ultime notizie

Arte, cultura e sport al SOCIAL ...

Inclusione e cultura insieme per combattere il disagio sociale. Dal 13 al 16 giugno prende il via la prima edizione di un Festival speciale, il Social Tour Guidonia Montecelio. Non ...

Massimo Carrieri

In A Baroque Mood

Per fortuna esistono oasi di bellezza dove la musica è creata e fluisce in assoluta libertà e ineccepibile verità, senza seguire mode fasulle o logiche alienanti al limite del ripugnante. Tra queste c’è l’etichetta Blu Serge, portata avanti con passione e dedizione da un musicista eccezionalmente multiforme che è Sergio Cossu. Da vent’anni a questa parte realizza «progetti discografici con budget limitati ma con grande attenzione al suono» che vedono il coinvolgimento di artisti talentuosi e dotati di una qualità essenziale: apertura di mente e anima. L’ultima creatura nata è In A Baroque Mood del pianista pugliese (originario di Martina Franca) ma milanese d’adozione Massimo Carrieri, personalità acuta ed eclettica in equilibrio perfetto tra classica e jazz. A sottolineare questa fortunata inclinazione c’è appunto l’album in questione, presente nei suoi desideri da molto tempo ma concepito durante la clausura pandemica e registrato appena se n’è presentata la possibilità.

Otto brani di compositori monumentali, vissuti a cavallo tra tardo Rinascimento e Barocco, gli hanno permesso di gettare un ponte tra passato e presente, tra antico e moderno, tra universale e singolare. Con estremo rispetto, Carrieri ha filtrato attraverso la sua personale sensibilità e il suo sopraffine tocco i capolavori scelti dagli immensi repertori di Johann Sebastian Bach (Preludio II in Do min e Preludio XII in Fa min) e Georg Friedrich Händel (Lascia ch’io pianga), pescando composizioni di Henry Purcell (Music For A While e la splendida Lamento di Didone) e Claudio Monteverdi (Sì dolce è il tormento), valorizzando inoltre autori meno battuti come il fiammingo Cipriano de Rore (Ancor che col partire). In chiusura, Canzonetta spirituale sopra alla nanna del bussetano Tarquinio Merula è arricchita dal pregevole intervento alla tromba di Giovanni Falzone, creando un’atmosfera suggestiva e di forte contrasto. Per quanti amano la musica off limits, è il disco ideale e necessario da ascoltare.

 

0 commenti


Iscriviti al sito o accedi per inserire un commento


In dettaglio

  • Produzione artistica: Sergio Cossu
  • Anno: 2023
  • Durata: 37:11
  • Etichetta: Blue Serge

Elenco delle tracce

01. Lascia ch’io pianga
02. Preludio II in Do min – Impro
03. Ancor che col patire
04. Music For A While
05. Sì dolce è il tormento
06. Lamento di Didone
07. Preludio XII in Fa min – Impro
08. Canzonetta spirituale sopra alla nanna

Brani migliori

  1. Lascia ch’io pianga
  2. Lamento di Didone
  3. Canzonetta spirituale sopra alla nanna

Musicisti

Massimo Carrieri: pianoforte - Giovanni Falzone: tromba (8)