ultime notizie

Arte, cultura e sport al SOCIAL ...

Inclusione e cultura insieme per combattere il disagio sociale. Dal 13 al 16 giugno prende il via la prima edizione di un Festival speciale, il Social Tour Guidonia Montecelio. Non ...

Dal 29 settembre al 01 ottobre, a Milano, eventi e iniziative sparse per la città con un gran concerto finale al Teatro Franco Parenti

Nasce 'Quel Gran Genio', tre giorni dedicati a Lucio Battisti

La partenza alle "07 e 40", dalla Stazione Cadorna

 

Cosa succederà alla ragazza, pardon, alla città? Succede che a Milano, alla fine di settembre, ci sarà un lungo weekend dedicato a Lucio Battisti. E già, saranno tre giorni in cui sarà possibile ascoltare, cantare e respirare tutto il repertorio battistiano, da ‘Per una lira ad Hegel’ (sottotitolo usato per lo spettacolo finale che ci sarà al Teatro Franco Parenti) con una serie di eventi innovativi che porteranno a viaggiare (sì, viaggiare) alla ricerca di innocenti evasioni.

È così che dal 29 settembre al 1° ottobre 2023 saranno undici gli eventi, sparsi sul territorio cittadino ma nessuno in contemporanea, che per la prima volta – nella stessa rassegna ­– abbracceranno tutta la discografia dell’artista reatino. E sottolineiamo "tutta". Lo spirito sarà quello di portare la musica di Battisti ‘dentro la città’, anche in periferia, coinvolgendo varie tipologie di pubblico.

Tra i primi e più convinti sostenitori dell’iniziativa “Quel Gran Genio”, l’Assessore alla Cultura del Comune di Milano Tommaso Sacchi, a cui si sono aggiunti subito dopo Sea AeroportiFerrovienord, Sony Music Italia, Openstage e il CPM Music Institute, tasselli fondamentali per la riuscita della manifestazione a cui si aggiunge un ringraziamento sincero a Franco Zanetti, per i consigli e l’amichevole sostegno.

 

VENERDÌ 29 SETTEMBRE

La manifestazione partirà presto, “presto, presto”, alle 07 e 40 dalla Stazione di FERROVIENORD Milano Cadorna con un minilive acustico in cui sarà intonata la famosa e omonima canzone. Ma come recita la seconda parte del brano, il “lui” innamorato vuole raggiungere la sua “lei” e prende un volo alle 08.50. Detto fatto. All’Aeroporto di Linate, alle 08.50 in punto, ci sarà un nuovo minilive che darà il via ufficiale alla 1ª edizione di “Quel Gran Genio”. Gli eventi della mattinata continueranno alle 11:30 a CityLife con “Battisti in classica”, una suggestiva performance che vedrà protagonista la chitarra di Roberto Fabbri accompagnato da un quartetto d’archi (Khora Quartet).
Alle 17:30, in collaborazione con ViviMilano, si terrà invece l’incontro/dibattito “Battisti è di tutti?”, presso EST Milano (Via Pietro Calvi, 31), moderato dal giornalista Matteo Cruccu. Gli eventi del venerdì si chiuderanno alle 21:00 presso il Linate Center (2° piano) dell’aeroporto di Linate, dove verranno presentati alcuni libri dedicati a Lucio Battisti usciti negli ultimi dodici mesi, con la partecipazione dei loro autori (Donato Zoppo, Enrico Casarini, Marta Blumi Tripodi e Andrea Podestà).

 

SABATO 30 SETTEMBRE

La seconda giornata si aprirà alle 10.30 con il Convegno dal tema “Lucio Battisti: inovatore della musica italiana”, che si svolgerà presso il CPM Music Institute.
Un incontro in cui cercheremo di inquadrata la portata storica che Battisti ha avuto come "innovatore" nella musica italiana. L'ingresso al CPM è gratuito ma bisogna prenotarsi al seguente link: convegno Battisti

Il pomeriggio, dalle 13.00 alle 15.30, alle tre fermate della Metro Garibaldi, Bicocca e Loreto esibizioni di busker su repertorio battistiano. Grande momento ludico anche alle 16:00, presso Cascina Merlata – Mare Culturale Urbano (Via Pier Paolo Pasolini 3), dove si svolgerà l’iniziativa “CantaLucio”, due ore di musica suonata in acustico. Ad intrattenere, condividere, coinvolgere il pubblico ci saranno Chiarablue, Matteo Iarlori e Buva.

A chiudere la giornata di sabato -
in collaborazione con Sony Music Italy - dalle 20:30 alle 23.30 è prevista un’experience musicale sul tram storico ATMosfera: il tram farà un giro turistico per le vie del centro di Milano, con partenza di fronte al Castello Sforzesco passando per il centro e ritorno, sulle note della musica di Lucio Battisti (tre giri da un’ora cadauno).


 

Per avere la possibilità di partecipare a questa iniziativa è necessario iscriversi – gratuitamente - al link indicato qui sotto entro il 25 settembre alle 14.00. Le persone selezionate verranno ricontattate il giorno 26 settembre con la conferma di partecipazione.

A questo link è possibile iscriversi gratuitamente all’experience sul tram ATMosfera:
https://forms.sonymusicfans.com/campaign/lucio-battisti-tram-experience_

 

DOMENICA 1° OTTOBRE

A chiusura della manifestazione, con inizio alle 16.00, presso il Teatro Franco Parenti (Via Pier Lombardo 14) si svolgerà un concerto speciale che abbraccerà tutta la sua produzione, un live cronologico da Per una lira fino ad Hegel che metaforicamente prenderà per mano l’ascoltatore facendogli vivere l’evoluzione artistica che ha attraversato tutta la produzione di Lucio Battisti.

A questo link sono in vendita i biglietti del concerto finale:
https://teatrofrancoparenti.it/spettacolo/quel-gran-genio/ 

 

Un concerto di oltre tre ore, in cui emergerà in maniera la forte componente innovativa che ha sempre caratterizzato Lucio Battisti e il suo essere un grande ‘musicista’, cosa troppo spesso dimenticata.

Si partirà con i primi successi di fine anni Sessanta e si passerà al periodo in cui affina e definisce uno stile personale e riconoscibile con brani come
Emozioni, I giardini di marzo, E penso a te o brani presi da album come Il mio canto libero, Il nostro caro angelo (dove gli ultimi tre brani sono piccoli gioielli che meritano di essere riscoperti) fino ad Anima latina, vetta creativa di Lucio e che nei live spesso non viene valorizzata. Spazio quindi al periodo “internazionale”, quando Lucio s’innamora della scena americana di San Francisco e Los Angeles, del funky e della dance che da lì a poco sarebbe esplosa e che lui metabolizza e trasforma in qualcosa di personale e che in Italia non si era ancora sentito (riascoltare Ancora tu o Il veliero sotto questa luce chiarisce ancora meglio il concetto, visto che sono state scritte nel 1975…). Non mancherà l’ultimo periodo, il “post Mogol”, che toccherà l’album E già per poi concludersi con un prezioso e affascinante spazio dedicato al periodo con Pasquale Panella. Sempre brani di Battisti, certo, ma di "Battisti, l'altro".

Tre le band che si alterneranno sul palco, per un totale di oltre 27 musicisti, tra cui Walter Calloni, Marco Sabiu, Patrizia Cirulli, docenti e allievi del CPM Music Institute, Folco Orselli, Giuseppe Garavana, Laura B, Roberto Pambianchi, Raffaele Kohler
A condurre la serata ci sarà Massimo Cotto.


La direzione artistica è a cura di Francesco Paracchini, direttore de L’Isola che non c’era, realtà che da oltre 20 anni si occupa di artisti italiani e che si occuperà della parte logistica e organizzativa.

Tre ore di live e neanche un minuto di non amore. Garantito.

 

Ufficio Stampa e Comunicazione: Parole & Dintorni srl
Sara Bricchi (sara@paroleedintorni.it)

 

 

 

 

 

Per info: redazione@lisolachenoncera.it

www.lisolachenoncera.it

https://www.facebook.com/isoladellamusicaitaliana
https://www.instagram.com/l_isolachenoncera/


Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento