ultime notizie

Giulio Casale: “Inexorable”, nuovo disco in ...

Conferenza stampa di presentazione "Inexorable", 4 dicembre, Circolo Culturale La Corte dei Miracoli – Milano. di Giuseppe Verrini Inesorabile Casale. Ancora, più forte di prima, torna la voglia di raccontare di ...

Serena Abrami

Lontano da tutto - EP

Quel contenitore di piccoli sogni musicali che è X-Factor ha dato i natali anche a Serena Abrami: è nell’edizione numero due che Serena viene notata dall’ospite della serata, Ivano Fossati. Il cantautore s’invaghisce della versatile e nitida vocalità della ragazza marchigiana e la presenta alla Emi, dandole la grande chance di incidere l’Ep in questione.

Questa è la parte del sogno; la realtà a seguire ha visto la Abrami collaborare come autrice con colleghi titolati ed elaborare con gli stessi le sei canzoni che compongono Lontano da tutto. La canzone di punta appare da subito la title track, scritta e musicata da Niccolò Fabi, cosa che ha fatto la differenza, permettendo alla giovane artista di conquistare la notorietà. Il brano supera la selezione per Sanremo giovani e sul palco dell’Ariston conquista la finale, classificandosi poi all’onorevole quarto posto.

La struttura delle canzoni che costituisce l’impianto dell’Ep è quella di un pop venato di folk, con incursioni nell’indie e, in qualche arrangiamento, nei territori della musica americana (di cui l’intro acustico della bella Nei miei ricordi è esempio eclatante), consegnandoci un’artista a grande agio con le tinte pastello del folk-pop internazionale. Quando gli arrangiamenti si fanno più power pop forse il talento di Serena si scolora, perdendosi nell’alveo di una normalità che le nega quanto di buono premesso: in quel caso le canzoni si fanno un po’ debolucce, come Tutto da rifare, oppure, ma solo in parte, Alle mie spalle, in cui le accelerazioni ritmiche, gonfiate dagli arrangiamenti, posizionano i brani nel “già sentito e consumato”.

La strada maestra, se possiamo azzardare un consiglio alla talentuosa Serena, è quella di permettere alla cantautrice di esprimersi chitarra e voce e poco più, consentendole di giocare sulla bella voce in grado di suscitare emozioni - e mettere in evidenza anche qualche buon testo che qui a volte passa in secondo piano. La stoffa c’è ed è pure di pregio e ci auguriamo che, sulla lunga distanza del prossimo sforzo, a cucire l’abito ci siano buoni sarti. In tal caso Serena potrebbe acquistare ulteriore spessore che potrebbe proiettarla anche fuori dai nostri confini.

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Pietro Cantarelli
  • Anno: 2011
  • Durata: 22:45
  • Etichetta: EMI Music Italy

Elenco delle tracce

01. Lontano da tutto

02. Tutto da rifare

03. Nei miei ricordi

04. L’opposto di me

05. Alle mie spalle

06. Amianto

Brani migliori

  1. Lontano da tutto

Musicisti

Max Gelsi: basso Fabrizio Barale: chitarre elettriche Lillo Fossati: batteria Riccardo Galardini: chitarre acustiche Cristiano Giuseppetti: violino Davide Ferrario: chitarre elettriche (4) Ferruccio Spinetti: contrabbasso (6) Valeria Vaglio: testo (6)