Iscrizioni aperte per la 18ª edizione

MODULO DI ISCRIZIONE 2021   -    REGOLAMENTO 2021

per info: redazione@lisolachenoncera.it

-------------------------------------------------------------------   

Anche quest’anno in palio un tour di 6 date e molti bonus per tutti i finalisti.

Sono aperte le iscrizioni al Premio L’Artista che non c’era 2021. L’iniziativa, giunta alla sua 18ª edizione, è la punta dell’iceberg dell’intensa attività svolta da L’Isola che non c’era, realtà che da 25 anni si occupa di musica italiana a tutto tondo. Un lavoro di ascolto e ricerca, che da sempre intercetta e valorizza le nuove contaminazioni di cui la canzone d’autore si nutre.
 

        La finale si svolgerà al CPM (Centro Professione Musica) di Milano

                                           VENERDI 2 LUGLIO 2021

 

Quella del 2021 sarà un’edizione molto particolare. Festeggiare la maggiore età di un concorso - tra i più longevi in Italia - in un momento di enorme difficoltà per lo spettacolo dal vivo è tutt’altro che scontato. Dopo l’edizione dello scorso anno, portata avanti durante il lockdown e culminata in un’insperata finale dal vivo e in streaming (qui sotto il momento della premiazione di Daniele De Gregori), questa edizione, la 18ª, acquista un significato e un’intensità notevole per L’Isola, perché questa iniziativa ha dimostrato di essere un modo concreto per sostenere - e oggi lo farà con ancora maggior forza e voglia - gli artisti che cercano la loro dimensione nel mondo della canzone e della musica in generale. E osservando l’albo d’oro dei vincitori, finalisti e semifinalisti, ci si rende subito conto che non si tratta solo di “emergenti”, tutt’altro.

In un mondo sempre più votato alla superficialità di giudizio, alle etichette di genere e al rapido cambio di gusto che si sta disabituando ad ascoltare, L’Artista che non c’era, invece, porta in dote un’autorevolezza confermata da un ascolto collettivo sviluppato in più fasi. Una prima fase coinvolge la Redazione e tutti i collaboratori de L’Isola, seguita da una seconda in cui interviene una corposa Giuria Esterna, composta da tutti i protagonisti della filiera musicale e che inciderà fortemente nella scelta dei 10 artisti/gruppi che suoneranno live a Milano.

Ecco i primi 50 nomi dei Giurati che andranno a formare la Giuria di Qualità 2021 che ascolterà tutti i semi-finalisti:
Alessandro Balzani (Garage Moulinski) - Alessandro D'Alessandro (artista) - Alfonso Caprioni (Ce Agency) - Andrea Benigni (Eco di Bergamo) - Andrea Bolognini (Osteria delle Dame – Bo) - Andrea Di Cesare (artista) - Andrea Rodini (musicista e vocal coach) - Andrea Trevaini (Buscadero) - Antonio Laìno (ProSincro Management) - Bungaro (artista) - Canino Gianpiero (MyNina Spettacoli) - Ciro Imperato (Tilt Music Production) - Daniela Frittoli (L'Amaca Scuola di Musica – MI) - Daniele Biacchessi (direttore radiofonico) - Daniele Lucca (operatore culturale) - David Bonato (Vrec Music) - Davide Grandi (A-Z Blues Agency) - Donato Zoppo (Synpress Uff. Stampa) - Elisabetta Malantrucco (Radio Rai) - Erika Barbacelli (giornalista, Uff. Stampa) - Fabio Gallo (L'Altoparlante) - Fabio Lauteri (Romolo Dischi) - Francesco Venuto (Barley Arts) - Franz Campi (operatore culturale) - Gaetano Petronio (Uff. Stampa GPC) - Giorgio Cordini (artista) - Giuseppe Scarpato (musicista, produttore) - Jonathan Giustini (operatore culturale) - Loris Cantarelli (Fumo di China) - Luca Nobis (direttore didattico CPM) - Marta Scacabarozzi (Uff. Stampa e social media) - Massimo Bonelli (iCompany) - Massimo Cotto (Virgin Radio) - Massimo Poggini (Spettakolo!.it) - Max Germini (musicista) - Max Marmiroli (musicista) - Michele Gazich (artista) - Mimmo Ferraro (Squilibri Editore) - Paolo Iafelice (Adesiva Discografica) - Paolo Tocco (Protosound Press) - Raffaele Abbate (OrangeHomeRecords) - Roberta Ruggiero (Uff. Stampa e social media) - Roberto Sburlanti (Libella Music) - Sara Bao (Mescalina) - Sergio Cammariere (artista) - Simone Castello (Costello's Agency) - Tiziana Sconocchia (Ph.D. Management) - Veronica Sbergia (artista) - Vince Tempera (direttore d'orchestra) - Vincenzo Incenzo (artista)

Il concorso si articola in due sezioni. Una GENERALE alla quale si accede con brani cantati (in italiano, dialetto o in qualsiasi lingua internazionale) e una STRUMENTALE creata per gli artisti che, indipendentemente dal genere, scelgono di esprimere la propria creatività senza l’ausilio di un testo. Nel mondo della canzone, L’Artista che non c’era è tra i pochi concorsi a dare spazio a questa esigenza comunicativa, mettendo in relazione autori, esecutori e una giuria di qualità. I vincitori della sezione Strumentale saranno due e i loro brani entreranno direttamente nell’Audioteca Nazionale del progetto CO2, curato dal CPM in collaborazione con SIAE e Ministero della Giustizia con lo scopo di educare all’ascolto e dare sollievo all’interno delle carceri italiane.

Per il quarto anno consecutivo questo Premio è tra i vincitori del Bando di Promozione Nuovo IMAIE (realizzato con i fondi dell’art. 7. Legge 93/92) e quest'anno metterà a disposizione un tour di 6 date, completamente spesate, fino a un importo massimo di 11.500 euro.

I primi artisti a usufruirne sono stati Gabriella Martinelli (vincitrice nel 2018), Sara Jane Ceccarelli (2019) e Daniele De Gregori (2020).

 

E il tour di 6 date non è l’unico bonus previsto per il vincitore o per chi arriva nelle fasi finali. Infatti, da sempre L’Isola coinvolge finalisti e semi-finalisti negli eventi di musica dal vivo che promuove, con l’obiettivo di dare spazio e visibilità concreta agli artisti prima, durante e dopo il concorso. Due esempi sono Parabiago d’Autore, storica manifestazione che quest’anno toccherà l’11ª edizione, e Sa(n)remo senza Confini, format iniziato nel 2018 e ospitato nella sede del Club Tenco durante i cinque giorni del Festival di Sanremo.

Il Premio L’Artista che non c’era è un progetto basato sul dialogo tra tutti i settori della musica dal vivo. Dal supporto costante dei collaboratori all’apporto, determinante, della Giuria Esterna già nella fase di selezione e non solo durante la finale. L’Isola cerca di ampliare al massimo il ventaglio di personalità a confronto, dando la possibilità agli artisti di far conoscere il proprio progetto, privilegiando anche la ricerca e l’interesse verso le idee e non solo l’impatto sul palco.

Accompagnato dall’intensa attività editoriale che L’Isola porta avanti dal 1996 (per 15 anni in formato cartaceo - nella foto il n. 1 -  ora con un lavoro quotidiano sul sito www.lisolachenoncera.it e i social collegati), il concorso è una manifestazione che coinvolge tutti, gli artisti e gli ascoltatori, animata da un’atmosfera di condivisione e di scambio di esperienze che va oltre il gusto personale e punta solo a individuare e valorizzare il talento prima e a promuoverlo dopo.

Per info: redazione@lisolachenoncera.it

www.lisolachenoncera.it
https://www.facebook.com/isoladellamusicaitaliana
https://www.facebook.com/Artistachenoncera
https://www.instagram.com/l_isolachenoncera/

 

 

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------

L’ARTISTA CHE NON C’ERA 2020

Sono aperte le iscrizioni per la
17ª edizione del concorso

La finale al CPM di Milano, venerdì 26 giugno 2020. Anche quest’anno in palio il tour di 8 date supportato dal Bando Nuovo Imaie a cui si aggiungono numerosi altri bonus mirati a far suonare in giro per l'Italia vincitore, finalisti e semi-finalisti.


SCARICA IL REGOLAMENTO 2020


SCARICA IL MODULO D'ISCRIZIONE 2020

 

Riparte L’ARTISTA CHE NON C’ERA, il Premio organizzato da L’Isola che non c’era, realtà che da oltre vent’anni si occupa di musica italiana. Un concorso che anno dopo anno (e con questa siamo alla 17ª edizione…) intercetta e valorizza le nuove contaminazioni di cui la canzone d’autore si nutre e si arricchisce.

In un mondo musicale sempre più votato alla superficialità di giudizio, al rapido cambio di gusto, al “tanto non c‘è mai niente di nuovo”, al sempreverde “sì però una volta le canzoni erano un’altra cosa”, ecco che mettere in campo una redazione pronta all’ascolto di tutti gli iscritti non è una cosa così scontata. L’Isola lo fa dal 2004, anzi, quest’anno il lavoro di ascolto e di selezione sarà ulteriormente affinato e anche la Giuria esterna che interverrà nella seconda fase verrà composta secondo criteri che consentiranno di coprire ancora meglio la filiera musicale. Tutto questo per dare ad ogni iscritto la certezza di essere ascoltato e valutato per quello che invierà e non per il curriculum pregresso.

La giornata finale si svolgerà come ormai da molti anni al CPM di Milano, venerdì 26 giugno 2020 (nella foto qui sotto la premiazione dell’ultima edizione, con al centro la vincitrice Sara Jane Ceccarelli con a fianco Massimo Germini, per l'occasione presidente di Giuria).

 

 

Confermatissima anche la formula delle due sezioni possibili in cui ci si può iscrivere.

La prima chiamata “GENERALE”, dove si accede con brani cantati (sia in italiano, dialetto o qualsiasi lingua internazionale) ed una “STRUMENTALE”, appositamente creata per ospitare i compositori/gruppi di musica strumentale che, indipendentemente dal genere (fingerstyle, jazz, blues, elettronica, contemporaneo, classico, acustico, etnico, pop, rock, prog, ambient….) scelgono di esprimere la propria creatività senza l’ausilio di un testo. Una sezione a cui il nostro Premio pone molta attenzione, visto il peso sempre maggiore e l’interesse che questo modo di intendere la musica sta vivendo anche in Italia (in Europa, per dire, è una realtà consolidata quella di ascoltare o andare a vedere concerti di musica strumentale). Aumentano anche da noi i corsi nelle scuole, così come le etichette, produttori o semplici artisti/gruppi che si dedicano a questa disciplina. Proprio per questo cinque anni fa nasce la sezione ‘Strumentale’ e L’Artista che non c’era è tra i primi concorsi a dare spazio e ascolto a questa esigenza comunicativa (tralasciando ovviamene i molti concorsi di musica classica o jazz, che però lavorano appunto su di un determinato genere) mettendo in relazione autori, esecutori e una giuria qualificata. Ricordiamo che i vincitori della sezione “Strumentale” saranno due e i loro brani entreranno direttamente nell’Audioteca Nazionale del progetto CO2, l’iniziativa del CPM che in collaborazione con Siae e Ministero della Giustizia ha lo scopo di educare all’ascolto e dare sollievo all’interno delle carceri italiane (http://www.co2musicaincarcere.it/).
Nella foto qui sopra Lorenzo Polidori, uno dei due vincitori della sezione Strumentale 2019

 

Tra i vari bonus previsti per questa nuova edizione c’è ancora il Bando di Promozione Nuovo Imaie (realizzato con i fondi dell’art.7. Legge 93/92) che mette a disposizione un tour di 8 date, completamente spesate, fino ad un importo massimo di 15.000 euro. Infatti, per il terzo anno consecutivo L’Artista che non c’era rientra nei parametri chiesti dal Nuovo Imaie per utilizzare questo forte incentivo messo in campo per le attività live. Nel 2018 fu Gabriella Martinelli ad usufruirne, mentre l’anno scorso è toccato a Sara Jane Ceccarelli, che proprio in queste settimane sta iniziando questo tour in giro per l’Italia.

 

Ma oltre al bando Nuovo Imaie, sono molte le occasioni di visibilità che verranno sviluppate durante e dopo questa 17ª edizione. Una delle caratteristiche de L’Artista che non c’era è quella di creare molte occasioni live in cui convogliare non solo vincitore e finalisti, ma anche i semi-finalisti, un modo concreto per dare spazio e visibilità ben oltre la fase finale del concorso.

E lo facciamo attraverso i molti eventi e rassegne che organizziamo in tutta Italia. Ultima in ordine di tempo è “Sa(n)remo senza Confini”, un format giunto alla sua terza edizione e che si è tenuto nella sede del Club Tenco nei cinque giorni del Festival di Sanremo, dal 04 all’08 febbraio.
Una rassegna che ha visto la bellezza di 42 showcase, dove tra gli altri – giusto per rimanere in tema di valorizzazione dei finalisti e semi-finalisti del nostro concorso – oltre alla vincitrice dell’ultima edizione
Sara Jane Ceccarelli, hanno suonato Adel Tirant, Marte, Andrea Amati, Francesco Anselmo e Lorenzo Polidori, uno dei due vincitori della sezione strumentale 2019, talentuoso e giovanissimo chitarrista che in mezzo a tante “parole” ha portato il tocco cristallino della sei corde.

E sempre parlando di occasioni live che L’Isola mette sul piatto, da qualche anno il vincitore del concorso entra direttamente nella programmazione della rassegna ‘Parabiago d’Autore, storica manifestazione de L’Isola giunta alla 10ª edizione, così come sono molte le aperture di concerti in cui qualche finalista-semifinalista verrà coinvolto (qui nella foto il concerto di Gabriella Martinelli a Parabiago nel 2019).

