ultime notizie

Patrizia Cirulli interpreta Achille Lauro

Patrizia Cirulli, cantautrice milanese, rilegge e reinterpreta C'est la vie di Achille Lauro.   di Paola Piacitelli                                                               VEDI IL VIDEO Il singolo, accompagnato dal videoclip ufficiale, è distribuito dall’etichetta La ...

Gemma Nocera

Le parole di Francesco Guccini

Il libro Le parole di Francesco Guccini di Gemma Nocera ripercorre il canzoniere del cantautore modenese andando a ricercare le fonti letterarie ispirative; e ne trova davvero tante: alla fine del libro sono elencati oltre cento scrittori da cui Guccini avrebbe più o meno tratto ispirazione.

Questo libro non porta certo una ventata di novità nella letteratura sul Vate di Pavana; la porta però nel metodo, perché è scritto da una filologa che fa la filologa – non da un musicista, un attore o un calciatore che fanno un mestiere che non compete loro – quindi è preferibile ad almeno sette libri su dieci che escono in Italia oggidì.

Se andiamo a vedere più da vicino i contenuti, riscopriamo vicinanze del cantautore con scrittori che già conoscevamo: da Gozzano a Montale, da Ginsberg a Borges, fino ad altri più nascosti. Se il criterio di avvicinamento è pregevole e il libro si presenta come ottimo vademecum, uno dei problemi principali è che si prefigge una esaustività difficile da raggiungere e, soprattutto, che l’ottimo procedimento filologico sia limitato esclusivamente alla creatività letteraria di Guccini. Se, infatti, gli spunti vengono dalla letteratura, l’elaborazione creativa di Guccini non può fare a meno di contemplare la musica, anche solo in quanto ad armonia e melodia. Questo nel libro è solo sfiorato, riservando un capitolo alla difficile computazione delle sillabe in musica – ma anche lì, si finisce col parlare di rimalmezzo e fonetica – e, soprattutto, è stato goffamente dribblato affermando l’opinabile concetto che la patente di letterarietà alle canzoni di Guccini sia garantita dal fatto che i testi sono finiti in antologie scolastiche.

Tranne queste particolarità, però, ricapitolando si può affermare che il libro di Gemma Nocera si propone come un ottimo strumento, un punto di partenza per addetti ai lavori che vogliano occuparsi di Guccini ed è una buona lettura riassuntiva per chi è curioso di individuare luoghi genetici per versi che da anni risuonano nella nostra testa.

Share |

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Artista: Gemma Nocera
  • Editore: Giancarlo Zedde Editore
  • Pagine: 208
  • Anno: 2009

Altri articoli di Paolo Talanca