranno poi la loro comparsa nel mercato inglese dopo essersi esibiti in un festival indipendente in Svizzera. Il 2006 fu invece un'edizione particolare perché la vittoria del pistoiese Samuel Katarro, oggi al secondo album, fu la punta dell'iceberg di un movimento che fu chiamato Beyond Folk: Post Acoustic Explosion in Toscana, con Peckimpah (già componente degli Zenerswoon), ¡Viva Muerte Candita! e Walking The Cow. Quattro artisti che avevano in comune connotati acustici e semiacustici. In finale quell'anno andò anche la salernitana Denise.

La storia che propone il 2007 è forse la più emblematica del Contest; vincono i Kill The Nice Guy, giunti alla quarta partecipazione. Un successo arrivato quindi dopo un'eliminazione, una fase eliminatoria e una semifinale, a dimostrazione di quanto il confronto con gli altri stimoli la creatività e la voglia di fare bene. ùIl 2008 vede un'altra vittoria al fotofinish, i fiorentini Bad Apple Sons superano di poco i comaschi The Fabolous Filters, immersi nel beat inglese anni '60. Ottima impressione viene anche da La Materia Strana, unico gruppo a proporre brani in italiano. Infine, nel 2009 la vittoria torna a un gruppo non toscano i Sadside Project di Roma che presentano un garage rock semicaustico, davanti al cantautore “pulp” casertano Riccardo Ceres autore poi di un eccellente disco d'esordio.

Un'ultima annotazione: nel settembre 2009 Patti Smith, a Firenze per un concerto, partecipò a un incontro insieme a Samuel Katarro e ai Bad Apple Sons in un incontro organizzato al Teatro del Sale. Una sorta di benedizione dalla “poetessa del rock” per una lunga vita artistica ai musicisti e al Rock Contest.

MIchele Manzotti

Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento