Sono aperte le iscrizioni per la 21ª edizione del Premio. Confermato anche quest’anno un tour di 10 date in 10 diverse città per l’artista/gruppo vincitore.

 

La finale il 05 luglio al CPM Music Institute di Milano.

 

 

            REGOLAMENTO       -        MODULO D'ISCRIZIONE

 

                     

 

LE ISCRIZIONI SI CHIUDONO IL 20 APRILE 2024

 

Dopo aver celebrato il ventennale con una splendida finale a giugno 2023, prende il via la 21ª edizione de L’Artista che non c’era, uno dei più longevi e conosciuti contest italiani. Il Premio è organizzato da L’Isola che non c’era, storica realtà da sempre dedita alla valorizzazione della musica italiana, anzi, degli artisti italiani, indipendentemente dalla lingua e dal genere proposto.

 

Come ormai da molti anni, le sezioni in cui ci si potrà iscrivere sono due:
la “Generale” (riservata a chi canta in italiano, dialetto o lingua internazionale) e la “Strumentale”, dedicata appositamente ai tanti compositori talentuosi di cui l’Italia è piena. Il percorso di ascolti e selezioni si è ormai consolidato da anni e rappresenta quanto di più attento e trasparente possa offrire un Concorso. Si parte con l’ascolto di tutti gli iscritti da parte della redazione de L’Isola, che una volta individuati i 50 progetti più interessanti (40 per la sez. Generale + 10 per la Strumentale) li condividerà con tutti i redattori, corrispondenti e collaboratori della rivista. Dall’ascolto dei 40+10 verranno scelti 20 artisti/gruppi per la sez. Generale e 5 per la Strumentale. Da quel momento il percorso si fa ancora più interessante e certamente unico in Italia. Infatti, il materiale dei 20+5 sarà inviato ad un Giuria di Qualità esterna che avrà due settimane di tempo per indicare i 10 nomi che riterranno più validi per la Generale + 1 nome per la Strumentale. Un corposo gruppo di ascolto formato da circa 150 addetti ai lavori che per professione, collaborazioni, esperienza, rappresentano al meglio la filiera del settore musicale. L’elenco è in aggiornamento in questi giorni (leggi la Giuria della scorsa edizione) e i nomi verranno comunicati al più presto. I 10 artisti/gruppi più votati suoneranno live nella finale del 05 luglio 2024 al CPM di Milano

Anche per questa 21ª edizione, all’artista/gruppo vincitore della sez. Generale viene garantita la partecipazione al TOUR DE L’ISOLA, un’iniziativa che prevede 10 date in 10 diverse città garantendo un contributo (omnicomprensivo) di Euro 500 per ogni singola data. Un’iniziativa nata da L’ISOLA e da una serie di locali sparsi in giro per l’Italia, uniti per dare voce e spazio al vincitore del Premio. Una cifra totale di 5.000 euro che ha come obiettivo quello di far circuitare l’artista/gruppo portandolo fuori dai propri contesti territoriali e farlo così conoscere meglio in altre zone d’Italia.

 

 

 

 

 

 

 

 

Ricordiamo che i 5 finalisti della sez. Strumentale, e non solo il vincitore, vedranno i loro brani inseriti nell’Audioteca Nazionale del progetto CO2, curato dal CPM in collaborazione con SIAE e Ministero di Grazia e Giustizia, con lo scopo di educare all’ascolto e dare sollievo all’interno delle carceri italiane. Con l’artista/gruppo vincitore della Strumentale, inoltre, confermiamo l’impegno fattivo a trovare occasioni per farlo partecipare a showcase, presentazioni, partecipazioni live in rassegne, festival e location adeguate alla propria cifra stilistica. Una sezione, questa, nata otto anni fa e cresciuta in numero di iscritti e in qualità intrinseca. Basta leggere i nomi dei vincitori per avere conferma di quanto detto.

Edizione dopo edizione, L’ISOLA ha dato la possibilità agli artisti di far conoscere il proprio progetto tenendo in forte considerazione, nella valutazione di ognuno, oltre al valore intrinseco dei due brani anche l’originalità, la capacità di scrittura, l’interpretazione e il potenziale impatto nelle performance live. Facile dedurre che nonostante il lavoro quotidiano teso a conoscere, valorizzare nuovi (e meno nuovi…) artisti, una volta all’anno, tutti gli iscritti al Premio hanno la certezza di far ascoltare due brani ad un ampio gruppo di redattori e collaboratori, cosa oggettivamente impossibile o comunque complicata in altri momenti dell’anno.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Accompagnato dall’intensa attività editoriale che L’Isola ha portato avanti fin dal 1996 – prima con una rivista cartacea (qui sopra alcune copertine) e poi con un sito aggiornato quotidianamente (www.lisolachenoncera.it e vari social collegati) -  il Premio ‘L’Artista che non c’era’ è una manifestazione in cui è difficile inquadrare la tipologia di artisti/gruppi che si iscrivono. Il motivo è da ricercare nella forte simbiosi che si rispecchia nei contenuti creati da un gruppo di collaboratori coeso e ramificato in tutta Italia. L’Isola recensisce e intervista artisti, gruppi, addetti ai lavori che spaziano dal rock al blues, dal pop al jazz, dalla popular music alla musica strumentale, oltre a tutte le nuove forme di contaminazione di cui si è arricchita la canzone d’autore. E lo stesso discorso vale un po’ per l’età media, perché scorrendo l’Albo d’Oro dei vincitori, dei finalisti e semifinalisti, ci si rende subito conto che non si tratta di nomi “emergenti”, anzi, molto spesso troviamo artisti e gruppi che hanno già una buona discografia alle spalle e che trovano nel percorso di ascolti e selezioni de L’Artista che non c’era un’occasione per farsi conoscere meglio da tutta la squadra dell’Isola e, per chi passerà in semi-finale, anche da un ampio numero di professionisti del settore. Una sincera voglia di condividere il talento che si muove nel bosco e sottobosco della musica italiana e che ha bisogno di spazi nuovi per respirare.

E per la ventunesima volta ci riproviamo.

 

La finale si svolgerà al CPM Music Institute di Milano
                      VENERDI 05 LUGLIO 2024 

 

Per info: redazione@lisolachenoncera.it

SCARICA IL MODULO DI ISCRIZIONE 2024

SCARICA IL REGOLAMENTO 2024

 Le iscrizioni si chiudono il 20 aprile

 

www.lisolachenoncera.it
https://www.facebook.com/isoladellamusicaitaliana
https://www.facebook.com/Artistachenoncera
https://www.instagram.com/l_isolachenoncera/

 

 

 

----------------------------------------------------------------
-----------------------------------------------------------------

 

-------------------------      20ª EDIZIONE     -------------------------------  

20 giugno 2023

Anche quest’anno il momento clou, quello di scegliere i 10 finalisti della sez. Generale e il vincitore della sez. Strumentale è arrivato. È di certo il momento più delicato e complesso di un percorso iniziato mesi fa. Pian piano, dagli oltre 240 iscritti iniziali, dopo varie selezioni L’ISOLA aveva scelto i “suoi” semi-finalisti per poi metterli in condivisione con una giuria esterna qualificata. Questo l’esito:

FINALISTI Sez. GENERALE

AB 29, CAMPI, EDOARDO CHIESA, EMANUELE CONTE, HELLE,
IRENE BUSELLI, KALIKA, MARTE, MIRIAM RICORDI, NOE TOMMASINI

 



https://www.facebook.com/AB29band

https://www.facebook.com/andre.campi2
https://www.facebook.com/chiesaedoardo
https://www.facebook.com/emacontemusic
https://www.facebook.com/Helle.musica
https://www.facebook.com/irenebusellimusic
https://www.facebook.com/kalika.voices
https://www.facebook.com/MARTEmusicband
https://www.facebook.com/miriricordi
https://www.facebook.com/noetommasini


La finale live si terrà VENERDI 30 GIUGNO al CPM di Milano,
dalle ore 14.00 alle 19.00

 

VINCITORE Sez. STRUMENTALE

WUZ

 

 

 https://www.facebook.com/WUZofficial

 

Ma in questo momento il nostro pensiero è rivolto soprattutto a chi si è fermato qui, agli altri semifinalisti che hanno dato vita ad un confronto serrato tra gli addetti ai lavori per scegliere chi entrava in finale. Ecco i loro nomi:
Antonello Raponi, Beatrice Campisi, Francesco Sbraccia, Johele, Kiko And The Blues Refugees, Laura B, Popforzombie, Sacromud, Talèa, The Snookers e Vimimi,

oltre ai quattro artisti/gruppi della sez. Strumentale
Andrea Marchesino, Andrea Pavoni, Max Trabucco Quartet e ViolinÒrchestra


ELENCO GIURIA DI QUALITÀ 2023
Alberto Bazzurro (Musica Jazz) Alberto Bertoli (Artista) Alberto Menenti (Ondamusic.it) Alberto Quartana (Leave Music) Aldo Pedron (giornalista, scrittore) Alessandro Balzani (Garage Moulinski – MI) Alessandro D'Alessandro (Artista) Alessandro Sgritta (Radio Città Aperta) Alessio Brunialti Griffani (La Provincia di Como) Alex Pierro (Presidente AGIMP) Alice Cherubini (Astarte Agency) Andrea Bolognini (Osteria delle Dame – BO) Andrea Carpi (Fingerpicking.net) Andrea Di Cesare (Artista) Andrea Schipani (Sfera Cubica) Andrea Trevaini (Buscadero) Anna Prada (Circolone Legnano – MI) Antonio Ribatti (AH-UM Milano Jazz Festival) Bungaro (Artista) Carlo Lecchi (AVI Assoc.Vinile Italiana) Carlo Marrale (Artista) Chiara Orsetti (Traks - Musica Indipendente) Clarissa D'Avena (Ufficio Stampa) Claudia Cefalo (Ufficio stampa Freecom Hub) Claudia Erba (Verbatim Uff.Stampa) Claudio Fucci (VoloLibero Editore) Daniela Frittoli (L'Amaca Scuola di Musica – MI) Daniele Lucca (Operatore culturale) Danila Satragno (Vocal coach) Dario Riva (Latlantide Promotions) David Bonato (Vrec Music Label) Davide Grandi (AZ Blues) Domenico 'Mimmo' Ferraro (Squilibri Editore) Donato Zoppo (Synpress44 Uff. Stampa) Duccio Pasqua (Rai Stereonotte) Edoardo De Angelis (Artista) Elisabetta Malantrucco (Radio Rai) Enrica Corsi (Premio Bindi) Enrico de Angelis (Operatore culturale) Fabio Alcini (Level Up) Fabio Diana (Bonaventura Musica Club – MI) Fabio Gallo (L'Altoparlante) Fabio Lauteri (Romolo Dischi) Fabrizio Chiapello (Transeuropa Recording) Fabrizio Emigli (Antica Stamperia Rubattino – RM) Fausto Pellegrini (vice caporedattore cultura RaiNews24) Federico Sirianni (Artista) Filippo Maria Broglia (RECmedia Comunicazione e Promozione) Folco Orselli (Artista) Franz Campi (Operatore culturale) Gabriele Lo Piccolo (Ufficio stampa) Gabriella Esposito (Foresta) Gaetano d'Aponte (Premio Bianca d'Aponte) Giacomo Mencarelli (Lo Scalo di Orvieto – TR) Gianni Testa (Direttore artistico Joseba Publishing/Label) Gianni Zuretti (operatore culturale) Gianpaolo Castaldo (Radio Elettrica) Giorgio Almasio (Donne in Canto) Giorgio Cordini (Musicista, arrangiatore) Giovanni Baglioni (Artista) Giovanni Block (Artista) Giulia Fasolino (Autrice, produttore per Cambiomusica) Giuseppe Anastasi (Artista) Giuseppe Piccoli (Sei tutto l'Indie di cui ho bisogno) Giuseppe Scarpato (Musicista, produttore) Graziella Corrent (Direttivo Club Tenco) Guido Guglielminetti (Musicista, produttore) Jonathan Giustini (Carta da Musica) Kaballà (Artista) Karl Zinni (The Beat Production) Katia Lanese (Artelive Ass.Culturale) Laura Bianchi (Mescalina.it) Lele Battista (Musicista, produttore) Loredana D'Anghera (Premio Lunezia) Luca Nobis (Direttore didattico CPM) Luca Trambusti (Il Tirreno) Marcello Matranga (redattore Free Zone) Marco Barusso (Produttore - BRX Studio) Marco Ciapparelli (One TV NBC) Marco Mori (AudioCoop, A&R Materiali Musicali) Marco Sabiu (Arrangiatore, Direttore d’Orchestra) Maria Grazia Marsico (Libellula Music - ufficio stampa) Marta Cagnola (Radio 24) Marta Scaccabarozzi (Uff. Stampa e Social media) Martina Ortis (Foxy Lady Ascolta) Massimo Poggini (direttore Spettakolo!.it) Mattia Del Forno (Artista) Maurizio Becker (Classic Rock) Maurizio Salvioni (Officina della Musica – CO) Max Manfredi (Artista) Michele Gazich (Artista) Mimmo Locasciulli (Artista) Mimmo Paganelli (Produttore) Monica Passoni (operatore culturale) Nini Giacomelli (Festival Shomano – BS) Ottavio Nieddu (Editore RadioTelevisioneSarda) Ottavio Tonti (Radio Spiritophono) Paola Conforti (Media relations Casi Umani) Paolo Iafelice (Adesiva Discografica) Paolo Maiorino (discografico) Paolo Pieretto (Maremmano Records) Paolo Talanca (Critico musicale) Paolo Tocco (Giornalista e promoter discografico) Piero Fabrizi (Musicista, Produttore) Raffaele Abbate (OrangeHomeRecords) Renzo Chiesa (Fotografo) Renzo Rubino (Artista) Riccardo Vitanza (Parole e Dintorni Srl) Rita Vecchio (Leggo) Roberto Ivaldi (Vocal Coach) Roberto Sburlati (Promoter Vertigo Srl) Sara Salaorni (Safe&Sound) Saverio Lanza (Musicista, Produttore) Sergio Cammariere (Artista) Simone Castello (Costello's Agency) Stefano Senardi (Operatore culturale) Timisoara Pino (Rai Radio 1) Tony Verona (Ala Bianca) Veronica Sbergia (Artista) Vincenzo Zitello (Artista).

 

 

---------------------------------------------------------------------------------------

9 giugno 2023
Due giorni fa si è conclusa la seconda e delicata fase di ascolti e selezioni della 20ª edizione del Premio L’Artista che non c’era da parte di tutto il gruppo di redattori e collaboratori de L’Isola che non c’era. Ecco i nomi:

 

Sez. GENERALE

AB29,  ANTONELLO RAPONI,  BEATRICE CAMPISI,  CAMPI,  EDOARDO CHIESA,   EMANUELE CONTE,  FRANCESCO SBRACCIA,   HELLE,   IRENE BUSELLI,  JOHELE,  KALIKA,   KIKO AND THE BLUES REFUGEES,  LAURA B,  MARTE,  MIRIAM RICORDI, NOE TOMMASINI, POPFORZOMBIE, SACROMUD, TALÈA, THE SNOOKERS, VIMINI

 

 Sez. STRUMENTALE

ANDREA MARCHESINO, ANDREA PAVONI, MAX TRABUCCO QUARTET,
VIOLINÒRCHESTRA, WUZ

 

Tutta la redazione de L'Isola, che è stata parte attiva di questa prima fase, ringrazia tutti quelli che hanno partecipato (un totale di 242 iscritti) e ribadisce un concetto semplice ma sincero: ascoltare e scegliere nella prima fase 50 proposte su circa 250 non è stato un compito non facile, ma dover portare alla metà questo numero è stato ancor più complesso e affascinante al tempo stesso. Ascoltare nuovi artisti (o artisti che già conosci ma che riascolti e conosci sempre meglio) è una situazione privilegiata, ci permette di avere un quadro significativo – seppur parziale - di quel che si muove nella musica italiana. E le proposte che sono passate in semi-finale rispecchiano molte sfaccettature di questo variegato mondo e il compito che aspetta ora la giuria esterna alla rivista (qui l’elenco completo) non sarà facile per nulla.

 

Parte adesso la terza fase.

I nomi dei 10 artisti/gruppi che passeranno in finale (per la sezione Generale) e il vincitore della sez. Strumentale, saranno resi noti martedì 20 giugno.

 

Ricordiamo che al vincitore della sez. Generale, verranno garantite 10 date in 10 diversi locali in Italia. Nelle prossime settimane i dettagli completi.

 

            

 

 

 

 

 

 

 

 

 

NASCE IL ‘TOUR DE L’ISOLA’

Un’iniziativa nata da L’Isola della Musica Italiana e da una serie di locali sparsi in giro per l’Italia, uniti per dare voce e spazio al vincitore del Premio. L’obiettivo è quello di far circuitare l’artista/gruppo portandolo fuori dai propri contesti territoriali e farlo così conoscere meglio in altre zone d’Italia. Le location saranno 10 e per ogni data è previsto un rimborso di 500 euro omnicomprensivo. Questi i primi sette locali che hanno confermato la propria adesione, mentre l’elenco completo verrà comunicato nei prossimi giorni:

Spirit de Milan (Milano)
L’Asino che Vola (Roma)
Bonaventura Music Club (Buccinasco – MI)
Lo Scalo (Orvieto – TR)
Lambìc (Torino)
Sede del Club Tenco (Sanremo – IM)
Bloom (Mezzago - MB)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

------------------------------------------------------------------------------- 
------------------------------------------------------------------------------

 

 

Si sono chiuse il 06 maggio le iscrizioni alla 20ª edizione.
Partono adesso gli ascolti e le selezioni del Premio.
      

 

                                      20° ANNO
         EDIZIONE SPECIALE DE ‘L'ARTISTA CHE NON C'ERA’

 

       
        Nuovi bonus e più spazio all’ascolto con una Giuria

                         ancora più ampia e qualificata.

 

La finale il 30 giugno 2023 al CPM Music Institute di Milano.

 

         REGOLAMENTO       -        MODULO D'ISCRIZIONE

 

                     

 

Sembra una frase fatta, ma essere arrivati alla 20ª edizione di questo Premio ci riempie di orgoglio. Siamo anche consapevoli di come possa e debba essere un’edizione speciale. E infatti lo sarà.

 

                             LEGGI L'ELENCO DELLA GIURIA 2023

 

Molte le novità che abbiamo messo in campo per renderla unica, tra cui segnaliamo subito che la Giuria di Qualità sarà ancora più ampia e qualificata, con circa 150 addetti ai lavori che andranno a coprire il più possibile la filiera del settore musicale. Una Giuria esterna che entrerà in gioco nella seconda parte degli ascolti e selezioni, affiancando e completando il lavoro iniziale fatto dalla redazione e da tutti i collaboratori de L’Isola sparsi nella penisola. Un pool di professionisti composto non solo da produttori, editori, artisti, giornalisti ma anche da organizzatori di festival, scuole di musica, agenzie di booking, uffici stampa e comunicazione, arrangiatori, ingegneri del suono, operatori culturali, gestori di locali, ecc. Uno sforzo organizzativo complesso che da 19 anni portiamo avanti con dedizione e che quest’anno ha trovato un’ulteriore spinta.


              

 

Un gruppo di ascolto così ampio e vario non deve dimostrare nulla e niente a nessuno, solo la voglia e la determinazione di una redazione che ha un profondo rispetto per chi si iscrive al Premio e che ha scelto di puntare tutto sul creare "un ponte" tra artisti e operatori. In un epoca in cui tutti vanno di fretta, ecco che avere la certezza di farsi ascoltare da un team di persone fortemente attive e produttive in questo mondo non è poco. Non è tutto, certo, poi ognuno giocherà le carte che ha. Per chi arriva almeno in semi-finale questa rimane comunque una bella opportunità.

 

Come ormai da molti anni, le sezioni in cui ci si potrà iscrivere sono due:
la “Generale” (riservata a chi canta in italiano, dialetto o lingua internazionale) e la “Strumentale” (dedicata appositamente ai tanti compositori talentosi di cui l’Italia è piena). Ed è proprio a questa seconda sezione che vogliamo dedicare qualche riga in più. In queste settimane si stanno infatti concretizzando alcune collaborazioni importanti con Festival, Rassegne e Locali che ospiteranno il Vincitore di questa sezione (da quest’anno diventerà uno solo, così come per la Generale) e man mano troverete gli aggiornamenti. Altra novità, sempre riguardante questa sezione, è che i brani dei 5 finalisti – e non solo quello del vincitore - saranno inseriti direttamente nell’Audioteca Nazionale del progetto CO2, curato dal CPM in collaborazione con SIAE e Ministero di Grazia e Giustizia, con lo scopo di educare all’ascolto e dare sollievo all’interno delle carceri italiane. Un’attenzione forte che il Premio L’Artista che non c’era vuole offrire ai molti compositori che sentono l'esigenza di esprimere la propria creatività senza l’ausilio di un testo.

Anche per la sezione Generale vale il discorso dei Festival, Rassegne, Locali che ospiteranno non solo il vincitore, ma sono in fase di definizione molte opportunità per tutti e 10 i finalisti.

 

Lo dicevamo anche l’anno scorso, in un mondo sempre più votato alla superficialità di giudizio, alle etichette di genere e al rapido cambio di gusto che ci sta disabituando ad ascoltare, L’Artista che non c’era, invece, porta in dote un’autorevolezza confermata da un ascolto collettivo sviluppato in più fasi: la prima dalla redazione, la seconda da tutti i collaboratori/corrispondenti e una terza, quella in cui si aggiungerà la Giuria Esterna, che inciderà fortemente nella scelta dei 10 artisti/gruppi che suoneranno a Milano il 30 giugno al CPM Music Institute e nella scelta del vincitore della sez.Strumentale.

 

Edizione dopo edizione, L’ISOLA ha dato la possibilità agli artisti di far conoscere il proprio progetto tenendo in forte considerazione, nella valutazione di ognuno, oltre al valore intrinseco dei due brani anche l’originalità, la capacità di scrittura, l’interpretazione e il potenziale impatto nelle performance live. Facile dedurre che nonostante il lavoro quotidiano teso a conoscere, valorizzare nuovi (e meno nuovi…) artisti, una volta all’anno, tutti gli iscritti al Premio hanno la certezza di far ascoltare due brani ad un ampio gruppo di redattori e collaboratori, cosa oggettivamente impossibile in altri momenti dell’anno.

 

 

Accompagnato dall’intensa attività editoriale che L’Isola ha portato avanti dal 1996 al 2011 – prima con una rivista cartacea (qui sopra alcune copertine) e poi con un sito aggiornato quotidianamente (www.lisolachenoncera.it e vari social collegati) -  il Premio ‘L’Artista che non c’era’ è una delle manifestazioni più longeve esistenti in Italia e questa 20ª edizione ne è la prova evidente. Difficile inquadrare la tipologia di artisti/gruppi che si iscrivono, visto che rispecchiano quello che è il nostro lavoro, dove L’Isola recensisce e intervista generi diversi, dal rock al blues, dal pop alla popular music, dalla musica strumentale al jazz, oltre a tutte le nuove forme di contaminazione di cui si è arricchita la canzone d’autore. E lo stesso discorso vale un po’ per l’età media, perché scorrendo l’Albo d’Oro dei vincitori, dei finalisti e semifinalisti, ci si rende subito conto che non si tratta solo di nomi “emergenti”, anzi, troviamo molto spesso artisti e gruppi che hanno già una buona discografia alle spalle e che trovano nel percorso di ascolti e selezioni de L’Artista che non c’era un’occasione per farsi conoscere meglio da tutta la squadra dell’Isola e, per chi passerà in semi-finale, anche da un ampio numero di professionisti del settore. Una sincera voglia di condividere il talento che si muove nel bosco e sottobosco della musica italiana e che ha bisogno di spazi nuovi per respirare.

E per la ventesima volta ci riproviamo.

 

La finale si svolgerà al CPM Music Institute di Milano
                                   VENERDI 30 GIUGNO 2023 

 

Per info: redazione@lisolachenoncera.it

SCARICA IL MODULO DI ISCRIZIONE 2023

SCARICA IL REGOLAMENTO 2023

Le iscrizioni si chiudono il 20 aprile

www.lisolachenoncera.it
https://www.facebook.com/isoladellamusicaitaliana
https://www.facebook.com/Artistachenoncera
https://www.instagram.com/l_isolachenoncera/ 

 

 

 

 

 

 

 

 ---------------------------------  19ª EDIZIONE  --------------------------------------

21 giugno 2022
E anche quest'anno siamo arrivati in fondo al lungo percorso di ascolti e selezioni inziato parecchi mesi fa. L'atto finale è la scelta dei 10 finalisti (che suoneranno live al CPM di Milano venerdì 01 luglio) e la proclamazione dei 2 vincitori della sezione Strumentale. Per farlo, oltre a tutta la squadra de L'ISOLA, è stata chiamata una Giuria di Qualità esterna alla rivista, che ha avuto una dozzina di giorni per esprimersi nella valutazione dei semi-finalisti (leggi l'elenco):

Sez. GENERALE 

AFTERSAT, CANE SULLA LUNA, CHIARABLUE, ELISA ‘ERIN’ BONOMO,
GANUGI, LAURA B, LEMURI IL VISIONARIO, LULA, MIRIAM RICORDI, PROTTO

 

Sez. STRUMENTALE

EPEPE TRIO, MICO

 

La finale si svolgerà al CPM di MILANO

VENERDI 01 LUGLIO 2022

 

----------------------------------------------------

08 giugno, risultati seconda fase di selezione

È iniziata la terza fase di ascolti della 19ª edizione de L'Artista che non c'era 2022.
Il gruppo dei redattori e collaboratori de L'Isola ha scelto i semifinalisti che verranno passati ora all'ascolto e selezione di una Giuria Esterna (leggi l'elenco), che dovrà scegliere i 10 finalisti della sez. Generale e i 2 vincitori della sez. Strumentale

Ecco i nomi passati in semifinale:

Sez. GENERALE 

AFTERSAT, AGOSTA, CANDEO, CANE SULLA LUNA, CHIARA WHITE,
CHIARABLUE,CLAUDIO CIRILLO,DJELEM DO MAR, ELISA ‘ERIN’ BONOMO,

GANUGI, GUIDO MARIA GRILLO,INNOCENTE, LAURA B, LEMURI IL VISIONARIO,
LIMBRUNIRE, LORENZO CITTADINI, LUCIANO NARDOZZA, LULA,
MIRIAM RICORDI, PROTTO, SIMONE RUGGIERO

 

Sez. STRUMENTALE

ANTONIO RAGOSTA, CLAUDIO PRIMA & SEME, COOPER MUSIC,
EPEPE TRIO, MARCO GIOVANNI FERRARIO, MICO

 

I nomi che accedranno alla giornata finale verranno comunicati il 22 giugno.

La finale si svolgerà al CPM di MILANO
VENERDI 01 LUGLIO 2022

 

 

LEGGI L'ELENCO DEFINITIVO DELLA GIURIA DI QUALITÀ 2022

 

Anche quest’anno in palio un tour di 6 date per un valore di 10.000 euro (grazie al Bando Nuovo Imaie) e bonus per tutti i finalisti.

 

 

---------------------------------------------------------

1ª fase, maggio 2022

 

Superata di slancio la boa dei diciotto anni, quella che partirà il 01 febbraio sarà l’edizione numero 19 del Premio L’Artista che non c’era. Un concorso pensato, voluto e gestito direttamente da L’Isola che non c’era, realtà musicale che da ormai 25 anni si occupa esclusivamente di artisti italiani. Seppur l’effetto Coronavirus non ha smesso di mordere del tutto, il sentore nell’aria è quello di una ripresa, lenta ma costante, dei ritmi e delle abitudini pre-pandemia. C’è voglia di tornare a suonare, di condividere emozioni, e chi meglio degli artisti sente sulla pelle questa necessità?
Qui in redazione siamo pronti per l’operazione “ascolto di tutti gli iscritti”, che come ogni anno metterà in moto una quindicina di persone per il lavoro più certosino, la delicatissima fase iniziale, quella dove i due brani di ogni iscritto verranno ascoltati più volte per arrivare poi ad individuare i 50 progetti che proseguiranno nelle selezioni.

 

Lo dicevamo anche l’anno scorso, in un mondo sempre più votato alla superficialità di giudizio, alle etichette di genere e al rapido cambio di gusto che ci sta disabituando ad ascoltare, L’Artista che non c’era, invece, porta in dote un’autorevolezza confermata da un ascolto collettivo sviluppato in più fasi: la prima dalla redazione, la seconda da tutti i collaboratori/corrispondenti e una terza, quella in cui si aggiungerà una corposa Giuria Esterna composta da molti protagonisti della filiera musicale e che inciderà fortemente nella scelta dei 10 artisti/gruppi che suoneranno a Milano il 01 luglio. L’elenco dei giurati verrà pubblicato man mano durante queste prime settimane (clicca qui per leggere la GIuria, parziale, del 2022).

 

 

Confermate anche quest’anno le due sezioni in cui si potrà iscrivere.

 

La GENERALE, alla quale si accede con brani cantati (in italiano, dialetto o in qualsiasi lingua internazionale) e che tra i vari premi finali vede in palio un tour di sei date per un valore di 10.000 euro, grazie al Bando specifico del Nuovo Imaie (qui in alto una foto di Anna Castiglia, vincitrice nel 2021, premiata da Franco Mussida) oppure la sezione STRUMENTALE, creata per gli artisti che scelgono di esprimere la propria creatività senza l’ausilio di un testo. Nel mondo della ‘canzone’ (quindi non ci riferiamo ai tanti concorsi espressamente di musica classica, jazz o di uno strumento specifico), L’Artista che non c’era è l’unico Premio a dare spazio anche a questa esigenza comunicativa, mettendo in relazione – indipendentemente dal genere proposto - autori, esecutori e una giuria di qualità. I vincitori della sezione Strumentale saranno due e i loro brani entreranno direttamente nell’Audioteca Nazionale del progetto CO2, curato dal CPM in collaborazione con SIAE e Ministero di Grazia e Giustizia, con lo scopo di educare all’ascolto e dare sollievo all’interno delle carceri italiane (nella foto qui sotto Fabio Giachino, uno dei due vincitori insieme ad Antonio Fresa).

 

 

Edizione dopo edizione, L’Isola ha dato la possibilità agli artisti di far conoscere il proprio progetto tenendo in forte considerazione, nella valutazione di ognuno, oltre al valore intrinseco dei due brani anche l’originalità, la capacità di scrittura, l’interpretazione e il potenziale impatto nelle performance live.

Accompagnato dall’intensa attività editoriale che L’Isola porta avanti dal 1996 (per 15 anni in formato cartaceo - nella foto in basso alcune delle 41 copertine edite – e dal 2011 con il sito www.lisolachenoncera.it e i social collegati), L’Artista che non c’era è una delle manifestazioni più longeve esistenti in Italia. Difficile inquadrare la tipologia di artisti/gruppi che si iscrivono, visto che rispecchiano quello che è il nostro lavoro quotidiano, dove L’Isola recensisce e intervista generi diversi, dal rock al blues, dal pop alla popular music, dalla musica strumentale al jazz, oltre a tutte le nuove forme di contaminazione di cui si è arricchita la canzone d’autore. E lo stesso discorso vale un po’ per l’età media, perché scorrendo l’albo d’oro dei vincitori, dei finalisti e semifinalisti, ci si rende subito conto che non si tratta solo di nomi “emergenti”, anzi, troviamo molto spesso artisti e gruppi che hanno già una buona discografia alle spalle e che trovano nel percorso di ascolti e selezioni de L’Artista che non c’era un’occasione per farsi conoscere meglio da tutta la squadra dell’Isola e da oltre cento professionisti del settore. Una sincera voglia di condividere il talento che si muove nel bosco e sottobosco della musica italiana e che ha bisogno di spazi nuovi per respirare.

E per la diciannovesima volta ci riproviamo.

 

 

                   La finale si svolgerà al CPM (Centro Professione Musica) di Milano
                                                   VENERDI 01 LUGLIO 2022 

 

                                    ELENCO DEFINITIVO GIURIA DI QUALITÀ 2022

 

Per info: redazione@lisolachenoncera.it

SCARICA IL MODULO DI ISCRIZIONE 2022

SCARICA IL REGOLAMENTO 2022

Le iscrizioni sono prorogate fino al 05 MAGGIO

 

www.lisolachenoncera.it
https://www.facebook.com/isoladellamusicaitaliana
https://www.facebook.com/Artistachenoncera
https://www.instagram.com/l_isolachenoncera/

 

--------------------------------------------------------------------------------------

Vincitori della 18ª ediz. de L'ARTISTA CHE NON C'ERA - 2021

ANNA CASTIGLIA (sez. Generale)

ANTONIO FRESA e FABIO GIACHINO (sez. Strumentale)

 

----------------------------------------------------------------------------

 

 

 

-------------------------------------------------------------------------------  

Questi i nomi degli artisti/gruppi che accedono alle seminfinali della 18ª edizione:

Sez. GENERALE

ANDREA CUBEDDU, ANDREA FABIANO, ANDREA GIOIA, ANNA CASTIGLIA,
CHIARA WHITE, CHIARADIA, EFFENBERG, ELEPHANTS CLAPS, ESPANA CIRCO ESTE,
GIULIO LAROVERE, GIULIO WILSON, GOSPEL BOOK REVISITED,
GUIDO MARIA GRILLO, 
LA RAGAZZA DELLO SPUTNIK, LETI DAFNE,
LORENZO CITTADINI, LORENZO SANTANGELO, 
LOVESICK DUO,
ROBBÈ,
SARA MARINI e SIMONA COLONNA

 

Sez. STRUMENTALE 

ANTONIO FRESA, FABIO GIACHINO, MAGASIN DU CAFÉ,
MUSICA MUTA, PAOLO ERCOLI TRIO e QUARTOCOLORE

---------------------------------------------------------------------------------------------------  

 

Sono resi pubblici i nomi degli artisti e gruppi che passano alla seconda fase di ascolti/selezioni de L'Artista che non c'era, Premio giunto alla sua 18ª edizione.

Una scelta che quest'anno si è resa più difficile per la redazione de L'Isola per via dell'altro numero degli iscritti ma soprattutto per la grande varietà di generi delle proposte. Alla fine i nomi selezionati per la Sezione Generale sono 45, mentre quelli per la sezione Strumentale sono 12.

Sez. GENERALE 

AFTERSAT, ALZAMANTES, ANDREA CUBEDDU, ANDREA FABIANO, ANDREA GIOIA,
ANNA CASTIGLIA, CHIARA WHITE, CHIARABLUE, CHIARADIA, DARIO SN, EFFENBERG,
ELEPHANTS CLAPS, ESPANA CIRCO ESTE, FOLLOWTHERIVER, FRANCES ARAVEL,
GIORGIA BAZZANTI, GIULIO LAROVERE, GIULIO WILSON, GOSPEL BOOK REVISITED,
GUIDO MARIA GRILLO, KUMI, LA GABBIA, LA RAGAZZA DELLO SPUTNIK, LAURA B,
LENA A.,
LETI DAFNE, LORENZO CITTADINI, LORENZO SANTANGELO, LOVESICK DUO,
NOMA, NORA, NOVE, ORKESTRINA, PAGANO, PAOLANTONIO, PUGNO BLUES BAND,
ROBBÈ, SABER SYSTÈME,
SARA MARINI, SHAMPISTI, SIMONA COLONNA, SKELTERS,
SOLFITI, VENTI SETTEMBRE e VORIANOVA

 

Sez. STRUMENTALE

ANTONIO FRESA, ELSA GUERCI, FABIO GIACHINO, FUSILLA SPARK, GERMANO SEGGIO,
IL SOGNO DI ORFEO, LORENZO CARULLI, MAGASIN DU CAFÉ, MATTEO GIUDICI TRIO,
MUSICA MUTA, PAOLO ERCOLI TRIO e QUARTOCOLORE

 

Il prossimo appuntamento è per martedì 08 giugno, quando verranno resi noti i nomi dei semifinalisti.
Quello sarà anche il momento in cui entrerà in gioco la Giuria Esterna alla rivista, che dovrà individuare i finalisti che suoneranno poi live al CPM di Milano venerdì 02 luglio.

