ultime notizie

Patrizia Cirulli interpreta Achille Lauro

Patrizia Cirulli, cantautrice milanese, rilegge e reinterpreta C'est la vie di Achille Lauro.   di Paola Piacitelli                                                               VEDI IL VIDEO Il singolo, accompagnato dal videoclip ufficiale, è distribuito dall’etichetta La ...

Secondamarea

Canzoni a carburo. Memoria e miniera (con CD audio)

Canzoni a carburo è un progetto che comprende un libro e un disco, un progetto di memoria. Gli autori sono i Secondamarea, duo composto da Andrea Biscaro e Ilaria Becchino.

Si tratta di un concept-album incentrato sul lavoro in miniera, con contributi d’accezione di Alda Merini, per la poetica prefazione al libro, Erri De Luca e Gabriele Mirabassi.

Quindici canzoni che fermano un momento storico come nella migliore tradizione della canzone popolare. Il movimento e la tecnica è sempre diversa: nel brano Medaglie si è in primissimo piano, descrivendo il fatto che i minatori venivano identificati con delle medagliette di latta con sopra un numero; in canzone il tutto è reso col ritornello che canta i numeri, come un sordido destino svilente.

Lo sguardo si allarga come a salire in una panoramica con Ballata senza terra, in cui ci si rivolge a una inappartenenza: la terra, il materiale di lavoro del minatore, in tutta la propria essenza: fiume, sorgente, ghiaccio, neve, gesso o creta risultano patria insincera per il minatore, madre crudele.

Così nel disco c’è spazio anche per metafore macabre, come accade nella poesia di Manlio Massole musicata da Andrea Biscaro, Pelle di mulo, che avvicina lo sfruttamento del mulo a quello dell’uomo: «Otto ore serviamo da servi / otto ore imbestiati in pelle di mulo», con tutto l’espressionismo che rimanda all’asprezza e alla crudeltà della condizione minieraria.

Questo brano ci avvicina a quello che forse è il punto più alto del disco, il brano Carbone, da Solo andata, di Erri De Luca: sopra a una chitarra classica e a una acustica si alza la voce recitante di Andrea Biscaro, voce profonda che recita le parole ferme e precise, descrittive e avvolgenti della poesia di De Luca che parla della condizione dei lavoratori nelle miniere di carbone. Il punto forte si ha quando la poesia incede e sembra aggrapparsi per un momento all’armonia, creata dalla chitarra, per poi farci capire che era solo un movimento invisibile, un moto immaginato dalla rabbia inespressa e implosa in una miniera: «Il carbone è stato vita verde, palude / alga, albero, conchiglia / a tu sei andato a toglierlo dal letto. Il grisù è il gas del suo risveglio. | E così esplode il corpo delle polveri, / il fulmine sotterra, infila ogni cunicolo, / soffoca, spegne».

Tracce del CD audio:

01. Il minatore

02. Medaglie

03. Candela a carburo

04. Lampo

05. Ballata senza terra

06. I carbonai

07. Estate

08. Ombre

09. Pelle di mulo

10. L'oro degli stolti

11. Carbone

12. Croci

13. Donne in baracca

14. Favola

15. Maremma

Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Artista: Secondamarea
  • Editore: Nuovi Equilibri (collana Strade Bianche)
  • Pagine: 96
  • Anno: 2009
  • Prezzo: 16.00 €
  • ISBN: 9788862220965

Altri articoli di Paolo Talanca