 

 

Insomma, crediamo davvero di poter dire che quando un artista o un gruppo passa da L’Artista che non c’era e lascia il segno... non importa se abbia vinto o meno, se il talento c’è troverà la redazione de L’Isola e tutti i collaboratori pronti ad aiutarlo a farsi conoscere attraverso recensioni, interviste web e radiofoniche, oltre ovviamente a varie performance live.

Confermato anche quest’anno lo stesso percorso di ascolto e selezione: si parte da una dozzina di redattori che tra tutti gli iscritti individuano i 50 progetti più interessanti, che verranno poi ascoltati da tutti i corrispondenti e collaboratori sparsi in ogni regione d’Italia. Un lungo lavoro che durerà un paio di mesi e culminerà con la scelta di 25 semifinalisti. Ed è questo il momento in cui entra in gioco una Giuria esterna. Anche per l’edizione 2020 saranno molti gli addetti ai lavori che hanno dato la loro disponibilità a ricevere il materiale dei 25 semifinalisti e che, dopo un paio di settimane di ascolti, sceglieranno i finalisti che suoneranno live al CPM di Milano.

Un valore aggiunto da non sottovalutare quello di mettere in relazione una così ampia e qualificata Giuria fin dalle fasi di semi-finale e non solo nella classica serata finale. Un modo concreto di ampliare il numero di artisti/gruppi coinvolti che potranno così far conoscere il proprio progetto musicale a soggetti fortemente inseriti sul mercato.

Due parole vogliamo spenderle infine per il live della finale. La data è quella di venerdì 26 giugno e sarà una giornata speciale, che vedrà l’Auditorium della scuola di musica fondata da Franco Mussida diventare un momento di confronto e di crescita reciproca. A fianco della gara, di questa giornata finale ci piace evidenziare l’atmosfera di condivisione e di scambio di esperienze che si crea tra artisti, giurati, staff del CPM e la redazione de L’Isola, chiusa come da tradizione da una cena collettiva (qui una foto parziale della giuria in un momento di pausa).

 

Il concorso è solo una delle iniziative de L’Isola che non c’era, realtà editoriale nata più di vent’anni fa (nella foto il n.1, novembre 1996). Un lavoro sulla musica italiana che per quindici anni ha visto editare anche una rivista cartacea e che oggi continua a informare e promuovere gli artisti italiani attraverso un sito Internet e con le principali piattaforme social. Un impegno quotidiano che ha come scopo la valorizzazione della nostra cultura musicale (passata, presente e futura), pubblicando recensioni di dischi e di libri musicali, interviste, report di concerti, news e approfondimenti (entra nel sito o nella pagina Facebook).

 

----------------------------------------------------------------  

1ª edizione (2004) - Pino Marino
2ª edizione (2005) - Pilar

3ª edizione (2006) - Veronica Marchi
4ª edizione (2007) - Piji

5ª edizione (2008) - Marcosbanda
6ª edizione (2009) - Erica Mou

7ª edizione (2010) - Paolo Pallante
8ª edizione (2011) - Zibba

9ª edizione (2012) - Iotatola
10ª edizione sez. “Italiana” (2013) - Marrone Quando Fugge

10ª edizione sez. “Internazionale” (2013) - Arianna Antinori
11ª edizione sez. “Italiana” (2014) – Francesca Incudine

11ª edizione sez. “Internazionale (2014) – Alessandro Lepore

12ª edizione sez. “Italiana” (2015) – Valeria Tron
12ª edizione sez. “Internazionale (2015) – Angelica Lubian
13ª edizione sez. "Generale" (2016) - The Crowsroads
13ª edizione sez. "Strumentale" (2016) - Calonego e Khora Quartet

14ª edizione sez. "Generale" (2017) – Gianluca Secco
14ª edizione sez. "Strumentale" (2017) – Reno Brandoni e Luca Falomi

15ª edizione sez. "Generale" (2018) – Gabriella Martinelli
15ª edizione sez. "Strumentale" (2018) – Antonello Fiamma e Francesco Del Prete

16ª edizione sez. "Generale (2019) - Sara Jane Ceccarelli
16ª edizione sez. "Strumentale (2019) - Lorenzo Polidori e Pulsar Ensemble

 

------------------------------------------------------------

 
SCARICA IL REGOLAMENTO 2020 

SCARICA IL MODULO D'ISCRIZIONE 2020

 

LE ISCRIZIONI SI CHIUDONO IL 22 APRILE 2020

www.lisolachenoncera.it

https://www.facebook.com/Artistachenoncera/

 

 

 

 

Articoli recenti

Avincola

Turisti

di Andrea Direnzo

Fake Jam

Downtown

di Federico Arduini

Innocente

#IOSONO

di Domi Bufi