 ----------------------------------------------------------------------------------   

scrizioni aperte fino alle 24.00 di VENERDI 07 MAGGIO

MODULO DI ISCRIZIONE 2021   -    REGOLAMENTO 2021

per info: redazione@lisolachenoncera.it

-------------------------------------------------------------------   

Anche quest’anno in palio un tour di 6 date e molti bonus per tutti i finalisti.

Sono aperte le iscrizioni al Premio L’Artista che non c’era 2021. L’iniziativa, giunta alla sua 18ª edizione, è la punta dell’iceberg dell’intensa attività svolta da L’Isola che non c’era, realtà che da 25 anni si occupa di musica italiana a tutto tondo. Un lavoro di ascolto e ricerca, che da sempre intercetta e valorizza le nuove contaminazioni di cui la canzone d’autore si nutre.
 

        La finale si svolgerà al CPM (Centro Professione Musica) di Milano

                                           VENERDI 2 LUGLIO 2021

 

Quella del 2021 sarà un’edizione molto particolare. Festeggiare la maggiore età di un concorso - tra i più longevi in Italia - in un momento di enorme difficoltà per lo spettacolo dal vivo è tutt’altro che scontato. Dopo l’edizione dello scorso anno, portata avanti durante il lockdown e culminata in un’insperata finale dal vivo e in streaming (qui sotto il momento della premiazione di Daniele De Gregori), questa edizione, la 18ª, acquista un significato e un’intensità notevole per L’Isola, perché questa iniziativa ha dimostrato di essere un modo concreto per sostenere - e oggi lo farà con ancora maggior forza e voglia - gli artisti che cercano la loro dimensione nel mondo della canzone e della musica in generale. E osservando l’albo d’oro dei vincitori, finalisti e semifinalisti, ci si rende subito conto che non si tratta solo di “emergenti”, tutt’altro.

In un mondo sempre più votato alla superficialità di giudizio, alle etichette di genere e al rapido cambio di gusto che si sta disabituando ad ascoltare, L’Artista che non c’era, invece, porta in dote un’autorevolezza confermata da un ascolto collettivo sviluppato in più fasi. Una prima fase coinvolge la Redazione e tutti i collaboratori de L’Isola, seguita da una seconda in cui interviene una corposa Giuria Esterna, composta da tutti i protagonisti della filiera musicale e che inciderà fortemente nella scelta dei 10 artisti/gruppi che suoneranno live a Milano.

Ecco l'elenco dei giurati, ormai quasi definitivo, che andrà a formare la Giuria di Qualità 2021 e che affiancherà L'Isola negli ascolti e selezioni di tutti i semi-finalisti:

Alberto Menenti (Ondamusic.it) – Aldo Pedron (giornalista) – Alessandro Balzani (Garage Moulinski, MI) - Alessandro D’Alessandro (artista) – Alfonso Caprioni (Ce Agency) - Andrea Benigni (L’Eco di Bergamo) – Andrea Bolognini (Osterie delle Dame – BO) - Andrea Carpi (Chitarra Acustica) - Andrea Di Cesare (artista) – Andrea Rodini (musicista e vocal coach) - Andrea Schipani (Sfera Cubica) – Andrea Trevaini (Buscadero) – Antonio Laìno (A&R per Café Concerto) - Antonio Ribatti (operatore culturale) – Antonio Silva (Dirigente Club Tenco) – Bungaro (artista) - Carlo Lecchi (AVI Ass.Vinile Italiana) – Ciro Imperato (Tilt Music Production) - Claudia Cefalo (giornalista, uff.stampa) - Claudia Erba (Verbatim Uff.Stampa) – Cristiana Gizzarelli (INRI/Metatron) Daniela Frittoli (L’Amaca Scuola di Musica - MI) – Daniele Biacchessi (giornalista, scrittore, regista) – Daniele Lucca (operatore culturale) - Daniele Mignardi (PromoPressAgency) – Danilo Bazzana (Liutaio) - David Bonato (Vrec Music Label) - Davide Grandi (AZ Blues) – Domenico Ferraro (Squilibri Editore) - Donato Zoppo (Synpress Uff.Stampa) – Elisabetta Malantrucco (RadioRai) - Enrica Corsi (Premio Bindi) – Enrico de Angelis (operatore culturale) – Erika Barbacelli (giornalista, uff.stampa) - Fabio Diana (Bonaventura Music Club, MI) - Fabio Gallo (L’Altoparlante) – Fabio Lauteri (Romolo Dischi) – Fabrizio Chiapello (produttore) - Fausto Pellegrini (vice capo redattore RaiNews 24) – Filippo Maria Broglia (RECmedia Comunicazione) – Flavio Oreglio (Artista) - Francesco Venuto (Barley Arts) - Franz Campi (operatore culturale) - Gabriele Lo Piccolo (Comunicaz. e Promozione) - Gaetano d'Aponte (Premio Bianca d’Aponte) – Gianni Testa (produttore, vocal coach) – Gianni Zuretti (operatore culturale) – Gianpiero Canino (MyNina Spettacoli) - Giorgio Cordini (artista) – Giovanni Baglioni (artista) - Giulia Fasolino (autrice, produttore Cambiomusica) - Giuseppe Anastasi (artista) – Giuseppe Scarpato (musicista, produttore) - Guido Guglielminetti (produttore) – Jonathan Giustini (operatore culturale) – Johnson Righeira (Artista) - Katia Lanese (Artelive Management) – Lele Battista (artista, produttore) – Loris Cantarelli (Fumo di China) – Luca Locatelli (Spirit de Milan) – Luca Nobis (direttore didattico CPM) Luca Rustici (artista, produttore) – Lucilla Corioni (Long Digital Playing) – Marcello Matranga (Mescalina.it) - Marco Mangiarotti (QN-Il Giorno) - Marco Mori (dirigente Audiocoop, A&R Materiali Musicali) – Marco Rossi (Azzurra Music) – Marta Scaccabarozzi (Uff.stampa e social media) - Massimo Bonelli (iCompany) – Massimo Cotto (Virgin Radio) - Massimo Germini (musicista) - Massimo Poggini (direttore Spettakolo.it) – Max Marmiroli (musicista) - Michele Gazich (artista, produttore) – Mimmo Paganelli (produttore) - Monica Landro (giornalista, produttore) – Moreno Delsignore (vocal coach) - Paola Conforti (Casi Umani) – Paolo Iafelice (Adesiva Discografica) – Paolo Talanca (critico musicale) - Paolo Tocco (Protosound Press) - Piero Fabrizi (musicista, produttore) - Raffaele Abbate (OrangeHomeRecords) – Renzo Rubino (artista) - Roberta Balzotti (giornalista TGR Rai) – Roberta Ruggiero (uff.stampa e social media) - Sara Bao (Mescalina.it) - Sergio Cammariere (Artista) – Simone Castello (Costello’s Agency) – Susanna Parigi (Artista) - Stefano Scatozza (docente Conservatorio F.A. Bonporti) - Tiziana Sconocchia (Ph.D. Management) - Umberto Labozzetta (Promoter discografico) – Veronica Sbergia (Artista) - Vince Tempera (direttore d’orchestra) – Vincenzo Incenzo (artista) - Vincenzo Zitello (artista), Walter Lupi (artista).

 

Le Iscrizioni si chiudono VENERDI 07 MAGGIO 2021

Il concorso si articola in due sezioni. Una GENERALE alla quale si accede con brani cantati (in italiano, dialetto o in qualsiasi lingua internazionale) e una STRUMENTALE creata per gli artisti che, indipendentemente dal genere, scelgono di esprimere la propria creatività senza l’ausilio di un testo. Nel mondo della canzone, L’Artista che non c’era è tra i pochi concorsi a dare spazio a questa esigenza comunicativa, mettendo in relazione autori, esecutori e una giuria di qualità. I vincitori della sezione Strumentale saranno due e i loro brani entreranno direttamente nell’Audioteca Nazionale del progetto CO2, curato dal CPM in collaborazione con SIAE e Ministero della Giustizia con lo scopo di educare all’ascolto e dare sollievo all’interno delle carceri italiane.

Per il quarto anno consecutivo questo Premio è tra i vincitori del Bando di Promozione Nuovo IMAIE (realizzato con i fondi dell’art. 7. Legge 93/92) e quest'anno metterà a disposizione un tour di 6 date, completamente spesate, fino a un importo massimo di 11.500 euro.

I primi artisti a usufruirne sono stati Gabriella Martinelli (vincitrice nel 2018), Sara Jane Ceccarelli (2019) e Daniele De Gregori (2020).

 

E il tour di 6 date non è l’unico bonus previsto per il vincitore o per chi arriva nelle fasi finali. Infatti, da sempre L’Isola coinvolge finalisti e semi-finalisti negli eventi di musica dal vivo che promuove, con l’obiettivo di dare spazio e visibilità concreta agli artisti prima, durante e dopo il concorso. Due esempi sono Parabiago d’Autore, storica manifestazione che quest’anno toccherà l’11ª edizione, e Sa(n)remo senza Confini, format iniziato nel 2018 e ospitato nella sede del Club Tenco durante i cinque giorni del Festival di Sanremo.

Il Premio L’Artista che non c’era è un progetto basato sul dialogo tra tutti i settori della musica dal vivo. Dal supporto costante dei collaboratori all’apporto, determinante, della Giuria Esterna già nella fase di selezione e non solo durante la finale. L’Isola cerca di ampliare al massimo il ventaglio di personalità a confronto, dando la possibilità agli artisti di far conoscere il proprio progetto, privilegiando anche la ricerca e l’interesse verso le idee e non solo l’impatto sul palco.

Accompagnato dall’intensa attività editoriale che L’Isola porta avanti dal 1996 (per 15 anni in formato cartaceo - nella foto il n. 1 -  ora con un lavoro quotidiano sul sito www.lisolachenoncera.it e i social collegati), il concorso è una manifestazione che coinvolge tutti, gli artisti e gli ascoltatori, animata da un’atmosfera di condivisione e di scambio di esperienze che va oltre il gusto personale e punta solo a individuare e valorizzare il talento prima e a promuoverlo dopo.

Per info: redazione@lisolachenoncera.it

www.lisolachenoncera.it
https://www.facebook.com/isoladellamusicaitaliana
https://www.facebook.com/Artistachenoncera
https://www.instagram.com/l_isolachenoncera/

 

 

 

 

 

 

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------

L’ARTISTA CHE NON C’ERA 2020

Sono aperte le iscrizioni per la
17ª edizione del concorso

La finale al CPM di Milano, venerdì 26 giugno 2020. Anche quest’anno in palio il tour di 8 date supportato dal Bando Nuovo Imaie a cui si aggiungono numerosi altri bonus mirati a far suonare in giro per l'Italia vincitore, finalisti e semi-finalisti.


SCARICA IL REGOLAMENTO 2020


SCARICA IL MODULO D'ISCRIZIONE 2020

 

Riparte L’ARTISTA CHE NON C’ERA, il Premio organizzato da L’Isola che non c’era, realtà che da oltre vent’anni si occupa di musica italiana. Un concorso che anno dopo anno (e con questa siamo alla 17ª edizione…) intercetta e valorizza le nuove contaminazioni di cui la canzone d’autore si nutre e si arricchisce.

In un mondo musicale sempre più votato alla superficialità di giudizio, al rapido cambio di gusto, al “tanto non c‘è mai niente di nuovo”, al sempreverde “sì però una volta le canzoni erano un’altra cosa”, ecco che mettere in campo una redazione pronta all’ascolto di tutti gli iscritti non è una cosa così scontata. L’Isola lo fa dal 2004, anzi, quest’anno il lavoro di ascolto e di selezione sarà ulteriormente affinato e anche la Giuria esterna che interverrà nella seconda fase verrà composta secondo criteri che consentiranno di coprire ancora meglio la filiera musicale. Tutto questo per dare ad ogni iscritto la certezza di essere ascoltato e valutato per quello che invierà e non per il curriculum pregresso.

La giornata finale si svolgerà come ormai da molti anni al CPM di Milano, venerdì 26 giugno 2020 (nella foto qui sotto la premiazione dell’ultima edizione, con al centro la vincitrice Sara Jane Ceccarelli con a fianco Massimo Germini, per l'occasione presidente di Giuria).

 

 

Confermatissima anche la formula delle due sezioni possibili in cui ci si può iscrivere.

La prima chiamata “GENERALE”, dove si accede con brani cantati (sia in italiano, dialetto o qualsiasi lingua internazionale) ed una “STRUMENTALE”, appositamente creata per ospitare i compositori/gruppi di musica strumentale che, indipendentemente dal genere (fingerstyle, jazz, blues, elettronica, contemporaneo, classico, acustico, etnico, pop, rock, prog, ambient….) scelgono di esprimere la propria creatività senza l’ausilio di un testo. Una sezione a cui il nostro Premio pone molta attenzione, visto il peso sempre maggiore e l’interesse che questo modo di intendere la musica sta vivendo anche in Italia (in Europa, per dire, è una realtà consolidata quella di ascoltare o andare a vedere concerti di musica strumentale). Aumentano anche da noi i corsi nelle scuole, così come le etichette, produttori o semplici artisti/gruppi che si dedicano a questa disciplina. Proprio per questo cinque anni fa nasce la sezione ‘Strumentale’ e L’Artista che non c’era è tra i primi concorsi a dare spazio e ascolto a questa esigenza comunicativa (tralasciando ovviamene i molti concorsi di musica classica o jazz, che però lavorano appunto su di un determinato genere) mettendo in relazione autori, esecutori e una giuria qualificata. Ricordiamo che i vincitori della sezione “Strumentale” saranno due e i loro brani entreranno direttamente nell’Audioteca Nazionale del progetto CO2, l’iniziativa del CPM che in collaborazione con Siae e Ministero della Giustizia ha lo scopo di educare all’ascolto e dare sollievo all’interno delle carceri italiane (http://www.co2musicaincarcere.it/).
Nella foto qui sopra Lorenzo Polidori, uno dei due vincitori della sezione Strumentale 2019

 

Tra i vari bonus previsti per questa nuova edizione c’è ancora il Bando di Promozione Nuovo Imaie (realizzato con i fondi dell’art.7. Legge 93/92) che mette a disposizione un tour di 8 date, completamente spesate, fino ad un importo massimo di 15.000 euro. Infatti, per il terzo anno consecutivo L’Artista che non c’era rientra nei parametri chiesti dal Nuovo Imaie per utilizzare questo forte incentivo messo in campo per le attività live. Nel 2018 fu Gabriella Martinelli ad usufruirne, mentre l’anno scorso è toccato a Sara Jane Ceccarelli, che proprio in queste settimane sta iniziando questo tour in giro per l’Italia.

 

Ma oltre al bando Nuovo Imaie, sono molte le occasioni di visibilità che verranno sviluppate durante e dopo questa 17ª edizione. Una delle caratteristiche de L’Artista che non c’era è quella di creare molte occasioni live in cui convogliare non solo vincitore e finalisti, ma anche i semi-finalisti, un modo concreto per dare spazio e visibilità ben oltre la fase finale del concorso.

E lo facciamo attraverso i molti eventi e rassegne che organizziamo in tutta Italia. Ultima in ordine di tempo è “Sa(n)remo senza Confini”, un format giunto alla sua terza edizione e che si è tenuto nella sede del Club Tenco nei cinque giorni del Festival di Sanremo, dal 04 all’08 febbraio.
Una rassegna che ha visto la bellezza di 42 showcase, dove tra gli altri – giusto per rimanere in tema di valorizzazione dei finalisti e semi-finalisti del nostro concorso – oltre alla vincitrice dell’ultima edizione
Sara Jane Ceccarelli, hanno suonato Adel Tirant, Marte, Andrea Amati, Francesco Anselmo e Lorenzo Polidori, uno dei due vincitori della sezione strumentale 2019, talentuoso e giovanissimo chitarrista che in mezzo a tante “parole” ha portato il tocco cristallino della sei corde.

E sempre parlando di occasioni live che L’Isola mette sul piatto, da qualche anno il vincitore del concorso entra direttamente nella programmazione della rassegna ‘Parabiago d’Autore, storica manifestazione de L’Isola giunta alla 10ª edizione, così come sono molte le aperture di concerti in cui qualche finalista-semifinalista verrà coinvolto (qui nella foto il concerto di Gabriella Martinelli a Parabiago nel 2019).

 

 

Insomma, crediamo davvero di poter dire che quando un artista o un gruppo passa da L’Artista che non c’era e lascia il segno... non importa se abbia vinto o meno, se il talento c’è troverà la redazione de L’Isola e tutti i collaboratori pronti ad aiutarlo a farsi conoscere attraverso recensioni, interviste web e radiofoniche, oltre ovviamente a varie performance live.

Confermato anche quest’anno lo stesso percorso di ascolto e selezione: si parte da una dozzina di redattori che tra tutti gli iscritti individuano i 50 progetti più interessanti, che verranno poi ascoltati da tutti i corrispondenti e collaboratori sparsi in ogni regione d’Italia. Un lungo lavoro che durerà un paio di mesi e culminerà con la scelta di 25 semifinalisti. Ed è questo il momento in cui entra in gioco una Giuria esterna. Anche per l’edizione 2020 saranno molti gli addetti ai lavori che hanno dato la loro disponibilità a ricevere il materiale dei 25 semifinalisti e che, dopo un paio di settimane di ascolti, sceglieranno i finalisti che suoneranno live al CPM di Milano.

Un valore aggiunto da non sottovalutare quello di mettere in relazione una così ampia e qualificata Giuria fin dalle fasi di semi-finale e non solo nella classica serata finale. Un modo concreto di ampliare il numero di artisti/gruppi coinvolti che potranno così far conoscere il proprio progetto musicale a soggetti fortemente inseriti sul mercato.

Due parole vogliamo spenderle infine per il live della finale. La data è quella di venerdì 26 giugno e sarà una giornata speciale, che vedrà l’Auditorium della scuola di musica fondata da Franco Mussida diventare un momento di confronto e di crescita reciproca. A fianco della gara, di questa giornata finale ci piace evidenziare l’atmosfera di condivisione e di scambio di esperienze che si crea tra artisti, giurati, staff del CPM e la redazione de L’Isola, chiusa come da tradizione da una cena collettiva (qui una foto parziale della giuria in un momento di pausa).

 

Il concorso è solo una delle iniziative de L’Isola che non c’era, realtà editoriale nata più di vent’anni fa (nella foto il n.1, novembre 1996). Un lavoro sulla musica italiana che per quindici anni ha visto editare anche una rivista cartacea e che oggi continua a informare e promuovere gli artisti italiani attraverso un sito Internet e con le principali piattaforme social. Un impegno quotidiano che ha come scopo la valorizzazione della nostra cultura musicale (passata, presente e futura), pubblicando recensioni di dischi e di libri musicali, interviste, report di concerti, news e approfondimenti (entra nel sito o nella pagina Facebook).

 

----------------------------------------------------------------  

1ª edizione (2004) - Pino Marino
2ª edizione (2005) - Pilar

3ª edizione (2006) - Veronica Marchi
4ª edizione (2007) - Piji

5ª edizione (2008) - Marcosbanda
6ª edizione (2009) - Erica Mou

7ª edizione (2010) - Paolo Pallante
8ª edizione (2011) - Zibba

9ª edizione (2012) - Iotatola
10ª edizione sez. “Italiana” (2013) - Marrone Quando Fugge

10ª edizione sez. “Internazionale” (2013) - Arianna Antinori
11ª edizione sez. “Italiana” (2014) – Francesca Incudine

11ª edizione sez. “Internazionale (2014) – Alessandro Lepore

12ª edizione sez. “Italiana” (2015) – Valeria Tron
12ª edizione sez. “Internazionale (2015) – Angelica Lubian
13ª edizione sez. "Generale" (2016) - The Crowsroads
13ª edizione sez. "Strumentale" (2016) - Calonego e Khora Quartet

14ª edizione sez. "Generale" (2017) – Gianluca Secco
14ª edizione sez. "Strumentale" (2017) – Reno Brandoni e Luca Falomi

15ª edizione sez. "Generale" (2018) – Gabriella Martinelli
15ª edizione sez. "Strumentale" (2018) – Antonello Fiamma e Francesco Del Prete

16ª edizione sez. "Generale (2019) - Sara Jane Ceccarelli
16ª edizione sez. "Strumentale (2019) - Lorenzo Polidori e Pulsar Ensemble

 

------------------------------------------------------------

 
SCARICA IL REGOLAMENTO 2020 

SCARICA IL MODULO D'ISCRIZIONE 2020

 

LE ISCRIZIONI SI CHIUDONO IL 22 APRILE 2020

www.lisolachenoncera.it

https://www.facebook.com/Artistachenoncera/

 

 

 

 

Articoli recenti

Marta De Lluvia

La festa che non c'era

di Viviana Berardi

Gennaro Porcelli

Me, you and the Blues

di Stefano Tognoni

Marta Del Grandi

Selva

di Maria Macchia